Cosa vedere a Napoli in (meno di) un giorno

Napoli non si può vedere tutta in un solo giorno, ma per chi, come me, ha meno di 24 ore a disposizione ecco un percorso per scoprirla.

Napoli ti stordisce, ti riempie le orecchie di suoni e gli occhi di colori. Prima di partire bisogna lasciare a casa i pregiudizi, tutte le informazioni raccolte più o meno volontariamente giorno dopo giorno, perché altrimenti la città vi nasconderà i suoi lati positivi e vi mostrerà solo ciò che voi volete vedere.

Una foto pubblicata da Martinaway (@martinasgorlon) in data:

Io sono partita da Positano con la mente completamente spoglia, l’unica cosa che avevo portato con me era la voglia di realizzare uno dei miei #Traveldreams e quella di vedere di persona questa città sulla quale tutti sembrano avere qualcosa da dire.

Napoli

Sono arrivata a Porta Nolana con poco più di un’ora di viaggio sulla Circumvesuviana e, dopo aver curiosato tra i banchi del mercato, ho iniziato la mia passeggiata verso il mare. Ecco le tappe della mia giornata alla scoperta di Napoli.

Il Vesuvio da Napoli

Duomo di Napoli

La cattedrale è una vera e propria opere d’arte, soprattutto all’interno dove il soffitto dorato si sposa perfettamente con i dettagli barocchi. Qui si trovano anche la Cappella di San Gennaro e il suo famosissimo Tesoro.

Info: la cattedrale è aperta dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 20.00 dal lunedì al sabato, la domenica dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 19.30. Via Duomo 149.

Duomo di Napoli

Duomo di Napoli

Via San Gregorio Armeno

Questa via della città è famosissima per i presepi tradizionali. Ogni negozio è ricolmo di figure religiose e laiche, di dettagli creati a regola d’arte e peperoncini portafortuna. Divertitevi a trovare volti noti come quello di Totò o delle celebrità del momento e lasciatevi stupire dall’incredibile attenzione per i particolari.

Per gli appassionati di street art: prima di arrivare in Via San Gregorio Armeno, percorrendo via dei Tribunali, fermatevi in Piazza Gerolamini. Guardando la chiesa, sulla destra, si può trovare un’opera di Banksy: una Madonna che ha sopra la testa una pistola all’interno di un’aureola.

Una foto pubblicata da Martinaway (@martinasgorlon) in data:

San Gregorio Armeno

Banksy

Spaccanapoli

Spaccanapoli è formata da via Benedetto Croce, via San Biagio dei Librai e Via Vicaria Vecchia. Si tratta di una delle più grandi arterie cittadine, nonché una delle vie più pittoresche di Napoli. Si chiama così perché taglia letteralmente in due la città.

Spaccanapoli

Port’Alba e il mercato dei libri usati

La zona di Port’Alba è ricca di librerie e banchi di libri usati. Chi ama leggere non può non dedicare un po’ di tempo alla ricerca di un’offerta imperdibile tra le bancarelle o gli scaffali. Magari non troverete ciò che cercate, ma vale la pena curiosare un po’.

Napoli, libri usati a Port'Alba

Stazione della metropolitana Toledo

Grazie al progetto “Le Stazioni dell’Arte”, Napoli può oggi vantare la stazione metropolitana più bella d’Europa (almeno secondo la CNN). Toledo è un tripudio di blu e scendendo verso la fermata vi sembrerà di immergervi sott’acqua.

Info: sul sito dell’Azienda Napoletana Mobilità potete trovare l’elenco delle altre stazioni diventate opere d’arte grazie all’intervento di artisti e architetti internazionali.

Napoli, stazione Toledo

Galleria Umberto I

A prima vista sembra quasi di essere a Milano, in Galleria Vittorio Emanuele, ma il vociare napoletano trasforma la passeggiata sotto la cupola di vetro un’esperienza nuova per chi non ha mai visitato la città.

Galleria Umberto I

Piazza del Plebiscito

Questa piazza è un altro simbolo di Napoli e forse uno dei suoi luoghi più famosi. Prima di raggiungerla non dimenticate di entrare al Caffè Gambrinus, il più antico della città, e dopo, proseguite verso il lungomare per ammirare il Vesuvio e il Golfo.

Info: il Caffè Gambrinus è aperto dalle 7.00 all’1.00 dalla domenica al giovedì, fino alle 2.00 il venerdì e fino alle 3.00 il sabato. Si trova in via Chiaia 1-2.

Caffè Gambrinus

Piazza del Plebiscito

Lungomare

Castel Nuovo

Il duecentesco Maschio Angioino è uno degli edifici più famosi della città e sorge proprio di fronte al mare. Io non sono entrata, ma dall’esterno è comunque uno spettacolo che merita di essere visto.

Info: per chi vuole visitare l’interno, Castel Nuovo è aperto dalle 9.00 alle 19.00 e l’ingresso costa 6€.

Maschio Angioino

+ Pausa pranzo alla Pizzeria Gino Sorbillo

Avevo assaggiato questa pizza a Milano ed ero curiosissima di provarla a Napoli, dove tutto ha avuto inizio. È stato il mio unico pasto “serio” in città, quindi non posso fare un paragone con le altre pizzerie e dirvi qual è la migliore. Aggiungo solo che non ho nemmeno una foto, vi lascio indovinare il perché.

Info: la pizzeria è aperta dalle 12.00 alle 15.30 e dalle 19.00 alle 24.00. Consiglio di arrivare prima dell’apertura, o dovrete fare molta coda per sedervi. Si trova in via dei Tribunali 32.

+ Merenda alla pasticceria Scaturchio

Qui ho assaggiato le sfogliatelle, sia la riccia che la frolla e ora posso dire di preferire la prima. Anche se non vado matta per i dolci, non potevo lasciare Napoli senza averle provate.

Info: la pasticceria è aperta dalle 7.20 alle 20.30. Le sfogliatelle costano 1,70€ l’una. Si trova in Piazza San Domenico Maggiore 19.

Le sfogliatelle di Scaturchio

Siete mai stati a Napoli? Vorreste andarci?

Quale pizzeria napoletana consigliate? E quale pasticceria? 🙂

Info2

MAPPA E INFO

Il percorso suggerito è lungo circa 5 chilometri, ma, visto che per vedere la fermata Toledo è necessario acquistare un biglietto della metro, consiglio di percorrerne un pezzo in metropolitana. Potete salire alla fermata Dante, poco distante da Port’Alba, e scendere a Toledo, oppure salire a Toledo e scendere a Municipio per poi proseguire verso la Galleria. Il costo del biglietto è di 1€.

Durante il mio viaggio in Campania ho soggiornato a Positano, al B&B Casa Teresa, e ho raggiunto Napoli in treno (prima un autobus fino a Sorrento, poi la Circumvesuviana). Forse può esservi utile il post su come muoversi in Costiera Amalfitana.

Per vedere le altre foto scattate a Napoli e in Campania, sfoglia il mio album su Flickr.

[hmapspro id=70]

Ti piacciono i miei contenuti? Puoi trovare nuovi post, codici sconto e anteprime tutte in una sola mail! Iscriviti ❤

*I tuoi dati sono al sicuro e non saranno mai condivisi con terze parti.*

Condividi questo viaggio

Napoli

Potrebbero interessarti:

8 Comments

  1. 1

    Mi sembra una quantità infinita di cose per mezza giornata <3 purtroppo non sono mai stata a Napoli, soltanto una volta l'ho attraversata (perché mio padre ha sbagliato strada xD) in una delle nostre peregrinazioni in Campania. Devo dire che non covo grandi pregiudizi, ma sono pronta a mettere da parte anche quelli piccoli. Specialmente dopo una pizza e una sfogliatella (in effetti la riccia mi ispira di più) 🙂

    • 2

      Io sono arrivata a metà mattinata e me ne sono andata a metà pomeriggio. Sembra molto, ma fidati, io ho fatto tutto con molta calma 😉
      Se ci vai fammi sapere, sono curiosa di sentire anche la tua opinione 😉

  2. 3
  3. 5

    Mi sembra che hai toccato alcuni dei punti turistici più famosi, riuscendo a farti un’idea della città (spero ti sia piaciuta :-)). Come prima visita, va benissimo. Così dovrai tornare per scoprire il resto 🙂

    • 6

      Mi è piaciuta moltissimo! Un peccato aver avuto solo poche ore a disposizione, avrei preferito un giro meno turistico e più completo, ma direi che come prima volta va bene, come dici anche tu 🙂
      A presto 🙂

  4. 7
    • 8

      Faresti bene ad inserirla, a me è piaciuta moltissimo anche se ci sono stata solo poche ore! Se avessi avuto più tempo mi sarei fermata sicuramente di più a Port’Alba, infatti spero di tornarci presto 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *