Halloween, l’Irlanda e la leggenda di Jack-o’-Lantern

Vi racconto una storia di Halloween, quella di Jack-o’-lantern, e vi porto in Irlanda per scoprire qualche curiosità su questa festa e sul perché si intagliano le zucche. 

Divisore tag

Halloween è nato in Irlanda, anche se pochi lo sanno. Si tratta infatti di una festività, creata per celebrare la fine dell’estate, che ha origine nelle tradizioni celtiche e che, nel corso dei secoli, si è diffusa soprattutto tra i paesi anglosassoni, Stati Uniti in primis.


 Leggi anche: Viaggio in Irlanda: pensieri e itinerario di un on the road


Il 31 ottobre le strade, le case e le vetrine dei negozi si riempiono di fantasmi, streghe, mostriciattoli e, soprattutto, piccoli e grandi esemplari di Jack-o’-lantern, la zucca intagliata. Anche questa diffusissima usanza arriva dall’Irlanda e da una leggenda legata all’isola.


 Leggi anche: 5 leggende di Dublino: storie e racconti della capitale


Malin Head.

La leggenda di Jack-‘O-Lantern

Jack era un fabbro avaro e molto furbo, che una sera, in un pub, incontrò il diavolo. L’uomo stava quasi per cadere nelle sue mani, ma riuscì ad ingannarlo facendogli credere che gli avrebbe lasciato la propria anima solo dopo un’ultima bevuta. Il demonio, per pagare l’ultimo boccale, si trasformò in una moneta da sei pence, ma Jack, invece di prendere da bere, se la infilò in tasca vicino ad una croce d’argento che impedì al diavolo di ritrasformarsi. L’irlandese propose un patto: avrebbe liberato il suo nemico solo se lui avesse promesso di lasciarlo in pace per dieci anni. Il diavolo accettò.

Dopo un decennio i due si incontrarono, ma con un altro trucco Jack riuscì ad ingannare il demonio: gli avrebbe dato la sua anima in cambio di una delle mele di un albero poco lontano. Il diavolo salì tra i rami per raccogliere il frutto e l’uomo incise una croce sul tronco in modo da bloccarlo tra le fronde. Propose così l’ennesimo patto: in cambio della libertà, il demonio avrebbe risparmiato l’anima di Jack e la sua dannazione eterna.

Quando il fabbro morì gli venne negato il Paradiso e così fu costretto a bussare alle porte dell’inferno. Il diavolo però non lo lasciò entrare e gli lanciò contro un tizzone ardente. Jack lo raccolse e lo infilò in una rapa che aveva con sé per impedire al vento di spegnerlo e da quel giorno vaga con la sua strana lanterna in cerca di un luogo nel quale fermarsi.

Halloween

La nascita delle zucche intagliate di Halloween

Eh già, nessuna zucca nella storia, ma anche questo ha a che fare con l’Irlanda. Nell’Ottocento, quando molti irlandesi emigrarono negli Stati Uniti a causa della carestia, con loro portarono anche questa leggenda. In America, però, le rape erano poco diffuse e vennero così sostituite con le zucche, molto più comuni.

Jack-o'-lantern?

Festeggiare Halloween in Irlanda

L’Irlanda è uno dei paesi nei quali trascorrere Halloween. Le città si riempiono di persone in maschera, eventi e appuntamenti interamente dedicati al 31 ottobre.


 Leggi anche: Dublino, cosa vedere in un giorno: 10 tappe da non perdere


Tra le più importanti ci sono Dublino, che ha dato i natali ad Abraham Stoker, padre di Dracula, e Derry-Londonderry, in Irlanda del Nord. Che dite, partiamo?


 Leggi anche: Derry, cosa vedere in un giorno: l’itinerario per scoprirla


Derry/Londonderry.

Conoscevate la leggenda di Jack-O’-Lantern? Sapevate che Halloween ha origini irlandesi? Lasciate un commento 🙂

Divisore tag
Informazioni

L’illustrazione delle zucche è tratta da Pixabay. Le altre fotografie inserite all’interno del post sono state scattate con una Canon 1100D*, per vedere le altre sfogliate il mio album su Flickr.


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Potrebbero interessarti:

10 Comments

  1. 1
  2. 3

    Avevo letto la storia di Jack O’Lantern tantissimi anni fa, durante qualche lezione di inglese, e non me la ricordavo proprio più! È stato bello “rinfrescarsi la memoria”, è una storia molto curiosa ed è sempre interessante (anche un po’ sorprendente) scoprire da dove vengono le leggende e le tradizioni così vive ancora oggi. Grazie, quindi 🙂
    Io comunque non ho mai intagliato zucche…ma ci ho fatto tanti risotti, sono troppo buoni! Ahahah 😀

    • 4

      Anche io l’avevo sentita durante una lezione d’inglese, se non ricordo male! Adoro scoprire queste leggende, il perché di certe tradizioni e per me è stato un piacere condividere questa 🙂
      Ahah a me piace la zucca fatta in tutti i modi 😛

  3. 5
  4. 7
    • 8

      In America la festeggiano in grande, poi grazie a film e serie televisive è diventata famosa anche da noi, mettiamola così.
      No, il diavolo sembra proprio uno facile da ingannare 😉

  5. 9

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *