3 tappe fuori dal comune di Bruxelles per arricchire il vostro itinerario

Tre idee per arricchire il vostro viaggio nella capitale belga. Ecco cosa vedere fuori Bruxelles, ma a due passi (o a poche fermate) dal centro.

Divisore tag

Quando ho condiviso con voi l’itinerario dedicato a cosa vedere a Bruxelles in tre giorni, vi ho detto che la città è un puzzle, un’area metropolitana composta da diversi comuni. I loro confini, però, sbiadiscono mentre si esplora la capitale ed è per questo che a volte capita di essere in un’area con un municipio tutto suo senza saperlo.


 Leggi anche: Tre giorni a Bruxelles: cosa vedere nella capitale belga


Schaerbeek

Dopo aver dedicato spazio a Ville de Bruxelles, con il suo Pentagone, l’area di Laeken e quella del Quartiere Europeo, è arrivato il momento di parlare di cosa vedere fuori dal comune principale, ma a due passi (o a poche fermate) dal suo cuore.


 Leggi anche: Il Quartiere Europeo di Bruxelles: cosa vedere in uno dei cuori dell’UE


Vi accompagno a Ixelles, Saint-Josse-Ten-Noode e Schaerbeek per darvi qualche suggerimento per arricchire il vostro viaggio in città.

Avenue du Général de Gaulle

Ixelles

Il comune di Ixelles è tagliato in due da quello di Bruxelles, che sembra scorrere verso sud seguendo avenue Louise verso i quartieri di Louise, appunto, Cambre-Etoile e Solbosch.

mappa Ixelles

Uno dei cuori di Ixelles è Place Flagey, la piazza più grande di tutta l’area metropolitana di Bruxelles. Dal martedì alla domenica ospita anche il mercato alimentare, un’ottima occasione per trovare prodotti freschi e piccoli oggetti di uso quotidiano.

Flagey Market

Qui ci sono anche gli Étangs d’Ixelles, due specchi d’acqua semi-naturali circondati dal verde che si sono formati dal ristagno del Maelbeek, un ruscello che sfocia qualche metro più a sud, nei pressi dell’Abbazia de la Cambre.

Etangs d'Ixelles

Dei quattro stagni originari oggi ne rimangono due, perché quello meridionale si prosciugò nel corso dei secoli e due furono uniti in un unico bacino nell’Ottocento.

Oggi vi si affacciano splendide case dai dettagli eleganti, ma un tempo questa zona era sede di molti dei birrifici della città. Quando nel 1503, però, un decreto obbligò la produzione di birra ad allontanarsi di almeno un chilometro e mezzo dalle mura, tutti si spostarono verso sud.

Avenue des Eperons d'Or e Étang d'Ixelles

Orari: il Marché Flagey è attivo dalle 7.00 alle 14.30 dal martedì al venerdì, dalle 8.00 il sabato e la domenica. La zona è perfetta soprattutto se volete rilassarvi un po’ nel weekend, confidando nel bel tempo.

Come raggiungere Place Flagey: in tram linea 81, in bus linee 38, 59, 60, 70, 71, 366 e N09, tutti con fermata a Flagey.

Flagey Market

Saint-Josse-ten-Noode

Saint-Josse-ten-Noode si trova proprio al di là del Pentagone, il cuore di Ville de Bruxelles, ed è gemellata con Verona, città nella quale ho vissuto per cinque anni. La sua vicinanza con il centro storico della città vi permetterà di inserirlo facilmente nell’itinerario di viaggio.

mappa St. Josse ten Noode

Il comune è famoso soprattutto per Le Botanique, un centro culturale che si riempie spesso di musica ed eventi, ma che in passato era l’orangerie dell’antico Giardino Botanico Nazionale del Belgio.

Le Botanique

Oggi la grande serra è ancora circondata da spazi verdi, piccoli sentieri, statue e fontane. È un luogo splendido nel quale rilassarsi durante la bella stagione, tra fiori di ogni tipo, a due passi dagli alti grattacieli cittadini.

Le Botanique

Orari: il centro è aperto tutti i giorni dalle 11.00 alle 18.00, il sabato e la domenica apre alle 12.00.

Come raggiungere Le Botanique: metropolitana linee 2 e 6, tram 92 e 93, autobus 61, 318, 351 e 410, tutti con fermata a Botanique.

Le Botanique

Schaerbeek

Schaerbeek è un comune multiculturale ben collegato al centro storico e al Quartiere Europeo di Bruxelles, con il quale confina a sud.

È conosciuto anche come la “città degli asini”, perché in passato i cittadini, grandi coltivatori di ciliegie usate soprattutto per produrre la birra Kriek, erano soliti portare la loro frutta al mercato utilizzando proprio questi animali.

mappa Schaerbeek

Il suo municipio è un particolare edificio del 1887 costruito secondo lo stile noto come néo-Renaissance flamande, tipico del Belgio. Fu gravemente danneggiato da un incendio nel 1911 e ricostruito quattro anni dopo.

Come raggiungere il municipio: autobus 270, 271, 272, 620 con fermata a Schaerbeek Collignon.

Municipio di Schaerbeek

Non distante c’è l’Église Royale Sainte-Marie, una chiesa che si può vedere anche da Le Botanique e che dall’esterno è, secondo me, una delle più affascinanti della capitale.

Risalente alla seconda metà dell’Ottocento, è un mix di stile Bizantino e Romanico, un edificio eclettico con al centro un corpo circolare.

Église Royale Sainte-Marie vista da Rue Royale

Informazioni: purtroppo durante la mia visita era chiusa e non ho trovato informazioni riguardo gli orari di apertura per i visitatori. Le messe si tengono il sabato e la domenica.

Come raggiungere la chiesa: tram 92 e 93 o autobus 270, 271, 272, 358, 620 e N04 con fermata a Sainte-Marie.

Église Royale Sainte-Marie

Il luogo che ho preferito di Schaerbeek è però Parc Josaphat, un’area verde di 20 ettari realizzata nel 1901. È ciò che rimane dell’antica foresta di Linthout e al suo interno ci sono statue, specchi d’acqua e un cortile con degli asini, ormai il simbolo della cittadina.

Parc Josaphat

Come raggiungere il parco: lungo il lato nord orientale del parco corre la linea 7 dei tram con fermate Chazal, Heliotropes e Louis Bertrand. In alternativa si può arrivare con gli autobus delle linee 64 e 65, fermata Chazal (lato sud-est) o linea 66 con fermata Azalea (lato sud-ovest), Crossing o Lous Bertrand (a nord).

Parc Josaphat

Quali altri luoghi consigliereste fuori Bruxelles? Lasciate un commento 🙂

Divisore tag
Informazioni

Questo post non vuole essere in alcun modo una guida definitiva, ma solo un insieme di consigli basati sul mio viaggio in città.

Le immagini sono state scattate con un iPhone 6s* e una Canon 1100D*. Per vedere le altre potete sfogliare il mio album su Flickr.

[ubergooglemaps name=”fuori_Bruxelles”]


*All’interno di questo post sono stati inseriti link di affiliazione che vi permetteranno di vedere i prodotti citati su Amazon. Se decidete di acquistare uno o più oggetti, utilizzando direttamente questi link contribuirete senza costi aggiuntivi a supportare questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤


*All’interno di questo post sono presenti link di affiliazione (contrassegnati dall'asterisco). Ciò significa che se decidete di acquistare uno o più oggetti o di effettuare una prenotazione utilizzando questi link, quei siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci saranno costi aggiuntivi, ma così facendo contribuirete a supportare questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Potrebbero interessarti:

2 Comments

  1. 1

    Sono stata a Bruxelles diverse volte ed è una città che amo. Hai fatto bene a parlare di queste zone, non sono affatto conosciute, le persone generalmente fanno fatica ad andare oltre la zona della Grand Place e non hanno idea di quel che si perdono!

    • 2

      Ciao Erica, grazie per il tuo commento, soprattutto perché è bello avere l’opinione di qualcuno che ama la città.
      Pensa che la zona degli Étangs d’Ixelles è una di quelle che ho preferito insieme a Marolles e Sablon, sarebbe un vero peccato perderla! 🙂
      A presto ❤

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *