La Giant’s Causeway: dalla leggenda alle informazioni utili

La storia della Giant’s Causeway, uno dei luoghi più magici della Causeway Coastal Route in Irlanda del Nord, e le informazioni utili per la visita. Credete alla scienza o alla leggenda? 

Divisore tag

C’era una volta il gigante Finn McCool. Viveva sulla costa settentrionale dell’isola d’Irlanda, quella che oggi è per noi l’Irlanda del Nord, e un giorno, per andare a combattere contro il gigante scozzese Benandonner, che abitava sull’isola di Staffa, decise di costruire una passerella di pietra per raggiungerlo.


 Leggi anche: Viaggio in Irlanda: pensieri e itinerario di un on the road


Ciò che resta di quel passaggio è la Giant’s Causeway, il Selciato del Gigante, uno dei luoghi più belli dell’Irlanda del Nord.

Giant's Causeway.

La scienza è, ovviamente, scettica a riguardo e afferma che il Selciato sia opera della natura. Le oltre 40 mila colonne di basalto sarebbero il frutto della continua e intensa attività vulcanica e geologica dell’isola.

Monete al Selciato del Gigante

Ognuno può credere alla versione che preferisce, in ogni caso questo luogo è oggi Patrimonio dell’UNESCO e uno dei più visitati lungo la costa.


 Leggi anche: Cosa mettere in valigia per un viaggio in Irlanda


Giant's Causeway.

Mi piace credere alla prima versione. Anche perché oggi è ancora possibile vedere una delle scarpe di Finn McCool, dimenticata lungo la costa, e le monete che venivano usate per pagare al gigante il passaggio dalla baia di Port Ganny a quella di Port Noffer.

La scarpa del gigante, Giant's Causeway
Giant's Causeway.

Verso la fine del percorso c’è anche l’Organo, anche questo fatto di pietra,e mi piace immaginare Finn mentre lo suona, senza turisti nelle vicinanze, senza il vociare poliglotta che oggi spesso rovina l’atmosfera magica di questo luogo.

Giant's Causeway - l'Organo

Camminare fino al Selciato del Gigante, sedersi sugli esagoni di basalto e provare a sentire il mare che si infrange sulla pietra. Questo è uno dei luoghi più magici della Causeway Coastal Route, in Irlanda del Nord, quello che dà il nome ad una delle strade costiere più spettacolari d’Europa. Come si fa a non credere alla sua leggenda?


 Leggi anche: La Causeway Coastal Route sulle orme del Trono di Spade


Giant's Causeway.

Le informazioni per visitare la Giant’s Causeway

La Giant’s Causeway è aperta tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.00 da novembre a febbraio, dalle 9.00 alle 18.00 a marzo e ottobre, dalle 9.00 alle 19.00 da aprile a settembre. Chiusa dal 24 al 26 dicembre. Ultimo accesso al Visitor Centre un’ora prima della chiusura. Gli orari possono variare, si consiglia di consultare sempre il calendario presente sul sito ufficiale. La passeggiata dal Visitor Centre è lunga circa 1 chilometro.

La visita è a pagamento solo se si usufruisce dei servizi di parcheggio, audioguida (che vi racconterà anche la storia del gigante), caffetteria, sale espositive, navetta e negozio. Il costo è di £9 per gli adulti, £4,50 i bambini, £22 famiglie composte da due adulti e un massimo di tre ragazzi fino ai 17 anni. Gratuito per i minori di 5 anni. I biglietti possono essere acquistati anche sul sito giantscausewaytickets.com, in questo modo potrete risparmiare £1,50 sul biglietto per adulti, £1 per bambini e £3.50 sul biglietto per famiglie.

Giant's Causeway.

Dove dormire in Irlanda del Nord


B&B Nord IrlandaDurante il mio viaggio in Irlanda del Nord ho trascorso una notte nel carinissimo Bed & Breakfast Glen Lodge*, a Ballymoney.

È stato creato all’interno di un’abitazione privata, con camere ampie e pulite, anche se un po’ datate. La proprietaria è stata gentilissima e ci ha accolto con latte e dolcetti. In più è possibile iniziare le vostre giornate con una buonissima colazione irlandese.


Avete mai visto la Giant’s Causeway? Conoscevate la leggenda? Lasciate un commento 🙂

Divisore tag
Informazioni

Le fotografie inserite all’interno del post sono state scattate con una Canon 1100D*, per vedere le altre sfogliate il mio album su Flickr.


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Potrebbero interessarti:

12 Comments

  1. 1
  2. 3

    Bellissimo post e fantastica introduzione partendo dalla leggenda.
    Quest’anno sarei dovuta andare in Irlanda, ma ho dovuto rimandare a data da destinarsi.
    Ma il sogno non cede e non appena sarà possibile organizzo il viaggio, in 4 forse sarà ancora più bello, e di certo aggiungerò questo luogo nelle visite da non tralasciare. Già segnato in agenda

  3. 5
  4. 7
    • 8

      Io per una delle poche volte in vita mia ho presto l’audio-guida e sono felice di averlo fatto, perché lungo il percorso ti racconta bene la storia e ti fa notare un sacco di dettagli interessanti, come quello delle monete (scoperto sul posto) 😉
      Un bacione Valentina 🙂 ❤️

  5. 9

    Abitare a due passi dalla Costiera Amalfitana: sole, mare, cibo divino e sognare posti delle latitudini di Scozia e Irlanda (ad anche più prossimi al +90°).
    Proprio vero che la vita ci rende insoddisfatti di quello che abbiamo 😀 😀
    E’ che per affinità d’animo mi sento più vicina al silenzio ed alle suggestioni che evocano questi luoghi.
    Ho letto anche tutti gli altri post ed ho passato una piacevole mezza mattinata irlandese con te Martina! 😉
    Daniela

    • 10

      Abiti in un luogo splendido ❤️ Però è vero che sogniamo spesso mete lontane da casa, come dici tu, per affinità d’animo 🙂 Io amo le grandi città, ma ammetto che queste zone d’Irlanda mi hanno incantata 🙂
      Sono felice di averti tenuto compagnia oggi, un bacione ❤️ 🙂

  6. 11

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *