Lago di Costanza: da Konstanz a Meersburg

Una gita da una parte all’altra del Lago di Costanza: da Kostanz a Meersburg in giornata per scoprire la storia e le curiosità di queste due perle tedesche.

Divisore tag

Il Bodensee, conosciuto in italiano come Lago di Costanza, ha origine da un antico ghiacciaio del fiume Reno ed è il ventitreesimo lago europeo per estensione.

Anche se si divide tra Germania, Svizzera e Austria, la maggior parte delle sue rive sono tedesche. È proprio in questo Paese, nella regione del Baden-Württemberg, che sorgono due splendide cittadine: Kostanz e Meersburg.

Konstanz

Costanza

La città di Costanza è la più grande delle tante affacciate sul lago, che proprio per questo motivo, nella nostra, lingua prende il suo nome. Denominata da qualcuno “la città delle acque”, è attraversata dal fiume Reno che divide la città vecchia (a sud), da quella nuova (a nord).

La parte antica della città, al confine con la Svizzera, è la meta ideale per chi ama lo shopping e per chi preferisce un tour artistico e culturale. Qui infatti si trova la splendida cattedrale della città: Konstanzer Münster.

Piazza di Costanza, città vecchia

La storia di questa città è legata soprattutto al Concilio di Costanza (1414-1418), che aveva lo scopo di porre fine allo scisma d’Occidente.

Per ricordare questo avvenimento, presso il porto della città vecchia, si erge la moderna statua di Impéria, realizzata nel 1993 dallo scultore Peter Lenk. L’opera poggia su un piedistallo rotante (compie un giro completo ogni 3 minuti) e dai suoi 10 metri di altezza scruta il lago in ogni direzione.

Raffigura una bella cortigiana protagonista di un racconto di Honoré de Balzac, La belle Impéria mariée, che si può trovare nel volume Le sollazzevoli istorie (Contes drolatiques) del 1837.

Nel testo dello scrittore francese, la donna seduce e controlla i partecipanti al Concilio di Costanza, primi fra tutti i due uomini che avrebbero dovuto essere le personalità più grandi di questo concilio: Papa Martino V e l’Imperatore Sigismondo.

I due, uno il simbolo del potere spirituale e l’altro di quello temporale, sono oggi rappresentati come piccoli omuncoli sulle sue mani. I loro corpicini nudi, se non per la tiara e la corona che poggiano sulle loro e teste, li rendono quasi ridicoli. Sia la statua che il racconto sono dunque espressioni di una chiara satira nei confronti sia della Chiesa che della politica.

In realtà, però, il Concilio di Costanza si tenne tra il 1414 e il 1418, Impéria nacque invece nel 1485 e non visitò mai la città tedesca. Il suo vero nome era Lucrezia de Paris, una cortigiana ferrarese molto colta e apprezzata dai più influenti uomini di cultura a lei contemporanei, dunque una figura che poco ha in comune con la prostituta descritta da Balzac.

La statua di Imperia

Meersburg

Dopo aver lasciato alle spalle la statua, in un quarto d’ora di traversata si raggiunge il porto di Meersburg. L’una davanti all’altra, queste due città si guardano da secoli e sono oggi collegate da un’instancabile rete di traghetti auto e passeggeri attiva tutto l’anno, sia di giorno che di notte, con partenza ogni 15 minuti.

Lago di Costanza

Divisa tra Unterstadt (città alta) e Oberstadt (città bassa), la cittadina è un gioiellino medievale sorto a picco sul lago. Un intrecciarsi di viuzze su cui si affacciano le tipiche casette fiorite d’oltralpe. Seguendo la Steigstrasse, un percorso pedonale, si raggiunge la città alta, dove si trova il Burg Meersburg (il castello “vecchio”).

Nature and history.

Risale al 630 circa e fu sede vescovile e dimora della poetessa tedesca Annette von Droste-Hülshoff. Il castello è oggi un museo aperto tutti i giorni. I visitatori possono ammirare le stanze, la vista del lago, le armature, gli abiti medievali, le stanze della poetessa, le due cappelle (una gotica e una barocca) e le prigioni.

Meersburg.

Queste due perle tedesche offrono meraviglie. Affacciate su uno dei laghi più belli d’Europa e circondate dalla natura non lasciano indifferenti i turisti, regalando un angolo di relax e cultura a chiunque le visiti anche solo per un giorno.

Bodensee and birds.

Siete mai stati sul Lago di Costanza? Quali altri luoghi consigliereste? Lasciate un commento 🙂

Divisore tag

Informazioni

Le foto sono state scattate con una Kodak CX7330 Zoom, per vedere le altre sfogliate il mio album su Flickr.

*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Potrebbero interessarti:

2 Comments

  1. 1

    Conosco di fama il lago di Costanza ma purtroppo non ci sono mai andata! Ci sono passata per la prima volta lo scorso mese raggiungendo Friburgo: Flixbus ha fatto proprio una fermata da queste parti e me ne sono innamorata dal finestrino!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *