Cosa fare a Londra in tre giorni: itinerario per vivere la città

Cosa fare a Londra in tre giorni per vivere le sue mille opportunità: musei, spettacoli, attrazioni e shopping. Il mio itinerario alla scoperta della capitale.

Divisore tag

Non vedevo l’ora di tornare a Londra, la città di Bridget Jones e Mark Darcy, la stessa di Harry Potter. Questo viaggio mi ha permesso di scoprire la capitale britannica come si deve.

Certo, forse settantadue ore non bastano per capirla davvero e sicuramente sono poche per vedere tutto ciò che ha da offrire, ma sono sufficienti per farsi un’idea generale e lasciarsi andare tra pub, visite e applausi.


 Leggi anche: Come muoversi a Londra: dalla metropolitana al taxi in città


Fascinating London.

Ho provato a non farmi mancare niente. Ho provato a scoprire il suo lato romantico, quello storico e quello surreale. Dopotutto è la città dove convivono Portobello e la City, le guardie impettite e gli artisti di strada.


 Leggi anche: Curiosità su Londra: 10 cose che forse non sapevate


Ecco il mio itinerario e i miei consigli su cosa fare a Londra se anche voi volete vivere la città tra mercati, musei e spettacoli.

Welcome to London

Ammirare Londra dall’alto

Dicono che per vedere in maniera oggettiva le cose bisogna fare un passo indietro. Londra ti permette di fare un balzo, ma verso l’alto e di ben 135 metri.

Aperto al pubblico nel 2000, il London Eye è una delle ruote panoramiche più grandi al mondo e impiega una trentina di minuti per fare un giro completo. Dal punto più alto la vista è mozzafiato. La capitale britannica è ai tuoi piedi: Buckingham Palace, Trafalgar Square, Saint Paul Cathedral. Sappiate però che non è l’unico luogo dal quale vederla dall’alto, ce ne sono anche di gratuiti.


 Leggi anche: Il London Eye: ammirare Londra dall’alto


London Eye

Passeggiare lungo il Tamigi

Scesi dal London Eye non si può non passeggiare lungo il riverside di Southbank dove ci si imbatte senza volerlo nei numerosi artisti che si esibiscono durante il giorno.

Musicisti, ballerini, statue umane e giocolieri, ce n’è per tutti i gusti. Intrattengono adulti e bambini dagli sguardi ammaliati e senza pretendere troppo. Una sosta è obbligatoria, per rilassarsi, divertirsi e stupirsi.


 Leggi anche: Southbank a Londra: passeggiare lungo il Tamigi tra artisti e mercatini


Enchanting.

Esplorare i negozi più curiosi

Londra significa anche shopping e negozi e non solo per gli shopaholic. Al numero 1 di Swiss Court si erge in tutti i suoi colori l’M’&M’s World. Il nome dice tutto. Quattro piani di cioccolato e gadget dei famosissimi confettini colorati.

Il profumo di cioccolato appena varcata la soglia ti invade mandando la glicemia alle stelle e i colori mettono un’allegria contagiosa. Attenti al portafoglio, alcune cose sussurrano “comprami!”, ma non sono per niente economiche.

M&M's rainbow.

Per rimanere in tema di negozi specializzati, passiamo al più piccolo Twinings Shop, uno scricchiolino al 216 Strand. Per gli amanti del tè una visita è assolutamente consigliata.

In Italia molti dei gusti non sono in vendita e una scorta di bustine non fa mai male, soprattutto se si vuole evitare il classico Earl Gray inglese. Il prezzo è contenuto: £1,50 per dieci bustine assortite a tua scelta.

Twinings.

Da un negozio minuscolo ad uno mastodontico, sto parlando di Harrods. Sette piani extra lusso, con qualche angolo dedicato alle persone normali, come quello per bambini e lo spazio destinato alla vendita dei gadget, dalla classica borsa nera lucida alle tazze.

Le scale mobili egiziane permettono non solo di raggiungere tutti i piani, ma anche di assistere all’esibizione di una cantante lirica su uno dei balconi interni che si affacciano proprio sulla scala.

Let's go shopping.

Cibo, vestiti, elettronica e arredamento, ce n’è per tutti i gusti, soprattutto se il budget personale ce lo consente. Al piano interrato si trova il piccolo monumento dedicato alla Principessa Diana e Dodi Al-Fayed. Il pellegrinaggio di turisti è costante tra curiosità e saluti devoti.

Pink Chocolate.

Camminare tra le bancarelle di Covent Garden

Lo shopping non si fa solo nei negozi e Covent Garden ne è la prova. Bancarelle di ogni tipo che si susseguono in un mix di sapori, odori e colori. Cupcake colorati, bigiotteria, arte e cucine internazionali permettono a chi visita questo mercato di spaziare da un prodotto all’altro senza limiti geografici e di prezzi.

Si può dare solo un’occhiata facendo due passi in totale relax oppure mettere mano al portafoglio, in ogni caso bisogna farci un salto. Il vostro viaggio alla scoperta di Londra in tre giorni diventerà dolcissimo.

Cupcakes.

Esplorare i mercatini: Portobello e Riverside Market

Se il venerdì è casual, il sabato è vintage. Il mercato di Portobello ci fa fare un salto nel tempo, nonostante la contemporaneità che si è fatta strada anche qui nel corso degli ultimi anni. Libri antichi, macchine fotografiche d’epoca, vestiti vintage e oggetti d’antiquariato d’ogni genere si ammassano nelle bancarelle e nei negozi nella speranza di trovare un nuovo proprietario.

Se il vostro scopo è quello di visitarlo come si deve godendovi anche una passeggiata rilassante andate nella prima metà della mattinata o la calca vi schiaccerà senza esclusione di colpi.


 Leggi anche: Il mercato di Portobello, una Londra vintage


Made in England.

Più modesto è il Riverside Market non lontano dal London Eye: poche bancarelle dedicate esclusivamente ai libri usati. Se si è fortunati si possono trovare piccoli gioielli editoriali, ma la maggior parte dei testi è semplicemente in cerca di un nuovo scaffale che li accolga, senza pretese.

Sea of books.

Visitare i Musei

I musei a Londra non mancano e in tre giorni bisogna sicuramente fare una scelta. Il British Museum, per esempio, permette di addentrarsi nella storia dell’umanità dalle popolazioni preistoriche all’età moderna. È un viaggio indietro nel tempo tra antico Egitto, civiltà classiche e medievali, passando per l’Oriente e l’America Latina.

L’entrata è gratuita e la quantità di stanze e oggetti da ammirare invidiabile. Facendo un giro veloce per avere un’idea generale di tutto ciò che ha da offrire ci si impiegano circa due ore. Non sono sicura di voler sapere quanto ci si mette a fare una visita attenta e dettagliata.

Rosetta Stone.

Affascinante è anche il Natural History Museum. Non contiene solo le varietà zoologiche presenti, ora e in passato, sul nostro pianeta, ma anche una zona dedicata al pianeta Terra esaminato dal punto di vista geologico e una destinata all’essere umano.

Anche se richiede molto per essere visitato (circa due ore se ci si accontenta di una visita veloce), le varie esperienze interattive e pratiche che il museo offre permettono di divertirsi e non annoiarsi. Non sarebbe necessario aggiungere che non si paga un centesimo.


 Leggi anche: Musei a Londra: il Natural History Museum e il British Museum


Natural History Museum.

Fare tappa a King’s Cross (per gli amanti di Harry Potter)

A Londra lo spettacolo è di casa e ci sono moltissimi angoli noti grazie a film e spettacoli. Uno dei tanti è la famosa stazione ferroviaria di King’s Cross che ospita il negozio dedicato ad Harry Potter e un curioso carrello che entra scenograficamente nel binario 9 e ¾.


 Leggi anche: I luoghi di Harry Potter a Edimburgo: seguendo le orme di J.K. Rowling


Binario 9 e 3/4

Trascorrere una serata a teatro

Poi ci sono i teatri, moderni e antichi, come il Globe. Il teatro di Shakespeare è rimasto pressoché invariato nei secoli e ancora oggi ospita performance shakespeariane vicino al Tamigi.

Anche il musical è di casa e la zona di Victoria Station (ma non solo) ospita una vasta quantità di teatri, ognuno dedicato ad uno spettacolo, messo in scena ogni sera. Wicked, Billy Elliot, Mamma Mia, The Lion King, la scelta è ampia e i biglietti vanno da un minimo di £15,00 ad un massimo che supera di poco le £90,00 per i posti migliori.

Se si sceglie di non perdere l’occasione di vedere un bel musical si possono comparare i biglietti a una buona tariffa su internet oppure tentare la sorte il pomeriggio stesso. Le biglietterie offrono gli ultimi posti a prezzi scontati, un ottimo affare.

Elphaba's melodies.

Camminare nel verde di Hyde Park e Kensigton Gardens

Per chi ama fare due passi nella natura Hyde Park è l’ideale per trascorrere delle ore in totale relax. C’è chi fa jogging, chi si rilassa sulle numerose panchine e chi passeggia in tranquillità. C’è posto per tutti e per tutte le attività. Gli animali non mancano, dai riservati uccelli agli amichevoli scoiattoli che ti rubano le noccioline di mano se solo gliele porgi pazientemente.

Good appetite.

Se si prosegue verso la zona di Kensington Gardens sarà possibile ammirare la statua dedicata a Peter Pan, che proprio in quei luoghi, secondo lo scrittore James Matthew Barrie, ha iniziato le sue avventure.

Neverland in Kensington.

La regalità e l’unicità della città si vedono nei suoi simboli più famosi: da Buckingham Palace e il cambio della guardia, al Tower Bridge e la Torre di Londra, da Westminster e il Big Ben, ai taxi neri e i doubledecker bus.

Londra è cosmopolita, viva e pronta ad offrire mille modi per viverla, basta scegliere il percorso giusto, quello che ci calza a pennello di sicuro esiste, basta avere la pazienza di trovarlo.

Colourful lights.

Dove dormire a Londra


Dove dormire a LondraDurante il mio viaggio a Londra ho soggiornato all’hotel Princess Square*. Avevo optato per la sola camera, senza pasti, ma lo consiglio perché la stanza era pulita e molto spaziosa, anche il bagno era ampio.

Si trova non distante dalle fermate metro Bayswater e Queensway, perfette per esplorare la città, da Kensington Gardens, Notting Hill e Portobello.


Siete mai stati in questa città? Cos’altro inserireste nella lista su cosa vedere a Londra in tre giorni? Lasciate un pensiero tra i commenti 🙂

Divisore tag
Informazioni

Le fotografie inserite all’interno del post sono state scattate con una Canon 1100D*, per vedere le altre sfogliate il mio album su Flickr.

Come muoversi a Londra

Anche per gli sportivi più allenati visitare Londra esclusivamente a piedi può essere una tortura. Per muoversi è consigliabile comprare una Travel Card giornaliera, che al costo di £12,30 permette di usufruire illimitatamente di metropolitana e autobus. C’è anche l’opzione settimanale che parte da £33. Se avete intenzione di visitare Londra in tre giorni potrebbe convenire la seconda.

Come raggiungere Londra

Con i voli low-cost dall’Italia normalmente si arriva all’aeroporto di Gatwick, a circa mezz’ora di treno dalla capitale. Il Gatwick Express parte dall’aeroporto per arrivare direttamente a Victoria Station circa ogni quarto d’ora. I biglietti sono acquistabili online e si può usufruire di varie offerte, come quella dedicata ai gruppi di quattro persone: i biglietti andata e ritorno costano la metà se si viaggia insieme.


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Potrebbero interessarti:

11 Comments

  1. 1

    Ciao!
    Sto programmando quattro giorni a Londra. Essendoci già stata varie volte (mentre per il mio ragazzo è la prima volta), stavo cercando qualche nuovo spunto per non fare il “solito” giro.
    Nell’articolo ho trovato delle idee interessanti, tra cui il Twinings Shop, di cui ignoravo l’esistenza ;( Non capisco proprio come mi sia sfuggito…

    • 2

      Ciao Anna 🙂
      A me il negozio è piaciuto molto. Di solito preferisco il tè sfuso, ma lì c’è la possibilità di prendere le singole bustine in modo da provare più gusti possibili evitando così di acquistare i classici 100gr, una bella idea! Io te lo consiglio, è minuscolo e ti porterà via poco tempo (a meno che, come me, tu non sia indecisa su cosa prendere) 😉
      Vi auguro buon viaggio!

  2. 3
    • 4

      Ciao Roberta 🙂

      Eh sì, il primissimo 🙂 sono felice che ti piaccia e che tu veda “me” anche in questo post. 🙂
      Londra ha quel che di antico e moderno insieme che affascina 😉
      Un bacio ❤️

  3. 5

    Splendido e ricchissimo racconto 🙂 Mi ha fatto venir nostalgia delle cose viste e desiderio di quelle che mi mancano. E mi confermi che Portobello è ricca di antiquariato… contando che io sono finita in un normalissimo mercato del sabato mattina probabilmente ho sbagliato qualcosa 🙁

  4. 8
  5. 10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *