Il Trinity College di Dublino e una delle biblioteche più belle del mondo

Una visita al Trinity College di Dublino e alla sua Old Library, una delle biblioteche più belle del mondo. La mia esperienza e tutte le informazioni utili per visitarlo.

Divisore tag

Quando ho saputo che avrei visitato Dublino, la mia mente si è riempita subito delle immagini del Trinity College. In Irlanda ho realizzato tanti piccoli sogni di viaggio e visitare l’università era uno di questi.


 Leggi anche: Viaggio in Irlanda: pensieri e itinerario di un on the road


Trinity College.

Il Trinity College è l’università più antica (1592) e prestigiosa d’Irlanda, se non d’Europa. Qui si sono laureati Oscar Wilde, uno degli autori simbolo della città, Jonathan Swift e Samuel Beckett. È uno di quei luoghi dove ci si sente piccoli piccoli e non solo per le sue dimensioni.


 Leggi anche: Dublino, cosa vedere in un giorno: 10 tappe da non perdere


Trinity College.

Questo college è stato per me come una meta di pellegrinaggio, forse per deformazione professionale, chiamiamola così. Mi sono laureata in Lingue e Culture per l’Editoria, quindi qualunque cosa riguardi le lingue straniere e i libri mi affascina. E certamente qui queste due cose non mancano.

Long Room @ Trinity College.

Il Trinity College ospita il Book of Kells, uno dei libri più antichi del mondo (800 d.C.). È uno splendido manoscritto miniato realizzato dai monaci sull’isola di Iona, in Scozia, e poi portato a Kells, a nord di Dublino, per essere protetto dalle invasioni vichinghe. Il testo è la versione latina dei Vangeli e i visitatori possono ammirarne solo due pagine, ma sono sufficienti per farsi un’idea.


 Leggi anche: 5 leggende di Dublino: storie e racconti della capitale


La cosa che più mi è piaciuta però è stata la Long Room, la famosissima sala della Old Library (la vecchia biblioteca dell’università) che conserva al suo interno oltre tre milioni di volumi. La stanza è lunga 65 metri e contiene circa 250mila libri, una copia della Proclamazione della Repubblica d’Irlanda e l’arpa di Brian Borù, una delle più antiche del Paese.

Long Room @ Trinity College.

La Long Room è il simbolo del Trinity College, l’immagine che forse più rappresenta quest’antica università. Il profumo dei libri, gli scaffali pieni di volumi e i busti di marmo che sembrano vegliare sulla sala, insomma, ogni dettaglio invita a fare silenzio e allo stesso tempo è in grado di lasciare a bocca aperta.

Long Room @ Trinity College.

Il Trinity College è uno dei luoghi che più ho amato di Dublino e uno dei primi che ho incontrato in città. Le sue aree verdi, che nemmeno la pioggia riesce a sbiadire, e gli edifici imponenti mi hanno per un attimo trasportato indietro nel tempo.

Poi ho pensato che però è più di una meta per turisti, perché lì qualcuno ci studia davvero. E mi è mancato il fiato per qualche secondo.


 Leggi anche: Cosa mettere in valigia per un viaggio in Irlanda


Sphere within Sphere.

Informazioni per visitare il Trinity College e la Long Room

L’entrata principale del Trinity College si trova di fronte all’Irish Houses of Parliament ed è facilmente raggiungibile a piedi da Temple Bar (meno di 10 minuti).

Potete passeggiare gratuitamente all’interno del Trinity College, ma se volete visitare la Long Room e vedere il Book of Kells dovete pagare il biglietto: 10€ per gli adulti, 9€ i ridotti, 20€ le famiglie. I bambini sotto i 12 anni non pagano.

Da giugno a settembre è aperta dalle 9.00 alle 18.00 dal lunedì al sabato e dalle 9.30 alle 18.00 la domenica; da ottobre a maggio è aperta dalle 9.30 alle 17.00 dal lunedì al sabato e dalle 12.00 alle 16.30 la domenica. Per maggiori informazioni visitare il sito ufficiale.

L‘accesso è dal gift shop, si visita poi la mostra dedicata al Book of Kells, si entra nella sala dove è conservato il libro, si salgono le scale e si raggiunge la Long Room. Scendendo le scale al suo interno si ritorna al gift shop e si raggiunge l’uscita.

Quando sono stata al Trinity College non c’erano molte persone e quindi la mia visita è stata molto piacevole: le stanze non erano troppo affollate e ho potuto trascorrere tutto il tempo che volevo di fronte alla teca con il Book of Kells.

Autumn is coming.

Dove dormire a Dublino


Dove dormire a DublinoHo dormito due notti a Dublino, una all’inizio e una alla fine del viaggio. 

La prima volta ho soggiornato all’Hotel Arlington*, a due passi dall’Ha’Penny Bridge, la seconda all’Hotel Ferryman*, entrambi si affacciano sul fiume, ma sulle rive opposte.

Mi sento di consigliarli tutti e due.


Avete mai visitato il Trinity College? Vi piacerebbe vedere la Long Room e il Book of Kells? Lasciate un commento 🙂

Divisore tag
Informazioni

Le fotografie inserite all’interno del post sono state scattate con una Canon 1100D*, per vedere le altre sfogliate il mio album su Flickr.


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Condividi questo viaggio

Irlanda

Potrebbero interessarti:

6 Comments

  1. 1
  2. 3

    Ho un bellissimo ricordo di questo posto. La Long Room mi è piaciuta al punto da commuovermi, anche se la ricordo piuttosto affollata – e anche il manoscritto. Un altro bel ricordo è legato ai prati del Trinity, invasi di studenti che mangiavano il loro pranzo al sacco. Io e Marco ci siamo stesi un attimo per riposarci da una mattina frenetica e ci siamo addormentati ahah

    • 4

      Io ho avuto la fortuna di visitarla in un momento di calma, c’erano davvero poche persone. I prati invece erano tutti bagnati, aveva piovuto poco prima, quindi per me niente sosta, ma ne ho comunque un ricordo splendido 🙂

  3. 5
    • 6

      Vero? La mia università mi piace, ma il Trinity è tutto un altro mondo (anche se non si possono paragonare, ovviamente) 🙂
      Ahaha la tua non scherzava eh 😉
      Io di sicuro in un luogo così ci passerei molto più tempo, anche solo per leggere un po’ 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *