Dove fare Skydiving in Veneto: quella volta che ho volato

Dove fare skydiving in Veneto. Vi racconto di quella volta che ho fatto un viaggio in verticale: il lancio in tandem con il paracadute.

Divisore tag

Ho sempre amato vedere le cose dall’alto. Non so se c’è un vero e proprio perché, ma mi entusiasma, mi carica, ed è per questo che ogni volta che prendo un aereo spero di essere seduta vicino al finestrino.

Non sono una di quelle persone che amano gli sport, ma ho sempre avuto un chiodo fisso: lanciarmi con il paracadute. Volevo provare l’emozione di un vero e proprio salto nel vuoto, volevo volare, uno dei tanti altri sogni che avevo da bambina.

Laurea triennale

Così, a due passi dalla prima laurea, ho deciso di saltare. Ho preso il computer, ho cercato dove fare skydiving in Veneto e ho scoperto che il centro non era poi troppo distante da casa mia. Ho prenotato il lancio per il 27 luglio 2013.

Lancio in tandem

Un lancio con il paracadute è un viaggio speciale. Dura poco, troppo poco per i miei gusti, e non ci si sposta in orizzontale, ma in verticale. Prima sali e poi scendi, ad una velocità sorprendente, così sorprendente da toglierti il fiato per i primi secondi.

Lancio in tandem

Dove fare skydiving in Veneto e come funziona

Ho fatto questa esperienza con Skydive Venice, che organizza lanci in tandem con istruttori esperti.

Appena arrivata sul posto spiegano a me e agli altri pazzi pronti a lanciarsi cosa succederà e cosa dobbiamo fare. Da come posizionarsi prima, durante e dopo il lancio e come funziona l’apertura del paracadute, senza dimenticare tutti quei piccoli accorgimenti fondamentali. Si sale poi su un piccolo aeroplano con i paracadutisti che ci accompagneranno nel lancio e via, si decolla.

Lancio in tandem

In venti minuti circa si raggiunge la quota prevista. A 4500 metri la porta si apre e l’emozione è a mille. È come se fossimo in alta montagna, ma in piena pianura, a due passi dal mare. Stare lassù, per me, è una benedizione. Pronti, posizione, via.

L’istruttore agganciato a me si lancia e io, chiaramente, di conseguenza. Si precipita a 200 km all’ora, il primo impatto con l’aria fa mancare il respiro per un paio secondi, perché entra dal naso e non si riesce a buttarla fuori per la troppa pressione. In un attimo, però, tutto si sistema e ci si può godere il viaggio. I fiumi e i campi sembrano finti, di un paese delle bambole, le macchine neanche si vedono.

Lancio in tandem

Che cosa si prova a lanciarsi con il paracadute? Euforia, ma soprattutto libertà. È una sensazione che si fa fatica a descrivere a parole, bisogna viverla. Però forse qualcosa che ci assomiglia esiste.

Avete presente quando, durante un viaggio in macchina, si mette il braccio fuori dal finestrino? Ecco, la sensazione corporea è simile quella, con l’aria che sbatte violentemente sulla pelle e l’avambraccio che sembra trascinato all’indietro. L’unica piccola differenza è che si sta andando infinitamente più veloce e non si sta correndo sull’asfalto, ma si sta cadendo dal cielo.

Lancio in tandem

A 1700 metri si apre il paracadute, la caduta diventa un volo controllato e l’esaltazione lascia il posto alla calma. Ora si può guardare tutto quello che ci circonda e giocare al Titanic. Il mio istruttore mi dice di aprire le braccia, come faceva Rose, e poi cominciamo a girare come una trottola, su noi stessi, a 360 gradi, sospesi tra il cielo e la terra.

Lancio in tandem

Rimettere i piedi a terra è naturale, ma allo stesso tempo strano. Come si può stare lassù e poi tornare quaggiù come niente fosse? Ora capisco quelli che mi dicevano “Lo fai una volta e poi diventa una droga“. Dai, lo rifacciamo? Magari. Mille volte.

Informazioni utili

Skydive Venice si trova in via Condulmer 12/a, a San Stino di Livenza (Venezia).

Per maggiori informazioni sui prezzi e i corsi di paracadutismo, visitate il sito di Skydive Venice. L’attività lancistica è attiva tutto l’anno il sabato e i festivi (su prenotazione anche durante la settimana), dalle 8 al tramonto.

Lancio in tandem

Vi siete mai lanciati con il paracadute? Vi piacerebbe farlo? Conoscete altri posti dove fare skydiving in Veneto? Lasciate un pensiero tra i commenti 🙂 

Divisore tag
Informazioni

Le foto sono state scattate da uno dei paracadutisti incaricati durante il lancio.


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Condividi questo viaggio

Venezia

Potrebbero interessarti:

18 Comments

  1. 1
  2. 3
  3. 5

    Vorrei tanto avere il coraggio di farlo per provare quella sensazione di libertà di cui parli, ma soffro troppo l’altezza: l’unico modo in cui riesco a godermi il volo per il momento é comodamente seduta in aereo. Bella prova!

  4. 7
  5. 9
    • 10
      • 11
        • 12

          Mai dire mai 😉 alla fine hai un istruttore con un paracadute, non corri pericolo! …Ti sto convincendo? 😉
          No dai, a parte gli scherzi, non insisto, è comprensibile non sentirsela, sappi però che faccio il tifo per te e che, in caso, voglio sapere come è andata! 😉

          • 13

            sicuramente!!!! il mio ragazzo vuole andare, ma a me non va proprio per ora! o meglio..un piacerebbe provarlo ma so che alla fine o mi butti giù o io non salto! é proprio il salto nel vuoto che mi terrorizza, anche a canyoning: fammi arrampicare, fammi passare su una corda, fammi calare ma farmi buttarmi dalle rocce? ok il primo salto..al secondo ho dato forfait dopo mezz’ora ferma ahahahahah

          • 14

            ahahah immagino! Guarda, alla fine, con il paracadute, non sei tu che ti butti, è il tipo legato a te che si butta o tu devi per forza seguirlo! Però potresti sempre aggrapparti all’aereo, anche se non è una buona idea ahah 😉

  6. 15

    Ciao Marty,
    finalmente trovo il tempo di collegarmi dal pc e commentare il tuo bellissimo blog.
    L’idea di gettarmi con il paracadute è venuta mille volte anche a me ma poi per un motivo o per un altro si rimanda e ancora non ho mai provato 🙁
    Mi piace il modo in cui lo hai descritto… chissà se proverò, ti saprò dire come è andata!

    Un bacio,

    Danila.

  7. 17

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *