Escursioni a Sharm el-Sheikh: cosa vedere e cosa fare

Escursioni a Sharm el-Sheikh: quali fare e cosa non perdere. Tutte le informazioni e i consigli per vivere appieno il vostro viaggio nel Sinai.

Divisore tag

Fare le escursioni a Sharm el-Sheikh significa vivere appieno un viaggio in questa zona d’Egitto. A meno che non siate alla ricerca del totale relax, la cosa migliore è uscire dall’albergo o dal resort e scoprire tutto ciò che il Sinai ha da offrire.


 Leggi anche: Quattro giorni a Sharm el-Sheikh: dal Mar Rosso al deserto


Gita in barca sul Mar Rosso

Sharm è una città nuova, creata dal nulla nel deserto per rispondere alla richiesta turistica. Non c’è una vera e propria storia alle spalle ed è per questo che non ha molto da offrire se non tutti i comfort possibili e immaginabili.

Gita in barca sul Mar Rosso

Se come me amate i viaggi attivi, quelli dove c’è sempre qualcosa di nuovo da fare o da vedere, allora dovrete abbandonare lo sdraio in riva al Mar Rosso e dedicarvi alle escursioni. Ecco quelle che ho provato in prima persona e quelle che consiglio a voi.

Deserto del Sinai a Nabq

Visita alla città vecchia

Nonostante la sua giovane età, anche Sharm el-Sheikh ha quella che si può definire la “città vecchia“. È ricca di bazar, negozi di spezie e di artigianato locale. 

Karkadè

Io mi sono fermata in una delle botteghe e il mio naso è stato invaso dal profumo della cannella, del pepe, delle altre mille spezie esposte. Alla fine ho acquistato un po’ di karkadé sfuso da portare a casa con me.

Bazaar

Questa zona è famosa soprattutto per la splendida moschea di El Sahaba, una delle più grandi del Sinai. È stata inaugurata ufficialmente il 24 marzo 2017 ed è stata realizzata su progetto dell’architetto egiziano Fouad Tawfik Hafez, che ha lavorato gratuitamente.

La moschea più antica è quella di Al-Mostafa, che si trova a circa 5 chilometri di distanza ed è molto meno imponente.

Moschea di El Sahaba

Snorkeling

Il Mar Rosso è una delle destinazioni preferite da chi ama fare snorkeling. Si trova a poche ore di volo dall’Italia e regala nuotate e immersioni indimenticabili.

Porto di Sharm el-Sheikh

Esistono diverse escursioni a Sharm el-Sheikh che permettono di svolgere quest’attività. Io sono salita su una barca che mi ha accompagnata fino all’area protetta di Ras Mohamed. Lì mi sono tuffata in acqua, insieme ad una guida, per esplorare la barriera corallina e le migliaia di pesci che la popolano. Un vero spettacolo.

Gita in barca sul Mar Rosso

Escursione nel deserto

Il deserto, insieme al mare, è il vero protagonista di questa zona di mondo. Visitare Sharm el-Sheikh e non esplorare l’entroterra immergendosi tra le dune è un vero peccato. 

Deserto del Sinai a Nabq

Anche in questo caso ci sono diverse opzioni: a dorso di dromedari, a bordo di un quod o delle dune buggy, delle piccole auto perfette per questo terreno. Io ho provato proprio quest’ultima soluzione.

Deserto del Sinai a Nabq

Insieme ad una guida ho raggiunto il punto di partenza nel deserto di Nabq. Dopo aver fatto una breve sosta all’interno di una tenda e aver sorseggiato un dolcissimo tè beduino, sono partita in compagnia dei miei compagni di viaggio.

Deserto del Sinai a Nabq

Dopo pochi minuti di strada ci siamo fermati per provare a fare sandboarding scendendo dalle dune del deserto del Sinai con una tavola. Infine abbiamo raggiunto il Golfo di Aqaba all’altezza del Buckthorne Adventure Camp.

Deserto del Sinai a Nabq

Lì, insieme ad alcune persone del luogo, abbiamo fatto una cena tipica di questa zona. Tutto questo mentre da una parte il deserto si tingeva dei colori del tramonto e dall’altra si stagliava all’orizzonte l’Arabia Saudita.

Deserto del Sinai a Nabq

Deserto del Sinai a Nabq


Dove dormire a Sharm el-Sheikh


Dove dormire a MateraDurante il mio viaggio a Shram el-Sheikh ho soggiornato all’hotel Sierra*. La camera era spaziosa e pulita, con vista sulle piscine. 

Si trova non lontano dall’aeroporto e si affaccia su Soho Square, una delle aree più vive di Sharm. Perfetto se volete trascorrere la serata in un ambiente vivace senza allontanarvi troppo dalla vostra camera. 


Quali fareste tra queste escursioni a Sharm el-Sheikh? Lasciate un commento 🙂


Divisore tag
Informazioni

Questo post non vuole essere una guida definitiva, ma solo un insieme di esperienze che ho potuto vivere in prima persona. Spero che le informazioni possano esservi utili.

Le immagini sono state scattate con un iPhone 6s* e una Canon 1100D*, per vedere le altre sfogliate il mio album su Flickr.


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Condividi questo viaggio

Egitto

Potrebbero interessarti:

4 Comments

  1. 1

    Ho seguito questo tuo viaggio giorno per giorno e credo tu abbia vissuto esperienze spettacolari! Non sono mai stata nel deserto (o, almeno, in quel tipo di deserto), e mi piacerebbe tantissimo viverlo con qualche bella escursione!
    Sappi che io voglio vedere le foto o i video del sandboarding!!!

    • 2

      Ciao 🙂
      Io mi sono innamorata soprattutto del deserto, ho scoperto che questi ambienti così “estremi” dal punto di vista climatico mi affascinano in maniera incredibile! ❤
      Comunque non ho foto mie mentre faccio sandboard (non so se altri ce le hanno, ma spero di no), invece qualche immagine di altri compare sul mio video dell’Egitto 🙂

  2. 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *