Nord della Francia on the road: 5 luoghi poco noti da non perdere

Nord della Francia on the road? Ecco cinque luoghi poco conosciuti da non perdere se si esplorano Bretagna, Normandia e Piccardia.

Divisore tag

La Francia è uno di quegli stati perfetti per un on the road. È piena di città da esplorare e paesini che sembrano usciti da un libro di fiabe. Nel corso degli anni ho visitato molte zone di questo Stato e, se si esclude il viaggio a Parigi, le ho tutte scoperte in auto.

Ho camminato tra la lavanda in fiore in Provenza e ho calpestato la terra rossa di Roussillon, ho ammirato l’oceano a Pointe du Raz e mi sono lasciata incantare dai Castelli della Valle della Loira, uno dei viaggi in auto più belli che si possano fare oltralpe.

Un’altra zona splendida per un viaggio in auto è però la costa settentrionale, dalla punta più estrema della Bretagna fino a un centinaio di chilometri dal confine con il Belgio. In questo post voglio provare a consigliarvi alcuni luoghi poco noti da non perdere se volete scoprire il nord della Francia on the road. 

Le Mont-Saint-Michel.

Locronan

Meno di mille abitanti, viuzze che sembrano essere rimaste ferme al Medioevo e il profumo di crêpe che esce da qualche finestra: sono state inventate proprio qui, in Bretagna, e non si può fare un viaggio in questa zona senza mangiarne una salata e una dolce. Un paesino dove basta una toccata e fuga, perché è così piccolo da non impegnare più di un paio di ore, ma ne vale la pena.

L’articolo di approfondimento: 6 luoghi da vedere in Bretagna durante un on the road

Arts.

Saint-Malo

È la città dei pirati, anche lei si trova in Bretagna e si affaccia sul Canale della Manica. Anche se è la più grande di quelle che ho deciso di inserire in questo post (quasi 50 mila abitanti), viene spesso oscurata dalla vicinissima Mont Saint-Michel, che non dista più di 60 chilometri.

L’articolo di approfondimento: 6 luoghi da vedere in Bretagna durante un on the road

Saint-Malo.

Honfleur

Questo paesino di pescatori si trova in Bassa Normandia, sull’estuario della Senna. Ha un porticciolo adorabile e le tipiche case alte e strette del nord Europa, con i tetti spioventi e i mattoni a vista. Gli edifici si alternano alle vie di ciottoli e ai vicoli che percorrono la città in lungo e in largo; era una delle preferite di Monet.

L’articolo di approfondimento: La Bassa Normandia: da Mont Saint-Michel ad Honfleur

Honfleur.

Dieppe

Anche se è un centro piuttosto grande, la città di Dieppe non è molto conosciuta, ma, con le sue case tipiche dell’Alta Normandia e il suo porto, è il luogo ideale per fare una sosta durante un viaggio nel nord della Francia. Nel 1942 è stata teatro di un’operazione militare ad opera degli Alleati, come molte altre zone della Normandia durante la Seconda Guerra Mondiale.

Il post di approfondimento: Normandia on the road: da Étretat alle spiagge dello Sbarco

Dieppe

Saint-Valery-Sur-Somme

Un paesino adorabile della Piccardia, penultima regione costiera francese prima del confine con il Belgio (l’ultima è Nord-Pas-De-Calais, da dove partono moltissime navi dirette in Inghilterra). Io ho lasciato la macchina a Le Crotoy, un piccolo centro sulla sponda opposta della Baie de la Somme, e lì sono salita su un treno a vapore dell’Ottecento che mi ha portato in centro a Saint-Valery. Questo paesino è un mix di stili ed epoche diverse e arrivarci attraverso le vecchie rotaie è un’esperienza che consiglio a tutti.

Il post di approfondimento: Su un treno a vapore verso Saint-Valery-Sur-Somme

Il post in collaborazione con GoEuro: Alla scoperta della Francia: Lille e la Piccardia

Saint-Valery-Sur-Somme.

Ovviamente queste regioni francesi sono piene di luoghi nei quali fermarsi. Qui ho deciso però di seguire la costa e di selezionare le città e i paesi che più mi hanno colpita. Avete altri suggerimenti per il nord della Francia on the road? Scrivetelo nei commenti. 🙂

Divisore tag

Informazioni

L’on the road qui proposto copre oltre 600 chilometri e attraversa quattro regioni francesi: Bretagna, Alta e Bassa Normandia e Piccardia.

*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Potrebbero interessarti:

12 Comments

  1. 1

    Per il nord della Francia OTR ce ne sono un fiume di posti!
    Intanto per arrivare alla città natale di Erik Satie ossia Honfleur, si può passare dal Pont De Normandie, provenendo da Le Havre (dove non c’è molto a parte validi ristorantini sul mare e il Musée des Beaux-Arts André Malraux), che merita per le sua struttura architettonica imponente e affascinante.
    Da Honfleur si può attraversare il Parc naturel régional des Boucles de la Seine Normande per arrivare a Rouen, perla architettonica della Normandia dove ammirare Notre-Dame e la Place du Vieux-Marché dove fu arsa Giovanna d’Arco. Spostandosi a sud-est c’è l’imbarazzo della scelta: Les Andelys, Lyons-la-Forêt e Giverny. A nord invece ci sono Étretat, una delle chicche della Costa d’Alabastro con le sue falesie, e lì vicino Fécamp, villaggio di pescatori e col palais Bénédictine sede delle omonime distillerie. E poi Amiens con la cattedrale gotica più alta di Francia, Arras con la sua cittadella fortificata progettata da Sébastien Le Prestre de Vauban e catalogata come patrimonio Unesco, Poi in Bassa Normandia c’è tutta la regione dei grandi formaggi, Camembert, Livarot, Pont-l’Évêque… e tutta la zona del Calvados con le sue fantastiche distillerie. E ce n’è altrettanto da vedere e fare, non scherziamo…

    • 2

      Ciao 🙂
      Grazie mille per il tuo commento! Honfleur ed Étretat li ho nominati nei post più completi, gli altri purtroppo non li ho visti, ma me li segno per il prossimo viaggio.
      Per questo articolo ho scelto solo cinque destinazioni per dare degli spunti, ma come dici anche tu, il Nord della Francia è pieno di luoghi splendidi! 🙂

  2. 3
  3. 5
  4. 7

    Ecco ho già gli occhi a forma di cuore per queste bellezze! Che poi sembra che amo solo Parigi,invece tutta la Francia è adorabile e ricca di angolini semi sconosciuti da scoprire.
    La domanda è “ma come lo convinco lui a portarmi in questi luoghi deliziosi?”
    Mannaggia,lui che ama le metropoli qui proprio non mi porterà mai, dovrò andarci con la mia mamma, innamorata anche lei della Francia.
    Grazie Martina consigli preziosi e foto stupende.
    Merci 😉

  5. 9
  6. 11

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *