Visita al Museo di Storia Naturale di New York: dove tutto prende vita

Il Museo di Storia Naturale di New York è uno dei più famosi e belli del mondo. Vi accompagno tra corridoi, sale e animali che sembrano prendere vita.

Divisore tag

«Vuoi la verità, ecco la verità: di sera tutte le statue prendono vita e tocca a me mantenerle all’interno del museo».

Una notte al museo, 2006

È proprio questa la sensazione che si ha non appena si varca la soglia del Museo di Storia Naturale di New York. Una grande sala, con una volta a botte, accoglie i visitatori  e al centro c’è una scena di vita giurassica che sembra potersi muovere da un momento all’altro.


 Leggi anche: New York: cosa vedere e cosa fare se la visitate per la prima volta


Una madre di Barosaurus è intenta a proteggere il suo cucciolo dalle grinfie di un Allosaurus. Il primo era un bestione che raggiungeva le trenta tonnellate, per una lunghezza di ventisette metri, il secondo era un piccolo, ma feroce predatore.

American Natural History Museum.

La storia del Museo di Storia Naturale di New York

Il museo, fondato nel 1869 da A. S. Bickmore e terminato nel 1930, è uno dei più grandi al mondo nel suo genere. Contiene più di 30 milioni di reperti (molti dei quali non esposti) raccolti in oltre 40 sale, distribuite su 4 piani.

American Natural History Museum.

La stessa struttura, dimenticando per un momento i tesori che contiene, è un’incredibile e massiccia realizzazione architettonica, uno scrigno di sapere che ci fa capire quanto l’essere umano possa essere piccolo.

Mentre si sale la grande scalinata d’ingresso che dà su Central Park West, non si può fare altro che ammirare a bocca aperta quell’edificio così imponente e prepararsi ad accogliere tutto ciò che ha da offrire.


 Leggi anche: Central Park a New York: cosa fare e cosa vedere per vivere il parco


American Natural History Museum.

La collezione del Museo di Storia Naturale di New York

Il Museo raccoglie, tra le numerose stanze e i corridoi, tutta la storia del nostro Pianeta. Qui è possibile fare un viaggio nel tempo e nello spazio come accade all’interno del Metropolitan Museum of Art. Se, però, in quello a essere esposte sono le lodevoli opere dell’uomo, qui è la Terra, la natura, la vera protagonista.


 Leggi anche: Cosa vedere al Metropolitan Museum of Art di New York


American Natural History Museum.

Dalla sala dell’origine dei vertebrati a quelle dedicate ai fossili e ai dinosauri (una delle maggiori attrattive del museo), passando per gli uccelli dell’Oceania e la vita degli oceani, dove una balenottera azzurra appesa al soffitto domina la stanza.

American Natural History Museum.

L’area dedicata ai mammiferi e agli animali africani è una delle più spettacolari grazie ai suoi splendidi diorami. Gli animali, all’interno delle teche, sono posizionati come per ricreare una scena di vita vissuta e ad arricchire il tutto ci pensa la realistica scenografia. Quindi ecco che lo struzzo cerca di difendere le sue uova, il rinoceronte sonnecchia e le iene camminano nella savana al tramonto.

American Natural History Museum.

L’uomo non viene dimenticato e, divise tra il primo e il secondo piano, compaiono le aree dedicate alle diverse popolazioni del pianeta. Ci sono le asiatiche, le africane, le sud americane, quelle della costa nord occidentale degli attuali Stati Uniti e moltissime altre, fino ad arrivare alla sala della biologia e dell’evoluzione umana.

American Natural History Museum.

Al terzo piano si può ammirare poi la sala dedicata alle quelle del Pacifico e ai loro manufatti. Primo fra tutti una famosissima testa dell’isola di Pasqua, quella che il film Una Notte al Museo del 2006 ha reso celebre con la simpatica gag di Scemo-Scemo-Gomma-Gomma.

American Natural History Museum.

Con la costruzione del Rose Center for Earth and Space, nel 2000, il museo ha ampliato e migliorato la sezione dedicata alla storia geologica della terra e dell’universo in generale, già ricca con le sale riservate ai meteoriti e alle gemme.

Il Museo di Storia Naturale è leggermente diverso da come appare nel film. Nonostante questo, grazie ai diorami e alle spettacolari esposizioni, la sensazione che tutto, da un momento all’altro, possa prendere vita è costante mentre si passeggia per i corridoi di questo immenso edificio.


 Leggi anche: I film ambientati a New York: le location e i video


American Natural History Museum.

Una giornata al museo forse non basta. Le guide consigliano di visitarlo in due giorni, io vi consiglio di prendere una delle mappe all’ingresso e di lasciarvi guidare dai vostri passi, secondo il vostro ritmo e i vostri interessi.


 Leggi anche: I musei di New York: come visitarli gratis (o quasi)


Dedicategli il tempo che serve, senza correre, lasciatevi trasportare tra epoche e continenti, godetevi la visita come se foste a teatro. Perché alla fine, come sul palco, anche se la vita vera è là fuori, è qui che lo spettacolo della Terra va in scena. Davanti a Central Park, nel bel mezzo dell’Upper West Side.

American Natural History Museum.


Dove dormire a New York


Dove dormire a New YorkDurante il mio viaggio a New York ho soggiornato all’Hotel Mela*, a due passi da Times Square.

Le camere sono pulite e comode, leggermente più spaziose rispetto ad altre di Manhattan. In più l’albergo si trova in una posizione strategica per scoprire l’intera città perché Times Square non è solo centrale, ma è anche servita da molte linee della metropolitana.


Siete mai stati al Museo di Storia Naturale di New York? Vi piacerebbe andarci? Lasciate un commento 🙂

Divisore tag

Informazioni

Il museo è aperto ogni giorno dalle 10.00 alle 17.45, eccetto il Giorno del Ringraziamento e Natale. Il biglietto d’ingresso ha un costo suggerito di 22,00$ per gli adulti, di 12,50$ per i bambini dai 2 ai 12 anni, e di 17,00$ per studenti ed anziani.

L’offerta è a discrezione del visitatore, quindi si può pagare anche 1$, se si vuole, proprio come vi ho spiegato sul post dedicato al visitare gratis i musei di New York. L’ultima ora di apertura l’ingresso è completamente gratuito.


Clicca qui per acquistare i biglietti per il museo di storia naturale di New York*


Come raggiungere il Museo di Storia Naturale di New York

Il Museo di Storia Naturale di New York si trova sulla Central Park West, nell’Upper West Side, e si estende dalla 77th Street all’81st . Il mezzo di trasporto più comodo è la metropolitana della linea blu (B, C) con fermata local a 81 St-Museum of Natural History. Potete prendere anche la linea rossa (1) con fermata local 79 St.


 Leggi anche: Come muoversi a New York: metropolitana, autobus e taxi


Le immagini sono state scattate con una Canon 1100D*. Per vedere le altre potete sfogliare il mio album su Flickr.

Se state organizzando il percorso per la vostra prima volta a New York vi consiglio di dare un’occhiata alla pagina con tutti gli articoli su New York.


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Condividi questo viaggio

Stati Uniti

Potrebbero interessarti:

2 Comments

  1. 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *