Viaggio in Giappone: itinerario di tre settimane da Tokyo a Osaka

Il mio viaggio in Giappone da Tokyo a Osaka. L’itinerario di tre settimane che mi ha portata per la prima volta in Asia: tutte le tappe e le informazioni utili. 

Divisore tag

Le mie tre settimane in Giappone sono volate. Ero seduta su un aereo direzione Tokyo, poi un battito di ciglia ed eccomi a casa.

Questo viaggio mi ha regalato moltissime emozioni e altrettanti ricordi. Tutto è successo a una velocità incredibile e ora mi trovo davanti al mio computer, di nuovo, con mille cose da raccontare.

Vita a Kyoto

Il Giappone mi ha sorpresa e non potrebbe essere altrimenti. È un paese diversissimo dal nostro, lontano geograficamente e culturalmente, ricco di tradizioni che si mescolano ogni giorno con una vita frenetica ed estremamente moderna. Da una parte i templi e i santuari, dall’altra i treni super veloci e le tavolette del wc riscaldate.


 Leggi anche: Curiosità sul Giappone: le cose da sapere prima di partire


 

Un post condiviso da Martinaway (@martinasgorlon) in data:

Durante il mio viaggio in Giappone ho scoperto che posso stare tre settimane senza pizza, perché di cose buonissime ce ne sono e non poche, ma ho scoperto anche che esistono luoghi nel mondo dove i treni sono estremamente puntuali e dove le persone si mettono in fila per salire sulla metropolitana.

Lì ho scoperto che si possono percorrere chilometri a piedi senza trovare un cestino, ma che ci vuole molto meno per trovare un bagno pubblico gratuito e pulito.


 Leggi anche: Cucina giapponese: i piatti da assaggiare in Giappone


 

Un post condiviso da Martinaway (@martinasgorlon) in data:

Ho scoperto tanti aspetti diversi di questo Paese, altrettanti luoghi diametralmente opposti eppure legati da un filo conduttore: la gentilezza degli abitanti.

I giapponesi ci hanno sempre aiutato, a modo loro. Ci hanno indicato la strada, hanno sorriso ai nostri errori, ci hanno trasmesso l’istinto di inchinarci a ogni minimo saluto. Anche se a volte, ai miei occhi, rasentavano il servilismo, non ho potuto non apprezzarli e sentirmi la benvenuta ovunque andassi.

 

Un post condiviso da Martinaway (@martinasgorlon) in data:

Viaggio in Giappone: itinerario di tre settimane

Questo viaggio mi ha portata da Tokyo, dove sono atterrata, a Osaka, dalla quale sono ripartita. Nel mezzo molti spostamenti in treno che mi hanno permesso di scoprire tre regioni: il Kantō, il Chūbu e il Kansai.

Il Kantō: Tokyo, Kamakura e il Monte Fuji

A Tokyo ho trascorso circa una settimana e ho usato la città come punto di partenza per due gite giornaliere: una a Kamakura e una alle pendici del Monte Fuji, sulle sponde del lago Kawaguchi e ad Hakone.

Per la prima ho usato il treno, per la seconda l’autobus, perché l’intera esperienza era organizzata da un tour operator locale.


 Leggi anche: Japan Rail Pass: come funziona e come muoversi in Giappone


 

 

Un post condiviso da Martinaway (@martinasgorlon) in data:

Il Chūbu: Takayama, Shirakawa-go e Kanazawa

Ho consegnato la mia valigia all’albergo di Tokyo e la reception si è incaricata di spedire il bagaglio a Osaka, dove avrei trascorso l’ultima settimana. Un servizio comodissimo se, come me, volete visitare molte cittadine diverse lungo il tragitto e soggiornerete ogni notte in un posto differente.

Con lo zaino in spalla ho raggiunto Takayama in treno, poi mi sono poi spostata a Shirakawa-go in autobus e, infine, sempre su quattro ruote a Kanazawa. Ogni notte in una città diversa.

 

 

Un post condiviso da Martinaway (@martinasgorlon) in data:

Il Kansai: Ise, Osaka, Kyoto, Nara e Himeji

Da Kanazawa ho raggiunto in treno Ise, entrando così nella regione del Kansai. Poi il mio ultimo punto di riferimento Osaka, dove ho trascorso l’ultima settimana.

Da lì mi sono spostata nella vicina Kyoto grazie allo Shinkansen, il treno super veloce, ma ho visitato anche città più piccole come Nara, Kōbe e Himeji.

 

Un post condiviso da Martinaway (@martinasgorlon) in data:

Adesso è arrivato il momento di mettermi al lavoro. Di riordinare le foto, pensare a tutti gli articoli da scrivere, rispondere alle domande che mi avete fatto quando ero in viaggio.

Avete altre tappe da suggerire per un viaggio in Giappone di tre settimane? Se avete dubbi, domande o consigli, lasciate un commento 🙂

Divisore tag
Informazioni

All’interno del blog è presente una pagina con tutti i post dedicati al Giappone, spero possa esservi utile.

Le immagini sono state scattate con un iPhone 6s* e una Canon 1100D*. Per vedere le altre potete sfogliare il mio album su Flickr.


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Condividi questo viaggio

Giappone

Potrebbero interessarti:

30 Comments

  1. 1
  2. 3

    Sembra impossibile stare tre settimane senza pizza eh (come ti capisco!)? Ma in Giappone si può (come ti ri-capisco, io ancora non mi capacito come faccio a stare senza ramen già da 8 mesi).
    Che bell’itinerario, eppure anche tre settimane sembrano non bastare mai. Il santuario di Ise ancora mi manca, ma tanto è già una tappa sicura per la mia prossima volta, il problema è che ancora non so quando sarà la mia prossima volta 🙁
    Un saluto, non vedo l’ora di leggere gli altri post.

    • 4

      Sembrava impossibile, eppure ce l’ho fatta senza alcuna fatica! Non so ancora quale cibo giapponese mi manca di più 😉
      Vero, tre settimane sono molte, eppure mi mancano ancora così tante cose da vedere! Ti auguro di tornarci presto, Alessio! 🙂
      A presto!

  3. 5
  4. 7
  5. 9

    Che dire? La tavoletta riscaldata lascia il segno, eh?
    Su un’altra cosa sono davvero davvero in sintonia: che un viaggio in Giappone dura un battito di ciglia! Ho avuto la stessa sensazione la prima volta che ci sono stata, è finito tutto troppo in fretta! Dici che laggiù il tempo va ad un’altra velocità?

    • 10

      Ciao Nicoletta ❤
      Te l’ho già detto, durante questo viaggio ti ho pensata tanto e, anche se non mi sono davvero innamorata di questo Paese, non mi risulta difficile capire perché a te e ad altri è capitato: è un mondo a sé.
      Secondo me sì, lì il tempo scorre in un altro modo, è tutto più veloce 🙂

  6. 11
  7. 13

    Ciao Marti,

    Non sai che invidia (positiva) ho provato quando ho letto che partivi per il Giappone! Ti ho seguito passo passo e mi hai fatto davvero sognare. Le foto che hai scattato sono splendide, quella del ragazzo con il ciuffo che cucina e nel frattempo sorride mi piace davvero tanto, mi fa pensare a un qualche personaggio di un manga giapponese 🙂
    Non vedo l’ora di leggere qualche post sui luoghi che hai visitato!

    Un bacione

    • 14

      Ciao Diletta ❤
      Grazie per il tuo commento! Ho avuto la stessa sensazione quando scattavo. Lì al mercato era pieno di persone sconosciute, ma allo stesso tempo familiari. Forse proprio perché il mio unico contatto con il Giappone, prima del viaggio, c’era stato attraverso la televisione 🙂
      A presto 🙂

  8. 15
  9. 17

    Ma che bello, ho seguito il tuo viaggio su IG e devo dire che mi aspettavo posti meravigliosi raccontati come tu sai fare e non vedo l’ora di leggere qualche articolo di approfondimento! 😀
    Già le foto che hai inserito qui sono bellissime..complimenti! <3

  10. 19
  11. 21
  12. 23

    Fantastico viaggio. Ci sono stato due anni fa con una mia amica, anche noi tre settimane. Che dire: Giappone forever! E’ un luogo magico e poetico, i giardini di Kyoto poi, che fascino. Anche noi abbiamo avuto la stessa impressione della gentilezza dei giapponesi, dell’ordine, della pulizia. Ho visto i bagni più puliti del mondo! Mamma mia, quanti bei ricordi mi stai facendo affiorare con questo tuo post. Scrivine altri!

  13. 25
  14. 27

    Il Giappone è davvero un viaggio che rimane nel cuore! Noi non ci siamo ancora stati, ma è in cima alla lista! 🙂 I tuoi pensieri ci fanno capire che è proprio un viaggio importante che ti rimane dentro. Non vediamo l’ora di leggere tutti gli articoli 🙂

  15. 29

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *