Museo del Novecento: arte moderna e contemporanea a Milano

Il Museo del Novecento a Milano: un percorso tra opere d’arte moderne e contemporanee e una splendida vista su Piazza Duomo. In questo post la mia esperienza e le informazioni utili.

Divisore tag

Ormai un bel po’ di tempo fa ero a Milano. C’era freddo (parecchio) e gironzolavo per la città un po’ incuriosita.


 Leggi anche: Highline Galleria, sul tetto di Galleria Vittorio Emanuele


Arrivata in Piazza Duomo mi sono guardata intorno e, dopo essermi fatta incantare ancora una volta dalle guglie della cattedrale e dall’architettura della Galleria, mi sono concentrata sull’altro lato della piazza. In quel momentoho scoperto il Museo del Novecento.


 Leggi anche: Cosa vedere a Milano in un giorno: i luoghi da visitare


Museo del Novecento

Visitare musei e mostre mi piace, ma ammetto che l’arte moderna e contemporanea non mi ha mai fatto impazzire. Nonostante questo, però, sono uscita da lì portando a casa con me un ricordo positivo della mia visita.


 Leggi anche: Duomo di Milano: visita al complesso monumentale


Museo del Novecento.

Il Museo del Novecento di Milano: la visita

Il museo si divide tra il Palazzo dell’Arengario (dove c’è l’entrata principale) e il Palazzo Reale di Milano, e per questo l’architettura esterna cattura subito lo sguardo.

Quella interna invece, con la sua rampa a spirale che sale fino alla terrazza panoramica, ricorda per una piccola parte la struttura del Guggenheim di New York.

Museo del Novecento.

Grazie alle ampie vetrate del secondo e terzo piano si può godere poi di una vista insolita su Piazza Duomo, mentre sopra la nostra testa ci sono le installazioni luminose di Lucio Fontana, al quale è dedicato ampio spazio anche sulle pareti.

Museo del Novecento

Il Museo del Novecento: le opere

Per quanto riguarda le opere non mi ritengo di certo un’esperta, ma ho storto il naso un paio di volte. Io l’ho detto che questo tipo di arte non lo capisco.

Poco dopo l’ingresso, Il Quarto Stato, il famosissimo quadro di Pellizza da Volpedo, accoglie i visitatori (è uno dei quadri più belli e sicuramente il più comprensibile a tutti).

Museo del Novecento.

Due o tre stanze più in là, invece, ci sono le opere di De Chirico, qualche corridoio dopo la Merda d’artista, di Piero Manzoni. Tutto questo passando per Picasso, Matisse, Klee e Kandinskij.

Museo del Novecento.

Il percorso del museo è pensato con attenzione e accompagna con calma il visitatore fino alle ultime sale dedicate alle opere più insolite, innovative e, spesso, stravaganti.


 Leggi anche: Visita alla Pinacoteca di Brera di Milano: scoprire la collezione


Trascorrere il pomeriggio tra i suoi corridoi è un modo per scoprire la Milano più artistica e culturale. Certo, magari non tutti riusciranno ad apprezzare ogni cosa, ma è anche questo il bello dell’arte moderna e contemporanea: far sorgere tante domande e non dare nessuna risposta.

Museo del Novecento

Il Museo del Novecento: orari e biglietti

Il Museo del Novecento si trova in Piazza Duomo. È aperto il lunedì dalle 14.30 alle 19.30, dal martedì alla domenica dalle 9.30 alle 19.30, con eccezione del giovedì e del sabato quando la chiusura è posticipata alle 22.30. Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura.

Il biglietto costa 10€ con tariffa intera e 8€ con tariffa ridotta (over 65, universitari e studenti di Belle Arti, dipendenti dell’amministrazione comunale, ragazzi tra i 18 e i 25 anni). È disponibile anche un biglietto a 5€ per funzionari delle soprintendenze statali e regionali, under 18 e studiosi accreditati con permesso della Direzione del Museo.

L’ingresso è libero per gli under 13, portatori di handicap con accompagnatore, possessori di Abbonamento Musei Lombardia, giornalisti con permesso della Direzione, Guide e interpreti accompagnatori, membri ICOM. Ogni venerdì è gratis dalle 15.30.

Museo del Novecento.

Clicca qui e cerca un albergo a milano*


Avete mai visitato il Museo del Novecento di Milano? Vi piacerebbe? Lasciate un commento 🙂

Divisore tag

Informazioni

Le immagini sono state scattate con una Canon 1100D*, per vedere le altre sfogliate il mio album su Flickr.


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Potrebbero interessarti:

2 Comments

  1. 1

    A me piace molto l’arte contemporanea, ho un debole per tutto ciò che “non sembra” arte. Il mio compagno viaggiascrittore, invece, la detesta e finora non ha mai acconsentito ad accompagnarmi, nonostante siamo a Milano abbastanza spesso. Però ora abbiamo deciso di approfittare della prima domenica di dicembre per visitarlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *