Lower Manhattan: 5 cose da vedere dove nacque New York

Lower Manhattan è il cuore di New York, la zona che raccoglie il maggior numero di ricordi di quella che è ora una delle città più famose e visitate del mondo. Ecco un breve percorso a piedi per scoprirla.

Divisore tag

Lower Manhattan è l’origine di tutto. Nel 1626, in quello che è ora il piccolo giardino Bowling Green, un olandese di nome Peter Minuit acquistò l’intera isola di Manna Hata (letteralmente “l’isola dalle molte colline”) dagli indiani Lanape per l’equivalente di 24 dollari e chiamò il nuovo insediamento Nuova Amsterdam.

Ecco un breve percorso a piedi per scoprire cosa vedere in questa zona di New York.


 Leggi anche: Alla scoperta della storia di New York con Edward Rutherfurd


City Hall Park, lower Manhattan

Battery Park e l’American Merchant Mariners’ Memorial

Battery Park è uno dei punti principali di Lower Manhattan, perché proprio dai suoi moli partono i traghetti per raggiungere la Statua della Libertà ed Ellis Island.

Qui c’è anche l’American Merchant Mariners’ Memorial, la scultura che ricorda un tragico evento accaduto durante la Seconda Guerra Mondiale, quando l’esercito tedesco attaccò con un sottomarino una nave mercantile statunitense. L’opera, realizzata nel 1991, è dell’artista Marisol Escobar e vuole celebrare tutti i marinai, anche senza nome, morti in mare.


 Leggi anche: Visitare Ellis Island: la porta degli Stati Uniti


American Merchant Mariners' Memorial, lower Manhattan

La zona di Wall Street

Non distante da Battery Park sorge il vero e proprio Financial District, il quartiere finanziario nato intorno a Wall Street.

Poco prima di raggiungerne il centro nevralgico si incontra il Bowling Green, un piccolo giardino che da un lato vede il National Museum of American Indians (il museo dedicato ai Nativi Americani, prima sede dell’antica dogana) e dall’altro il famosissimo Charging Bull, il toro ormai diventato il simbolo della Borsa Valori newyorkese.

Poco lontano, percorrendo la Broadway si incontrano Exchange Place e Wall Street, che portano entrambe alla New York Stock Exchange.


 Leggi anche: New York: cosa vedere e cosa fare se la visitate per la prima volta


Charging Bull.

Trinity Church e il suo cimitero

Trinity Church è uno dei luoghi storici più caratteristici di Lower Manhattan e di New York. Questa piccola chiesa che sorge tra i grattacieli e i palazzi del quartiere finanziario venne ricostruita nel 1846, ma la sua fondazione risale al 1697, tanto che si possono trovare lapidi che risalgono proprio a quel periodo.

Il suo cimitero è uno dei luoghi più famosi e suggestivi della città: qui riposa anche Robert Fulton, l’inventore della macchina a vapore. Fu la prima parrocchia anglicana di New York.

Trinity Church, lower Manhattan

Il 9/11 Memorial

Ho già parlato del 9/11 Memorial in un altro post, quindi qui non scriverò molte righe. Il memoriale dell’11 settembre è oggi uno dei luoghi più visitati di New York e anche uno dei più emozionanti. Di recente ha aperto anche il One World Trade Center, il grattacielo più alto di tutta la Grande Mela.


 Leggi anche: Il Memoriale dell’11 settembre a New York: l’urlo silenzioso della speranza


One World Trade Center

Il Civic Centre

Percorrendo il Ponte di Brooklyn verso Manhattan si arriverà nella zona governativa di New York, con i suoi palazzi in vetro, quelli più antichi in marmo bianco e gli uomini con le ventiquattrore che riempiono le strade.

In questa zona ci sono il City Hall Park, che al suo interno ha anche il municipio di New York (la City Hall), la Corte Suprema e l’African Burial Ground, luogo di sepoltura di migliaia di schiavi africani.


 Leggi anche: Il Ponte di Brooklyn a piedi: due passi sull’East River


City Hall Park, lower Manhattan

Lower Manhattan è una zona fatta di turisti e uomini d’affari, piena di piccoli truck che vendono panini e bretzel per chi va di fretta. Insomma, un po’ per tutti. Qui ho assaggiato il mio primo hot dog newyorkese (gira voce che i migliori siano proprio in questa zona, ma non saprei dire se è vero, a me sono sembrati tutti buonissimi) e ho preso un traghetto per incontrare Lady Liberty. Ma questa è un’altra storia.


 Leggi anche: La Statua della Libertà: visitare e scoprire la regina di New York


Wall Street.

Dove dormire a New York


Dove dormire a New YorkDurante il mio viaggio a New York ho soggiornato all’Hotel Mela*, a due passi da Times Square.

Le camere sono pulite e comode, leggermente più spaziose rispetto ad altre di Manhattan. In più l’albergo si trova in una posizione strategica per scoprire l’intera città perché Times Square non è solo centrale, ma è anche servita da molte linee della metropolitana.


Secondo voi ci sono altre cose da vedere a Lower Manhattan? Vi piace questa zona della città? Fatemelo sapere nei commenti 🙂

Divisore tag
Informazioni

Questo post con le cose da vedere a lower Manhattan è frutto della mia esperienza. Non vuole essere una guida completa, ma un punto di partenza o lo spunto per un itinerario.

Come raggiungere Lower Manhattan

Per raggiungere Battery Park il mezzo più comodo è la metropolitana della linea rossa (1) con fermata local a South Ferry; per Bowling Green la linea verde (5) con fermata express a Bowling Green; per Wall Street linea verde (4 o 5) fermata express a Wall Street; per il Civic Centre linea verde (4, 5 o 6), con fermata express City Hall – Brooklyn Bridge, o gialla (R) con fermata local a Chamber Street.


 Leggi anche: Come muoversi a New York: metropolitana, autobus e taxi


Se state organizzando il percorso per la vostra prima volta a New York vi consiglio di dare un’occhiata alla pagina con tutti gli articoli su New York.

Le immagini sono state scattate con una Canon 1100D*. Per vedere le altre potete sfogliare il mio album su Flickr.


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Potrebbero interessarti:

2 Comments

  1. 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *