I miei 5 difetti in viaggio: non è sempre tutto rose e fiori

Dopo aver parlato dei compagni di viaggio da evitare secondo me, vi dico perché io potrei essere uno di loro: i miei difetti in viaggio.

Divisore tag

Un po’ di tempo fa vi ho presentato quelli che secondo me sono i 5 compagni di viaggio da evitare. Ho ricevuto moltissimi commenti e messaggi, in tanti mi hanno detto che potrei essere la loro compagna di viaggio ideale e questo non può che farmi piacere.


 Leggi anche: 5 compagni di viaggio da evitare: i miei #nonpartocon


Siccome però faccio sempre del mio meglio per essere una persona obiettiva, ora voglio svelare i miei 5 difetti in viaggio, a causa dei quali potreste seriamente cambiare idea. Sono una compagna impegnativa, sarò sincera, quindi abbiate pietà!

difetti in viaggio

1 | Sono lunatica

Succede anche a casa, ma in viaggio è una vera scocciatura. Mi capita di svegliarmi con la luna storta e, in quei casi, difficilmente cambio idea. A volte il mio umore dipende da qualcosa di concreto: è l’ultimo giorno del viaggio? Sono triste e nervosa. Piove? Sono meteoropatica, a voi le conclusioni.

A volte però non so nemmeno io perché mi sento in un certo modo o perché ho i nervi a fior di pelle, quindi è meglio lasciarmi in un angolino o avanti cinque metri. Lo dico per voi. Certo è che tutto si può risolvere con una bella colazione, ovviamente.

difetti in viaggio

2 | Sono…un gatto

Non riuscivo a trovare una definizione per questo difetto. Asociale mi sembrava una parola eccessiva. Poi ho letto il post di Sabrina, di In my suitcase – Travelifestyle, ed ecco il termine perfetto.

Un gatto è una persona che, anche se sta viaggiando in gruppo, non ha problemi a staccarsi ogni tanto, che “se verrà accompagnato nel museo che ha deciso di visitare o sulla spiaggia che ha eletto come paradiso quotidiano, sarà contento, se andrà da solo o da sola sarà felice lo stesso”.

Io sono così, se vuoi andare in un posto che a me non interessa, io ne approfitto per andare in uno che non interessa a te, ma a me sì. In molti non apprezzano, anzi si rischiano litigate perché se si viaggia in gruppo si sta sempre in gruppo, ma io sono per l’indipendenza. Sempre, comunque e dovunque.

difetti in viaggio

3 | Faccio più foto che respiri

Sono la classica persona con la reflex sempre in mano, mille foto scattate e che se rimane indietro è proprio per fare lo scatto del secolo, perché nonpotevononfarequellafoto.

Chi ama fotografare mi capirà, per tutti gli altri mi dispiace, diciamo che è una deformazione professionale e so che può risultare molto antipatica. Però giuro, riesco comunque a godermi le cose, mai avuto rimpianti.

difetti in viaggio

4 | Non mi piace farmi fotografare

Infatti in tutte le foto dei miei viaggi io non ci sono. O quasi. Motivo per cui compaio molto poco anche su questo blog. Su dieci foto, in nove non sembro io e in una ho la faccia che pare deformata. L’undicesima forse viene bene e lì si sentono le campane. Fidatevi.

Vi lascio immaginare il disagio nel fare una nuova fototessera. Questo è un grande problema soprattutto nel momento in cui ho una brutta giornata (vedi punto 1) e il furbone di turno cerca di immortalarmi senza che me ne accorga, ma ahimè, me ne accorgo molto spesso e lì sono tuoni e fulmini. Se accetto di fare una foto vuol dire che sono molto di buon umore o che sono completamente rilassata, ma, se vengo male, o la cancelli o guai.

difetti in viaggio

5 | In viaggio sono una trottola

Anche di questo avevo già parlato nell’altro post. In viaggio ho il bisogno di scoprire, muovermi, non perdere nulla, quindi non sono una di quelle persone modello lucertola sulla spiaggia, stesa su un prato per otto ore ad ammirare le nuvole che passano e così via.

Se siete persone che in viaggio vogliono rilassarsi, non sono proprio la compagna di viaggio ideale. Anzi, potreste seriamente odiarmi, perché se non faccio io un programma, continuerò a ripetervi “che si fa?”, “dove andiamo?”. Un po’ come una bimba in auto che chiede continuamente “tra quanto si arriva?”.

difetti in viaggio

Quali sono i vostri più grandi difetti in viaggio? Siate sinceri, mi raccomando 😉 

Divisore tag

Informazioni

Le foto sono libere da copyright con licenza Creative Commons CC0 e sono state tratte da Pixabay.

*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Condividi questo viaggio

Diario

Potrebbero interessarti:

18 Comments

  1. 1

    Ahahah…ma io ti adoro!! Fantastica e soprattutto per quattro quinti li ho tutti anch’io! Mi manca l’essere lunatica, o almeno così la penso io…bisognerebbe poi chiedere conferma a chi viaggia con me! 😉
    E a proposito di gatti, io evito come la peste i viaggi in gruppo, max di 4 persone super collaudate!, rischierei di farmi venire un esaurimento e rendermi la persona più antipatica del mondo agli occhi degli altri…

  2. 3
    • 4

      Adoro queste cose ❤ Credo sia giusto che in viaggio, sopratutto se in un luogo lontano dove non si sa se ci sarà una seconda volta, una persona possa mantenere l’indipendenza. Ben fatto 😉

  3. 5

    Oh, ma che c’hanno separate alla nascita? Cioè. Non lo faccio apposta per fare la simpatica, giuro.

    N°1 celo. Mi giustifico dicendo che sono del Cancro e sono una brutta, brutta persona.

    N°2… celo pure questa, oh, avoja! Io amo tantissimo i gatti e amo la mia indipendenza, guai a chi me la tocca (però se sono in viaggio, tante volte cerco di stare in gruppo lo stesso per non creare drammi inutili, e lo so che sbaglio).

    N°3… oh, ma sono io. Massimo vorrebbe uccidermi perchè fotografo e riprendo in continuazione, figuriamoci. Blog a parte (che poi non è una colpa tenere seriamente al proprio blog), quando torno a casa adoro rivedere le foto e i video che ho fatto in viaggio, anche negli anni. I viaggi di cui non ricordo niente sono pure quelli con meno foto. Quindi non vedo perchè non dovrei farlo.

    N°4 celoissimo. Le foto di me medesima pubblicate sul blog sono tipo tre e il motivo è che sono talmente poco fotogenica che sembro sempre un’iguana in calore, qualunque cosa stia facendo e pure col monumento figo alle spalle.

    N°5 celopurequesto. E’ il motivo per cui Massimo sta odiando venire in viaggio con me. Poi però, quando torna a casa, devi vedere come racconta a tutti che ha visto quello, quello e quell’altro. Ci sarebbe anche il fattore tempo, visto che ultimamente faccio solo viaggi di due o tre giorni, e sfido chiunque ami i viaggi a vedere decentemente un posto in tre giorni. E io comunque non riesco a stare ferma neanche a casa, sono pure ansiosa, quindi figuriamoci.

    • 6

      Ma io ti adoro ❤️ ho riso un sacco leggendo il tuo commento!
      Per quanto riguarda il primo punto io mi giustifico dicendo che sono un Acquario ascendente Scorpione (due segni che sono già problematici da soli, figurati insieme!). Poi anche io uso la macchina fotografica non solo per il blog, ma anche perché ho la memoria di un’ameba e senza foto dimentico praticamente ogni cosa, a parte dettagli inutili (chissà perché poi!). Per quanto riguarda le foto, non credo di sembrare un’iguana in calore, ma di sicuro sembra che ho la faccia fatta di pongo, ma giuro, dal vivo sono una persona normale! 😀 Ultimo punto: come ti capisco! Anche i miei viaggi durano pochissimo di solito, infatti negli ultimi anni ho velocizzato il passo, ops!
      Grazie per avermi strappato un sorriso, un bacione e a presto sorella separata alla nascita! 😉

  4. 9
    • 10

      Ahah per qualcuno sicuramente sì! 😉 😛 ..Io non lo “esigo”, ma se qualcuno è più lento di certo mi innervosisco, per quello sono per l’indipendenza 😉
      Un abbraccio, Tonia. <3

  5. 11
    • 12

      Non sei l’unica, Gloria! Conosco molte persone che hanno bisogno di pianificare tutto per bene, anche se a volte è la cosa migliore, ci vorrebbe una sana via di mezzo, come per tutto! Ma non è un difetto grave dai! 😉
      Un bacio <3

  6. 13

    Marty, che carino questo post, è bello scoprirsi completamente. Condivido gli ultimi tre punti, soprattutto per la trottola, e per il non fare la lucertola al mare. Dopo un paio d’ore rischio di “stancarmi” già. Il gattino lo farei anch’io volentieri, solo che quelle rare volte che è capitato ci siam persi tutti, e ovviamente perso un sacco di tempo per ritrovarsi. Sul primo punto bisogna lavorarci un po’ Allora confermo la “gita zaino in spalla” un abbraccio

    • 14

      Grazie di cuore, Laura! <3 ..Mi fa piacere leggere il tuo commento, sono contenta di sapere che non mi hai eliminata dalla lista dei tuoi possibili compagni di viaggio <3 😉 Aaah che brutto "perdersi" in viaggio, è sempre una scocciatura perché come hai detto tu ruba tempo prezioso 🙂
      Un abbraccio e un bacio <3

  7. 15
  8. 17

    Aaaaaah Martina!! Ti capisco sai? Vedo che abbiamo tante cose in comune anche qui…
    Il punto 2 in primis!! Bella la definizione di gatto, non ne avrei trovata una migliore: anche io sono così comunque, ne avevo parlato anche io sul blog… ho bisogno dei miei spazi ogni tanto ed in viaggio è ancora più bello secondo me!
    Metereopatica? batti il cinque! Però in viaggio devo dire che lo “sento” un pochino di meno questo difetto: sarà che sono via??
    Un abbraccio!!

    • 18

      Beh, nonostante siano difetti, mi fa piacere avere anche in questo caso qualcosa in comune 😉 Io “sento il tempo” solo se sono in un posto dove mi aspetto sempre il sole e invece piove, per esempio 😉
      Un abbraccio e un bacio <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *