Positano: cosa vedere in un giorno

Cosa vedere a Positano in un giorno? Qualche consiglio e tante curiosità: come arrivarci, da cosa deriva il suo nome e una leggenda.

Divisore tag

Positano, a differenza di tante altre località, non offre moltissimi siti di interesse culturale e o soste che vi chiederanno molto tempo. Proprio per questo è facilmente visitabile in un giorno, l’importante è essere pronti a fare un numero imprecisato di scale e salite.


 Leggi anche: Viaggio in Campania: dalla Costiera Amalfitana a Napoli


Scritta "Welcome in Positano" vicino alla spiaggia

La città si sviluppa verticalmente e perciò, guardando la mappa, non è facile capire le distanze tra un luogo e l’altro. Posti che sembrano apparentemente molto vicini sono in realtà divisi da un continuo via vai di viuzze e gradini che richiederanno più tempo (e fiato) del previsto. Solo da lontano ci si può rendere conto della complessità di Positano e di tante altre località della Costiera.

Positano vista dal mare

Positano non è una città che si vede, ma una che si vive. Questo perché i luoghi di interesse sono pochissimi, ma ci si può ugualmente godere la visita rallentando il ritmo e guardando l’incessante via vai di persone che la anima durante il giorno.

Un gatto a Positano

Cosa vedere a Positano

Il sito principale è senza dubbio la Chiesa di Santa Maria Assunta che è famosissima soprattutto per la sua cupola ricoperta di maioliche colorate. L’interno è molto meno stupefacente, in stile classico e con colonne sormontate da capitelli ionici fin troppo dorati.

Sopra l’altare riposa invece la Madonna nera bizantina con il Bambino, uno dei simboli della città e l’opera che ha a che fare con il nome “Positano”.

Positano e la cupola del Duomo

Secondo la leggenda, la nave che trasportava il quadro ebbe un momento di difficoltà proprio di fronte a quello che all’epoca (Dodicesimo secolo) era solo un paesino di pescatori.

I marinai, all’improvviso, sentirono una voce provenire dalla Vergine rappresentata che ripeteva “posa, posa”, cioè “ferma, ferma”.

L’opera venne così portata a terra e posta all’interno della Chiesa di San Vito, oggi distrutta, ma durante la notte, venne ritrovata su un albero più vicino al mare. Si pensò ad un miracolo e in quel punto venne costruita la chiesa che oggi tutti possono visitare.

Il Duomo di Positano

Oltre alla chiesa, non bisogna dimenticarsi di esplorare le vie del centro. Qui i negozi pieni di ceramiche colorate, di abiti pieni di colori che hanno segnato un’epoca e di sandali fatti a mano aprono le porte a turisti e viaggiatori e anche grazie a loro si può vivere la vera essenza di Positano.

Un piccolo negozio di Positano

Per i camminatori consiglio anche la passeggiata che dalla spiaggia Grande porta alla spiaggia di Fornillo. Lungo il percorso si possono incontrare molti angoli suggestivi che sarebbe un peccato perdere.


 Leggi anche: Villa Rufolo a Ravello: perla della Costiera Amalfitana


La spiaggia di Fornillo a Positano

La Spiaggia di Fornillo è più piccola e spesso meno affollata della Spiaggia Grande. Qui si può vedere anche una delle tante torri saracene sparse lungo la costiera costruite nel periodo delle Repubbliche Marinare per prevenire gli attacchi dal mare.

Torre Saracena di Positano

Le cose da vedere in un giorno sono davvero poche, come avete letto, ma Positano vi rapirà con il suo labirinto di case e gli angoli da cartolina.

Un pittore a Positano

Come arrivare a Positano

Da Napoli si arriva in auto (circa 60 chilometri), oppure via treno e autobus. Dal capoluogo si può prendere la circumvesuviana fino a Sorrento e poi, una volta lì, si può salire su un autobus SITA (la fermata è proprio fuori la stazione) che porta fino a Positano.


 Leggi anche: Cosa vedere a Napoli in un giorno: itinerario per scoprirla


Entrambi i viaggi durano circa un’ora, per un totale di poco più di due ore, ma dipende dalle coincidenze, dalle fermate e dal traffico.

Alcuni autobus passano anche per Meta, in quel caso potete scendere lì dal treno e prendere la corriera risparmiando circa una mezz’ora sul secondo viaggio.


 Leggi anche: Come muoversi in Costiera Amalfitana


Il costo del viaggio in circumvesuviana Napoli-Sorrento è di 4,50€, quello in autobus da Sorrento a Positano invece di 1,80€. Gli autobus SITA della linea Sorrento-Amalfi fermano a Positano in due punti (si veda la mappa).

Un negozio di Positano

Come muoversi a Positano

Una volta a Positano il consiglio è quello di muoversi a piedi, consapevoli però di dover affrontare spesso un numero non indifferente di gradini e salite. In città corrono però anche alcuni autobus che collegano le vie più alte al punto non pedonale più vicino al centro (incrocio tra via dei Mulini e Viale Pasitea).


 Leggi anche: Visitare Amalfi: un giorno al profumo di limone


Uno scorcio di Positano

Dove dormire a Positano


Dove dormire in Costiera AmalfitanaDurante la mia settimana in Campania ho soggiornato proprio a Positano, al B&B Casa Teresa*.

Il B&B ha uno stile elegante tipico della zona, con dettagli in ceramica colorata e una splendida vista sulla cittadina. La colazione, se c’è bel tempo, si possono fare all’aperto in terrazza mentre si ammira tutta Positano.  


Siete mai stati a Positano? Se avete domande o dubbi lasciate un commento 🙂

Divisore tag
Informazioni

Positano è uno dei comuni più famosi della Costiera Amalfitana, in provincia di Salerno.

Le fotografie inserite all’interno del post sono state scattate con una Canon 1100D* e un iPhone 6s* e poi condivise sul mio profilo Instagram. Per vedere le altre sfogliate il mio album su Flickr.


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Condividi questo viaggio

Salerno

Potrebbero interessarti:

8 Comments

  1. 1
  2. 3
  3. 5
  4. 7

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *