Cosa mangiare a Palermo: 5 cibi da assaggiare

Cosa mangiare a Palermo? Ecco cinque cibi che non potete non assaggiare durante la vostra visita alla città (E i consigli su dove prenderli).

Divisore tag

Ho visitato Palermo a piedi, andando da una parte all’altra della città per vedere le cose più belle che aveva da offrire. Sono rimasta affascinata dal maestoso Teatro Massimo e ho passeggiato tra i banchi di Ballarò, mi sono innamorata dell’esterno della Cattedrale, della Cappella Palatina e della Fontana di Piazza Pretoria.

La città però non va solo vista, va anche assaggiata e ve lo avevo già anticipato. Durante la mia visita ho dato retta anche allo stomaco e al palato per gustare alcuni tra i più importanti e significativi sapori palermitani. In questo post vi dico cosa mangiare a Palermo (almeno una volta).

Pani câ meusa alla Vucciria

Iris con la ricotta

Per iniziare la giornata con il botto. L’iris è un bombolone ripieno di ricotta e gocce di cioccolato, ricoperto di pan grattato e poi fritto. È tipico di Palermo e non è semplicissimo trovarlo in altre zone della Sicilia, quindi, se siete in città e amate i dolci, approfittatene.

Come potete immaginare, è un dolce piuttosto pesante e abbondante, ma è buonissimo! E ve lo dico io che di solito preferisco il salato.

Un consiglio su dove mangiarla: l’ho assaggiata al bar Marocco, proprio di fronte la Cattedrale di Palermo. Ci era stato segnalato come uno dei migliori. Costa 2,50€.

Iris con ricotta

Pani câ meusa

In italiano “panino con la milza”, anche se è molto riduttivo. Non è infatti composto solo da milza, ma anche da polmone e trachea di vitello bolliti e poi tagliati a fette sottili. Viene preparato in un grande pentolone inclinato, il meusaru, ed è un tipico cibo di strada di Palermo.

Personalmente ho un’avversione per le interiora e tutti i pezzi di carne “non convenzionali”, ma l’ho assaggiato ugualmente, perché ero curiosa, e ammetto che il sapore era davvero ottimo. Un peccato che il sapere cosa stavo masticando mi abbia impedito di mangiarne uno intero.

Un consiglio su dove mangiarlo: al mercato de La Vucciria. Lì potete trovare il signore che vedete nella foto sopra che lo prepara secondo la tradizione. Il piccolo costa 2,50€, il grande 5€.

Pani câ meusa

Pane, panelle e crocché

La panella è una piccola frittata di farina di ceci, acqua e prezzemolo e, preparata in questo modo, è tipica della città di Palermo. Le crocché, invece, sono crocchette di patate. Il tutto viene inserito all’interno di un panino. Come potete immaginare è un pasto piuttosto secco e per questo viene spesso proposto con le melanzane.

Un consiglio su dove mangiarlo: da Nni Franco U’Vastiddaru, in Via Vittorio Emanuele 102. Costa 1,50€.

Pane, panelle e crocchè

Arancina

L’arancino o arancina (nel palermitano e nella Sicilia occidentale) è forse uno dei cibi siciliani più famosi. Si possono trovare un po’ ovunque sull’isola e con tanti ripieni diversi. Io l’ho assaggiato con il pistacchio, il prosciutto e la mozzarella e il tradizionale al ragù, il mio preferito.

Un consiglio su dove mangiarlo: c’è davvero l’imbarazzo della scelta, ma una persona che ha abitato a Palermo mi ha consigliato quello di Nino u’ Ballerino, in Corso Camillo Finocchiaro Aprile 76. Costa 1,50€.

Arancina da Nino u'Ballerino

Cannolo

Sembra che i cannoli siano tipici dell’area di Caltanissetta, ma le loro origini non sono certe e ormai sono diffusi in tutta l’isola. Sono fatti di una cialda di pasta fritta e ripieni di ricotta di pecora. È a Palermo che ho assaggiato il più buono di tutto il mio viaggio di dieci giorni in Sicilia, quindi non potevo non inserirlo nella lista.

Un consiglio su dove mangiarlo: all’Antico Caffè Spinnato, in via Principe di Belmonte 107. Quelli piccoli, presi al banco, costano 1€.

Cannoli da Spinnato

Aggiungereste altro all’elenco di cosa mangiare a Palermo? Quale di questi cibi vi ha incuriosito di più o quale vorreste provare? Lasciate un pensiero tra i commenti 🙂

Divisore tag

Informazioni

L’elenco di che cosa mangiare a Palermo e i consigli su dove trovare i cibi sono frutto della mia personale esperienza. L’articolo non vuole assolutamente essere una guida definitiva. Ogni altro suggerimento è ben accetto tra i commenti.

Ti piacciono i miei contenuti? Puoi trovare nuovi post, codici sconto e anteprime tutte in una sola mail! Iscriviti ❤

Potrebbero interessarti:

7 Comments

  1. 1

    Al mercato della Vucciria, gli arrosticini, io e mio marito abbiamo cenato lì durante una partita dell’Italia,esperienza unica; zona Kalsa verso il mare esiste e resiste invece un banco che prepara solo fritto, frigge qualunque cosa e si digerisce con litri e litri di spuma bionda, una goduria immensa, Palermo merita sempre

  2. 3

    Che bontààààà aiuto!! Io sto già andando in ipersalivazione per il mio viaggio a Roma, e credo che per Palermo e la Sicilia sarei nella stessa condizione!! Sarei super curiosa di assaggiare l’iris, di cui non avevo mai sentito parlare, e credo che assaggerei anche il panino con la milza, tanto decantato dai miei amici siciliani e non. Panelle, crocché, arancine e cannoli…vabbè, cosa dire!!!
    Ho fame.

  3. 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *