Il Social Eating: Gnammo e il condividere mangiando

Il Social Eating: vi racconto di Gnammo e delle sue special dinners, come l’online può creare grandi cose anche offline, in questo caso a tavola.

Divisore tag

Internet è una gran cosa, soprattutto dal punto di vista umano. Permette di rimanere in contatto con le persone lontane, di incontrarne di nuove con gli stessi interessi e spesso ti spinge anche a spegnere il computer per incontrarle.

Quando a febbraio sono stata a Milano ho scoperto grazie ad uno scambio di idee il Social Eating: un modo per conoscere nuovi amici attorno alla tavola.

Social Eating, Gnammo

Gnammo: il primo sito dedicato al “mangiare social”

Qualche mese dopo, incuriosita dall’idea, ho scoperto Gnammo: il primo portale italiano che mette in contatto le persone che hanno voglia di mettersi ai fornelli con quelle che invece sono pronte ad assaggiare.

I primi mettono a disposizione la propria casa, organizzano la cena, la propongono online (con un prezzo che possa coprire le spese di organizzazione) e aspettano la conferma di quelli che stanno dall’altra parte dello schermo. 

È il modo perfetto per conoscere gente nuova e trascorrere un pranzo o una cena in compagnia, tra gnammers.

Cristiana e Alessio (Roma) Gnammo, social eating

Chi viaggia sa che una cena con un local vale spesso molto di più di una cena in un ristorante che rischia di essere anonimo, è per questo che non è difficile trovare viaggiatori all’interno della community. 

A tavola si possono condividere consigli, suggerimenti, i piatti della cucina internazionale e, soprattutto, locale, perché un luogo si scopre anche attraverso il cibo, no?

social eating

In Italia il cibo è dei migliori e se lo si unisce a buona compagnia e luoghi splendidi è ancora meglio. 

Gnammo ha per questo selezionato un gruppo di location molto suggestive dislocate lungo la penisola e le ha raggruppate sotto il nome di special dinners.

Si può cenare in una torre romana del 1200, in un palazzo veneziano del 1500 o vicino a Taormina, mentre si guarda il mare da una casa privata (e questi sono solo i tre che mi hanno incantato di più). Insomma, luoghi difficilmente accessibili al turista comune.

Taormina

Non ho ancora partecipato a nessuna cena organizzata su Gnammo, ma spesso mi capita di curiosare tra le varie proposte. Possono essere un’ottima occasione per socializzare anche a casa, oltre che in viaggio.

Beh, qui trovate il mio profilo da gnammer, ci vediamo lì? 😉

Conoscevate il Social Eating e Gnammo? Vi piacerebbe provarlo? Lasciate un commento 🙂

Divisore tag

Informazioni

Le immagini sono state fornite da Gnammo o scaricate da Pixabay, dove sono condivise liberamente per usi commerciali e con attribuzione non richiesta.


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Condividi questo viaggio

In Viaggio

Potrebbero interessarti:

4 Comments

  1. 1

    Marty, ti adoro!!! Sei un libro da consultare 🙂 Conosco i Social Eating perché a Milano vanno molto, ma di questo portale non ne sapevo nulla. E’ bellissimo. Graziee, mi piacerebbe partecipare, e soprattutto i prezzi sono ragionevoli. Grazie ancora 😉

  2. 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *