Il Castello di São Jorge e il Miradouro de Santa Luzia: Lisbona dall’alto

Il Castello di São Jorge e il Miradouro de Santa Luzia per vedere Lisbona dall’alto. Alla scoperta dei suoi colori, dei suoi vicoli e dei suoi belvedere.

Divisore tag

Iniziare a parlare di Lisbona non è semplice, forse perché è una città che ha talmente tanti volti che se si comincia a parlare di uno in particolare sembra quasi di fare un torto a tutti gli altri. Quindi opto per la strada che scelgo (quasi) sempre, sia durante i miei viaggi che sul blog: faccio le presentazioni dall’alto.

Lisbon from above. Castello di São Jorge

Mi piace iniziare i miei viaggi cambiando prospettiva e ora che siamo nella capitale portoghese vi accompagno fino al Castello di São Jorge, al tramonto, quando le luci di Lisbona cominciano ad accendersi come centinaia di piccole fiaccole.

View from the Castle, Castello di São Jorge

Il Miradouro de Santa Luzia

Dopo essere salita sullo storico Tram 28, mi sono lasciata trasportare fino al Miradouro de Santa Luzia. Si riconosce tra mille: il suo specchio d’acqua artificiale, gli azulejos che decorano i muretti e le pareti e colorano il piccolo spiazzo ai piedi del Castello.

Details - Miradouro Santa Luzia.

Questo luogo, piccolo e vivace, è il riassunto di una Lisbona semplice, fatta di colori e suoni, di battiti di mani e musicisti improvvisati. Il Tago scorre ai suoi piedi e i tetti rossi della città, che compaiono non appena ci si avvicina al parapetto, aggiungono una tonalità alla tavolozza già ricca di bianco e di blu. Sono i colori il vero ricordo della città, ma questo lo scopri quando torni a casa.

View from Miradouro Santa Luzia.

Il Castello di São Jorge

Il Castello è qualche passo più in su, dietro una salita, dietro le case che sembrano abbandonate a loro stesse, ma che contengono invece più vita di quanto ci si aspetti.

Donne intente a cucinare, gatti incuriositi dall’obiettivo della macchina fotografica, ristorantini che si preparano per la cena imminente con la speranza che qualche turista riempia i loro tavoli.

Street life.

Poi, ad un certo punto, si volta l’angolo e le mura esterne del Castello appaiono imponenti. Se ne stanno lì, sulla cima di Lisbona, da secoli e dopo aver difeso, ora sono pronte ad accogliere.

Superata la biglietteria si può accedere al cortile e a quella che è una delle migliori viste sulla città. Si vede Praça do Comercio, la Igreja do Carmo, ogni simbolo di Lisbona è riconoscibile e lei sembra compatta, omogenea, fatta di intrecci di vie e vicoli molto simili tra loro, il contrario di quello che è davvero.


 Leggi anche: Il quartiere Chiado di Lisbona, l’anima letteraria della città


View from the Castle, Castello di São Jorge

La passeggiata all’interno del castello è in realtà un percorso sulle mura interne. L’altezza e il percorso permettono di vedere la capitale portoghese a trecentosessanta gradi, purché non si soffra troppo di vertigini.

Il tramonto è il momento migliore: la città si tinge del colore delle tegole delle case e degli edifici, quel marrone rossiccio che trasmette calore, che ti dà il benvenuto come se fossi un vecchio amico.

View from the Castle.

Il Castello di São Jorge è di epoca islamica (metà XI secolo) e, a differenza delle fortezze europee, non aveva funzione di residenza, ma solo di difesa e di raccolta delle truppe.

Ai piedi delle mura, però, ci sono le vestigia dell’antico palazzo reale dell’alcazaba (la cittadella), il Giardino Romantico e le terrazze dalle quali ammirare Lisbona. Gran parte di quest’area è stata distrutta dal terremoto del 1755, ma alcune arcate sono rimaste in piedi e oggi regalano una splendida passeggiata.

Castello di São Jorge

Informazioni per visitare il Castello

Il Castello di São Jorge è aperto dalle 9.00 alle 21.00 da marzo ad ottobre e dalle 9.00 alle 18.00 da novembre a febbraio (l’ultima visita è possibile fino a 30 minuti prima della chiusura). Chiuso il 1 gennaio, 1 marzo e 25 dicembre. Per raggiungere il castello si possono utilizzare i Tram 12 e 28, oppure l’autobus 37.

All’interno del castello si possono visitare anche un sito archeologico, una camera obscura (10.00 – 17.30, soggetta alle condizioni meteorologiche) che permette di osservare la città in tempo reale, e un’esposizione archeologica permanente. Ci sono inoltre un caffè e un ristorante.

Il costo base dei biglietti è di 8,50€, ma per studenti, portatori di handicap e anziani (over 65) il costo è di 5,00€. Le famiglie composte da due adulti e due bambini o ragazzi sotto i 18 anni il costo complessivo è di 20,00€. L’entrata è gratuita per i bambini sotto i 10 anni. Le guide cartacee sono disponibili anche in italiano.

Castello di São Jorge

Potrei trascorrere ore ad osservare le città dall’alto e Lisbona offre questa possibilità in molti luoghi. I suoi vicoli e le sue vie si arrampicano su dei colli e le terrazze panoramiche sono inevitabili. Ti invitano a sederti, a fermarti qualche minuto e a cambiare prospettiva, che poi è il vero scopo di un viaggio.


 Leggi anche: Visitare Lisbona: cosa vedere in tre giorni nella capitale


Me at the Castle.

Dove dormire a Lisbona


Dove dormire a LisbonaDurante il mio viaggio a Lisbona ho soggiornato in un appartamento di Unique Design Apartments*, a due passi dalla centralissima Rua Augusta e dal suo celebre arco. Aveva quattro posti letto, due in camera matrimoniale e due sul divano letto. 

È una soluzione perfetta, sia per la posizione che per la presenza della cucina, ideale se volete essere autonomi, soprattutto se viaggiate in gruppo.


Vi piacerebbe vedere Lisbona dall’alto? Quali altri luoghi consigliereste a parte il Castello e il Miradouro de Santa Luzia? Lasciate un commento 🙂

Divisore tag
Informazioni

Le immagini sono state scattate con una Canon 1100D*. Per vedere le altre potete sfogliare il mio album su Flickr.


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Condividi questo viaggio

Portogallo

Potrebbero interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *