Highline Galleria, sul tetto di Galleria Vittorio Emanuele

La Highline Galleria di Milano: una passeggiata sul tetto di Galleria Vittorio Emanuele II per ammirare le guglie del Duomo e la città da un nuovo punto di vista (e un buono sconto per voi).

Divisore tag

Milano e Piazza Duomo nella mente di molte persone sono un po’ la stessa cosa, come quando si parla di Roma e del Colosseo. Un binomio comune e molto gettonato.


 Leggi anche: Cosa vedere a Milano in un giorno: i luoghi da visitare


Tutti coloro che hanno visitato il capoluogo lombardo probabilmente hanno alzato più di una volta gli occhi verso le guglie della Cattedrale oppure verso la splendida cupola di Galleria Vittorio Emanuele II, passeggiando al suo interno.

Galleria Vittorio Emanuele II.

Quest’ultima fu costruita tra il 1865 e il 1867 secondo il progetto dell’architetto Giuseppe Mengoni ed è uno dei luoghi della città che preferisco.

Non per i negozi e i ristoranti che la popolano, anche se devo ammettere che alcuni di questi sono delle vere chicche tipiche di una Milano elegante e preziosa, ma per ciò che posso ammirare alzando lo sguardo.

Un post condiviso da Martinaway (@martinasgorlon) in data:

Da una parte l’anima in ferro e il vetro che lascia passare i raggi solari senza i quali sarebbe tutto diverso, tutto più artificiale. Dall’altra le statue e le decorazioni che sembrano salutare silenziosamente ogni passante con un inchino del capo, senza dimenticare nessuno.


 Leggi anche: Curiosità su Milano: 7 cose che forse non sapevate


Le pareti ricordano le facciate dei nobili palazzi sparsi in giro per l’Italia, ma sono al coperto, all’interno del salotto di Milano, dove la pioggia non le può colpire.

«La Galleria è un imponente porticato dedicato allo shopping, alto quattro piani, costruito nello stile pomposo del decennio 1856-60, e tuttora probabilmente il centro commerciale più elegante al mondo, con pavimentazione di piastrelle accuratamente disegnata, una copertura reticolata in ferro e vetro e una cupola che sovrasta da una cinquantina di metri la rotonda dove s’intersecano le due ali. Possiede l’altezza e l’echeggiante tranquillità, e persino la forma, di una cattedrale, ma con un tocco della grandezza commerciale di una stazione ferroviaria del diciannovesimo secolo. Tutti i centri commerciali dovrebbero essere così».

Una città o l’altra*, Bill Bryson. Traduzione di Silvia Cosimini, Sonia Pendola e Giorgio Rinaldi.

Galleria Vittorio Emanuele II.

La cosa bella delle città, però, è che non esiste un solo punto di vista. La stessa cosa che prima guardavi con il mento rivolto verso l’alto, da un momento all’altro, la puoi guardare negli occhi.

Highline Galleria Vittorio Emanuele

La Highline Galleria

In occasione di Expo Milano 2015 Galleria Vittorio Emanuele II è stata ristrutturata e dal 1 maggio 2015 è stata aperta la Highline Galleria, uno spettacolo di passeggiata sul tetto di uno dei simboli di Milano.

Highline Galleria Vittorio Emanuele

Si cammina sulle passerelle in ferro che da sempre permettono la manutenzione della Galleria e da questa altezza (47 metri) è possibile vedere lo skyline della città.

Highline Galleria Vittorio Emanuele

Da una parte la modernissima zona di Porta Nuova e la Torre Unicredit di Piazza Gae Aulenti, dall’altra le guglie di una delle cattedrali più famose d’Italia.


 Leggi anche: Quartiere Isola: alla scoperta del nuovo centro di Milano


Highline Galleria Vittorio Emanuele

Il percorso si snoda tra il vetro e il metallo e prevede alcune piazzole dove è possibile leggere la storia della Galleria Vittorio Emanuele II. Tutto questo mentre Milano e la sua vita frenetica corrono sotto di noi.

Highline Galleria Vittorio Emanuele

View from Highline Galleria Vittorio Emanuele

Ho avuto la fortuna di passeggiare sulla Highline Galleria dopo cena, quando le luci della città si accendono piano piano, quando il cielo diventa più scuro e il Duomo si illumina mostrando tutta la sua magnificenza. E, per una volta, non ho mai guardato verso l’alto.

Highline Galleria Vittorio Emanuele


Clicca qui e cerca un albergo a milano*


Siete mai saliti sulla Highline Galleria di Milano? Vi piacerebbe? Lasciate un commento 🙂

Divisore tag

Informazioni

L’accesso alla Highline Galleria è in via Silvio Pellico 2 ed è aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 21.00. Il costo del biglietto di ingresso è di 12€ intero, 9€ ridotto (gruppi, bambini e ragazzi dai 5 ai 25 anni, assistenti di visitatori disabili*), 10€ over 70. Gratuito per i bambini fino ai 5 anni accompagnati da 1 o 2 adulti paganti e per i disabili (anche se laccesso potrebbe non essere idoneo a tutte le disabilità).

Ho avuto la fortuna di visitare la Highline Galleria durante il blogtour #milanoAColori. Proprio per questo tutti i miei lettori possono usufruire di un buono sconto di 2€. Cliccate sull’immagine qui sotto per scaricarlo e portarlo con voi all’entrata.

Highline Galleria

Le immagini sono state scattate con un iPhone 6s*, per vedere le altre sfogliate il mio album su Flickr.


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤


Ti piacciono i miei contenuti? Puoi trovare nuovi post, codici sconto e anteprime tutti in una sola mail! Iscriviti ❤

Cliccando su "Iscriviti" accetti automaticamente alla raccolta dei dati da te forniti. Questi dati verranno utilizzati nel più completo rispetto della privacy. Qui maggiori informazioni

Condividi questo viaggio

Lombardia

Potrebbero interessarti:

6 Comments

  1. 1
    • 2

      Ciao Giorgio 🙂
      Grazie a te per il commento, sono felice di sapere che il post ti è piaciuto e che condividi ciò che ho raccontato.
      Grazie anche per il link, gli do subito un’occhiata 🙂
      A presto 🙂

  2. 3
  3. 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *