MyHeritage DNA test: come funziona e la mia esperienza

MyHeritage DNA test: come funziona e la mia esperienza. Pillole di genetica e tutte le informazioni utili per fare il test e riuscire a leggere al meglio i propri risultati. 

Divisore tag

Un po’ di tempo fa vi avevo raccontato la mia ricerca, tra documenti e ricordi, per ricreare il mio albero genealogico. Soprattutto, vi avevo parlato di MyHeritage, la piattaforma online che sto utilizzando per questo immenso lavoro.

Alla fine del post vi avevo accennato qualcosa anche sul MyHeritage DNA test, il test del DNA che permette di scoprire la propria stima etnica e, magari, lontani parenti sparsi per il mondo.

Ora, con i miei risultati in mano, vi voglio parlare in maniera approfondita di questo test, di come funziona, degli studi sui quali si basa e delle vere e proprie sorprese che mi ha regalato, il tutto rispondendo anche alle domande che mi avete fatto sui social.


 Leggi anche: MyHeritage: come creare il proprio albero genealogico online


MyHeritage DNA

MyHeritage DNA test: come funziona

Il MyHeritage DNA test, come dicevo, è un test che permette di scoprire la propria stima etnica, ossia in quale percentuale discendiamo o assomigliamo ad altre popolazioni che vivono in aree del mondo diverse dalla nostra. Sì, perché quasi tutti siamo il risultato di mix e incontri che sono avvenuti nel corso degli anni o dei secoli.

Prima di fare il proprio test del DNA è importante sapere e capire come funziona lo studio che porta alla scoperta della stima. Non solo per curiosità, ma anche per riuscire a leggere in modo corretto i risultati che riceverete.

Divisore tag

 Se vuoi comprare un kit DNA, clicca su questo link e usa il codice “Martinaway” per avere la spedizione gratuita.

Divisore tag

Le variazioni genetiche in pillole

Partiamo da un presupposto: gli esseri umani condividono lo stesso identico DNA al 99%. Salvo casi eccezionali, respiriamo ossigeno, abbiamo due gambe, due braccia, due occhi, un naso, una bocca…

Eppure, anche tra membri di una stessa famiglia, siamo tutti straordinariamente diversi e la cosa affascinante, almeno dal mio punto di vista, è che ogni piccola differenza si nasconde nell’1% di DNA che è unico in ognuno di noi. E quella minuscola percentuale varia anche di genitore in figlio, ovviamente.

L’1% al suo interno ha milioni di informazioni diverse e racchiude ogni minima variazione e mutazione che rende ognuno di noi unico nel suo genere. Queste mutazioni possono avvenire in due modi e si distinguono tre mutazioni casuali e mutazioni ambientali.

MyHeritage DNA test l'1%

Le mutazioni casuali

Quando si parla di mutazioni casuali bisogna pensare che il nostro corpo è pieno di cellule che ogni secondo agiscono in modo preciso e controllato: nascono, si moltiplicano, muoiono. Ogni tanto, però, avviene una mutazione totalmente casuale che trasforma la cellula A in B, così, senza motivo. A volte in maniera totalmente innocua, tanto da passare inosservata, a volte con conseguenze più gravi, ma accade. Dal momento che un essere umano ha una nuova cellula B, è possibile che questa venga passata al figlio e da quel momento in poi di generazione in generazione insieme, probabilmente, ad altre mutazioni.

Le mutazioni ambientali

Nel caso delle mutazioni ambientali, invece, la variazione genetica è indotta dall’ambiente nel quale si vive e non solo dal punto di vista climatico, ma anche, soprattutto di recente, dal punto di vista dell’inquinamento e delle sostanze con le quali si entra in contatto.

È per questo che chi vive in aree molto soleggiate ha una maggior quantità di melanina nella pelle e occhi più scuri in grado di sopportare maggiormente la luce, per esempio, mentre chi vive in aree dove il sole si vede pochissimo tende ad avere la pelle e gli occhi più chiari. È tutta una questione di adattamento e sopravvivenza, nient’altro.

Sono queste mutazioni ambientali che creano dei macrogruppi di persone (che condividono caratteristiche simili) che vengono chiamati etnie. E sono proprio queste ultime la base dello studio di MyHeritage: tutte chiuse in questo minuscolo cassetto ricco di informazioni che si trova nel magazzino dell’altrettanto piccolo 1%.

Lo studio MyHeritage

La Stima di Etnia

Con il passare dei secoli e gli incontri dei popoli (basti pensare alla quantità di etnie diverse che hanno attraversato l’Italia da nord a sud, per esempio) queste mutazioni si sono mescolate e quasi nessuno, a esclusione delle popolazioni più isolate del pianeta o casi davvero eccezionali, può definirsi al 100% appartenente a una singola etnia.

Il MyHeritage DNA test porta a galla queste differenze invisibili e le varie percentuali creando una stima di etnia. Si parla di stima perché questa non è una scienza totalmente esatta e l’incertezza è data dal fatto che, proprio a causa delle continue mutazioni, è impossibile determinare con esattezza le caratteristiche specifiche di ogni singola etnia presente sul pianeta.

MyHeritage DNA test mix

Su cosa si basa la stima

Per dare il via a questo studio e creare un algoritmo in grado di individuare la stima etnica, MyHeritage ha individuato e studiato quelle che vengono chiamate le “popolazioni fondatrici“, ossia quei gruppi di persone che per secoli e decine e decine di generazioni hanno mantenuto la loro posizione geografica e hanno avuto il minor numero di interferenze con l’esterno.

Sono state identificate persone appartenenti a oltre 200 popoli diversi e sono stati inviati dei kit DNA. I risultati sono stati poi utilizzati per identificare le caratteristiche tipiche di ben 42 etnie (MyHeritage è il servizio con il maggior numero di etnie studiate al momento in commercio) ed è proprio su quelle caratteristiche che si basano le analisi attuali.

Un aspetto affascinante è che, all’interno della stessa area geografica, chi vive in isole o zone più isolate, come le montagne, ha caratteristiche differenti rispetto alle altre persone che vivono nelle vicinanze. È il caso degli irlandesi o degli scozzesi, distinti dal resto delle isole britanniche, o dei sardi, distinti dal resto dell’Italia.

MyHeritage DNA test etnie

La stima di etnia nella stessa famiglia

Prima domanda. Fratelli, genitori o cugini hanno la nostra stessa stima etnica? No, può essere simile, ma non identica.

Per semplificare moltissimo, ognuno di noi ottiene 50% di DNA dal padre e 50% dalla madre. Se la stima etnica di entrambi mostra anche solo due etnie differenti per ognuno, immaginate le innumerevoli combinazioni che possono esistere con quattro etnie “a disposizione”. In tanti casi, inoltre, alcune caratteristiche ed etnie non vengono nemmeno passate di padre in figlio. 

Insomma, prima di nascere, all’interno di una stessa famiglia e soprattutto tra fratelli, abbiamo tutti gli stessi colori a disposizione sulla tavolozza, solo che poi Madre Natura li mescola un po’ come le pare.

MyHeritage DNA test combinazioni genetiche

Come leggere il risultato del MyHeritage DNA test

Facendo il test MyHeritage si può scoprire in quale percentuale siamo simili a ognuna delle 42 etnie studiate, quindi quanto di quell’1% che abbiamo di unico è simile a chi vive in determinate aree del pianeta.

Seconda domanda. Se ottenete un 6% di stima balcanica, per esempio, significa che nel passato della vostra famiglia (anche 10 generazioni fa) c’è qualcuno che proveniva da quelle aree? Possibile, ma non c’è nulla di certo. Quel 6% indica che quella parte del vostro DNA è simile a chi normalmente vive in quelle aree. Solo una ricerca approfondita e la creazione di un albero genealogico preciso potrà darvi la risposta definitiva.

Divisore tag

 Crea il tuo albero genealogico, trova nuovi parenti ed esplora milioni di documenti storici con il piano completo MyHeritage.
Per te  14 giorni di prova gratuita

Divisore tag

In ogni caso, una percentuale al di sopra del 4% indica un’alta probabilità di un membro della famiglia proveniente da quella zona, sotto il 4%, invece, si parla di “rumore bianco” e quelle caratteristiche potrebbero essere solo un caso.

MyHeritage

Come eseguire il MyHeritage DNA test

Una volta ordinato il vostro kit DNA normalmente vi arriverà a casa in quattro o sei giorni lavorativi (così dicono sul sito e io posso confermare per esperienza diretta). Una volta tra le mani, non dovete far altro che registrarlo con il suo codice sul sito MyHeritage, strofinare all’interno delle guance i tamponi che trovate nel cofanetto (uno per la destra e uno per la sinistra) e riporre la parte con il vostro DNA all’interno dei piccoli contenitori di plastica che troverete nella confezione. In ogni caso, all’interno del kit ci sono tutte le indicazioni con tanto di immagini.

Si consiglia di eseguire le operazioni la mattina appena svegli, prima di mangiare o lavarvi i denti, in modo da avere la minor contaminazione possibile.

Il kit poi va spedito ai laboratori di Huston attraverso la busta che troverete all’interno della scatola e da lì in poi non dovrete far altro che aspettare. Il vostro codice, quello con il quale avete attivato il corredo, vi permetterà di tenere monitorato il tutto: dall’arrivo del campione al laboratorio fino ai risultati, passando per l’estrazione del DNA e per la creazione dei dati grezzi.

La durata del viaggio può variare e qui siete nelle mani delle poste. Pensate che io ne ho spediti due nello stesso momento e sono stati ricevuti con circa 10 giorni di distanza. Il mio, in particolare, è arrivato a un mese dalla spedizione, quando all’ufficio postale mi avevano detto che sarebbero bastate al massimo due settimane, quindi non disperate se notate ritardi.

Una volta ricevuti i campioni, i laboratori in teoria ci mettono dalle 4 alle 6 settimane per la consegna dei risultati, nel mio caso però ci hanno messo solo 10 giorni. In ogni caso non vi resta che aspettare l’email, mentre seguite ogni passaggio sul sito MyHeritage.


Schermata DNA test kit

Come analizzare i vostri risultati

Quando riceverete i risultati, potrete scoprire non solo la vostra stima etnica, ma anche eventuali parenti lontani sparsi per il mondo. Il tutto in maniera semplicissima grazie alle funzioni della piattaforma.

La stima etnica

Una volta ricevuta l’email da MyHeritage, cliccando sul link, la piattaforma vi svelerà i vostri risultati attraverso un video creato automaticamente per voi. Vi ritroverete davanti il pianeta diviso in aree etniche e si coloreranno le zone dalle quali provenite, con tanto di musica tipica di quel territorio.

A parte questa presentazione carina, una volta scoperte le vostre percentuali, il sito vi darà la possibilità di analizzarle e compararle con quelle delle altre persone che vivono nel vostro Paese. Trovate tutto nell’area “Strumenti“, all’interno della funzione “Mappa Etnie”.


Strumenti del MyHeritage DNA test

Lì, selezionando lo Stato, potete vedere le percentuali che rappresentano la porzione di utenti di MyHeritage che in un determinato Paese hanno quell’etnia nel loro DNA. Per l’Italia, per esempio, potete vedere i risultati nella foto qui sotto. Cliccando su “Mostra i tuoi risultati DNA” potete fare un paragone con la vostra stima.

In alternativa, potete analizzare i risultati per etnia e scoprire dove quell’etnia è prevalente. Quella italiana, per esempio, è molto comune non solo in Italia ovviamente, ma anche a Malta, a Cipro e in molti Paesi dell’America Latina grazie alle numerose emigrazioni avvenute tra Otto e Novecento.


Etnia principali in Italia

Le corrispondenze DNA

Come dicevo, il MyHeritage DNA test compara i vostri risultati con quelli degli altri utenti che hanno fatto il test. In questo modo potete scoprire lontani parenti, anche di 9° grado.

Se per alcune corrispondenze, come viene scritto sotto il match, la probabilità (si parla di “livello di confidenza”) è bassa o media e potrebbe essere data da una combinazione totalmente casuale di DNA, per altre è accertata. Spetta a voi, se volete, scoprire di più e contattare i singoli utenti (una funzione che MyHeritage mette a disposizione in ogni scheda corrispondenza).

Una cosa che ho trovato molto utile è che, cliccando sul punto di domanda che compare vicino alla parentela stimata, si può vedere uno schema molto chiaro della possibile relazione. In questo modo è più facile trovare risposte, perché potete andare per esclusione.


Corrispondenze DNA

La mia esperienza con il MyHeritage DNA test

Prima di ricevere i risultati del MyHeritage DNA test ho fatto qualche ipotesi basandomi sulla storia della mia famiglia, ma anche sulla storia del mio territorio e vi invito a fare lo stesso.

I risultati del mio MyHeritage DNA test

Nel mio albero genealogico ho raccolto informazioni fino ai trisavoli da parte di mamma e ai bisnonni da parte di papà, tutti nati e vissuti in Italia, quindi la percentuale italiana probabilmente sarebbe stata molto alta. Una volta ricevuti i risultati questa ipotesi è stata confermata: oltre il 62%.

Vivendo in Veneto e non distante dal confine con il Friuli-Venezia Giulia, c’era anche la probabilità che in me ci fossero tratti balcanici. Non ho trovato informazioni su parenti da oltre confine, quindi la mia supposizione si basava esclusivamente sulla geografia e la storia della mia zona. Quello che non mi aspettavo, però, era un risultato superiore al 27%!

Altre ipotesi? Nessuna, se non un paio di fantasie sull’avere qualche tratto appartenente a quelle popolazioni che hanno conquistato, governato o combattuto nella mia area nei secoli scorsi: tedeschi e austriaci in primis.

E invece? Invece nessun tratto tedesco, ma è venuto fuori che per quasi il 10% rientro nel gruppo irlandese-scozzese-gallese. Questa per me è stata una vera sorpresa, perché, come dicevo, ogni valore sopra il 4% indica una probabilità medio-alta di un antenato proveniente da quelle zone, quindi il 10% è un risultato che lo rende incredibilmente possibile.

Passando alle corrispondenze, nel mio caso il numero è eccezionale: si parla di oltre 600 persone! Evidentemente la curiosità è uno dei tratti fondamentali della mia famiglia, vista la quantità di persone che hanno fatto il test! Ironia a parte, tra i risultati certi ho lontanissimi parenti sparsi in tantissime parti del mondo: dalla Francia alla Nuova Zelanda. Un risultato che sicuramente non mi aspettavo. Tra di loro c’è una persona che ha uno dei cognomi che appaiono all’interno della mia famiglia. Sicuramente le mie ricerche non si fermeranno qui.

ricerca MyHeritage

Vi piacerebbe fare il MyHeritage DNA test? Se avete dubbi o domande, lasciate un commento 🙂

Divisore tag

Informazioni

Tutte le informazioni tecniche e scientifiche contenute in questo post sono state tratte dagli studi e dai webinair MyHeritage. Li potete trovare sul loro canale YouTube.

Le immagini contenute nel post (escluse le schermate) sono state tratte da Unsplash, dove sono di pubblico dominio. La foto del kit DNA, invece, è stata scattata con una Canon 1100D*.


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Condividi questo viaggio

Vita

Potrebbero interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *