La leggenda delle campanelle di Capri

Conoscete la leggenda delle campanelle di Capri? In questo post ve la racconto e vi mostro alcune delle campane più belle che ho incontrato esplorando l’isola.

Divisore tag

Le campanelle di Capri ti salutano non appena cominci a esplorare l’isola. Il loro tintinnare incuriosisce e attira. Ricorda il mare e il vento, che qui sono i protagonisti.


 Leggi anche: Viaggio in Campania: dalla Costiera Amalfitana a Napoli


Campanelle di Capri

Ce ne sono tante e tutte diverse nei colori e nelle forme. Alcune sono dipinte con tonalità più accese, altre hanno dettagli pastello. Secondo la leggenda, ambientata proprio a Capri, sono dei portafortuna per chi le possiede. Non so se è la verità, ma mi piace pensare di sì.


 Leggi anche: L’Isola di Capri: cosa vedere tra Capri e Anacapri


Capri

La Leggenda delle Campanelle di Capri

C’era una volta un giovane pastore che viveva sull’isola. Non possedeva molto, solo una piccola capanna, dove viveva con la madre, e una pecorella, che ogni giorno portava al pascolo sul Monte Solaro, la cima più alta di Capri. Una sera però il pastorello si distrasse per raccogliere alcuni fiori da portare alla madre e, quando si voltò alla ricerca della sua pecora, non la trovò più.

Campanelle di Capri

L’animale era la sua unica fonte di sostentamento e per questo il giovane andò nel panico. Che cosa ne sarebbe stato di lui e della sua mamma? Ad un certo punto sentì in lontananza una campanella. Pensando fosse quella che la pecora portava al collo, corse verso quel suono con la speranza di ritrovarla.

Campanelle di Capri

Arrivò però sull’orlo di un burrone e per poco non cadde giù. A fermarlo ci pensò una fortissima luce: era San Michele in groppa al suo cavallo bianco. Il Santo si sfilò dal collo una campanella e la porse al pastorello. «Bimbo mio» gli disse «prendila e segui sempre il suo suono: ti salverà da ogni pericolo».

Il giovane accettò il dono e corse dalla madre in preda all’emozione. Le portò il regalo avvolto in un quadrifoglio e da allora non se ne separarono più. Non ritrovò la sua pecorella, ma da quel giorno la loro vita fu piena di luce, bontà e felicità e ogni loro desiderio fu appagato.

Sul luogo dell’Apparizione fu costruita Villa San Michele, uno dei luoghi più belli dell’isola.

Campanelle di Capri

Dove ho dormito durante il mio viaggio


Dove dormire in Costiera AmalfitanaDurante la mia settimana in Campania ho soggiornato a Positano, al B&B Casa Teresa*.

Positano è circa a metà strada tra Napoli e il resto della Costiera e quindi può essere un punto strategico per chi vuole scoprire entrambe le zone.

Il B&B ha uno stile elegante tipico della zona, con dettagli in ceramica colorata e una splendida vista sulla cittadina.


Tu credi alla leggenda delle campanelle di Capri? Ne compreresti una da portare a casa con te? 🙂

Divisore tag
Informazioni

Le fotografie inserite all’interno del post sono state scattate con una Canon 1100D* e un iPhone 6s* e poi condivise sul mio profilo Instagram. Per vedere le altre sfogliate il mio album su Flickr.


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Condividi questo viaggio

Napoli

Potrebbero interessarti:

8 Comments

  1. 1
  2. 3
  3. 5
  4. 7

    Oh ma che bello! Sai che proprio non conoscevo questa cosa? Sono stata a Capri troppo tempo fa, e non mi ricordavo della presenza di campanelle ovunque. Hai fatto bene a raccontare la leggenda, è una cosa che dovremmo fare più spesso perché racconta molto delle tradizioni di luoghi e popoli!

    • 8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *