Come muoversi a Berlino: le informazioni utili per spostarsi in città

Le informazioni utili su come muoversi a Berlino. Autobus, tram, metropolitane e treni per scoprire il centro città e raggiungerlo dai due aeroporti (e qualche consiglio in più). 

Divisore tag

Anche se in viaggio adoro spostarmi a piedi, perché mi permette spesso di scoprire angoli e scorci che altrimenti perderei, a Berlino ho dovuto prendere i mezzi più di una volta.

La capitale tedesca è molto estesa e, se alcuni luoghi simbolo sono vicinissimi tra loro, altri sono agli angoli opposti della città e raggiungerli camminando richiederebbe davvero troppo tempo.


 Leggi anche: Impressioni e pensieri su Berlino: città dai due volti


Dopo essere salita su autobus, tram e vagoni della metropolitana, ho raccolto in questo post tutti i consigli e le informazioni che ritengo utili (da come raggiungere la città dall’aeroporto a come spostarsi da una parte all’altra del centro) per muoversi a Berlino.

Nikolaiviertel

Gli autobus

Gli autobus di Berlino sono attivi dal 1846 e servono la maggior parte della città. Sono comodissimi per raggiungere le aree più periferiche e, a differenza della metropolitana, vi permetteranno di dare un’occhiata alla capitale tra una tappa e l’altra. Io l’ho usato anche per raggiungere Charlottenburg.


 Leggi anche: Il Castello di Charlottenburg di Berlino: storia ed eleganza


Ne esistono quattro tipi diversi:

  • gli autobus tradizionali, con linee numerate da 100 a 399. Il 100 parte da Alexanderplatz e arriva allo Zoologische Garten, lo Zoo, attraversando tutto il centro e può essere considerato una sorta di bus turistico perché ferma nei luoghi principali della città;
  • gli autobus notturni, con il numero della linea anticipato dalla lettera N (ad esempio N7). Sono attivi tutti i giorni dalle 00.30, ma dalla notte domenica e lunedì a quella tra giovedì e venerdì il servizio si ferma alle 4.30, mentre nella notte tra venerdì e sabato un’ora dopo. La notte tra sabato e domenica sono attivi fino alle 7.00. Passano ogni 30 minuti circa e durante la settimana sostituiscono anche le linee della metropolitana;
  • gli ExpressBus, con il numero della linea anticipato dalla lettera X (ad esempio l’X7). Fanno meno fermate e permettono di arrivare a destinazione più velocemente;
  • i MetroBus, con il numero della linea anticipato dalla lettera M. Sono attivi 24 ore e spesso sono segnalati anche sulle mappe ferroviarie e metropolitane.

I biglietti si possono acquistare a bordo. Se li comprate prima, ricordatevi di obliterarli alla fermata di partenza o appena saliti a bordo.


 Leggi anche: Berlino: cosa vedere in tre giorni nella capitale tedesca


I tram

A Berlino le linee dei tram sono 22 e servono principalmente le zone orientali della città, al d là del fiume Sprea. Oltre a quelli tradizionali, esistono anche i MetroTram, che sono attivi 24 ore su 24, più veloci e, soprattutto, più frequenti.

A me è capitato di prenderli solo una volta: dalla Hauptbahnhof al Memoriale del Muro di Berlino (Gedenkstätte Berliner Mauer).


 Leggi anche: Il Muro di Berlino: i luoghi da vedere lungo il suo percorso


I biglietti si possono acquistare a bordo (solo monete) e sono pre-obbliterati.

Tram a Berlino

La metropolitana

A Berlino esistono due tipi di metropolitana: la S-Bahn, quella di superficie, e la U-Bahn, quella sotterranea. In entrambi i casi non sono presenti tornelli per accedere, ma ricordate che i biglietti, acquistati alle macchinette, vanno obliterati come nelle normali stazioni ferroviarie. Le linee sono attive dalle 4.00 all’1.00 durante la settimana e 24 ore nei weekend.

La S-Bahn è indicata con una S su sfondo verde, ha ben 15 linee e copre un’area molto vasta arrivando addirittura all’aeroporto di Schönefeld, il più lontano dal centro, con la S9 e la S45.

Kurfürstenstrasse, stazione della S-Bahn

La U-Bahn è indicata invece con una U su sfondo blu, ha 9 linee e vi permetterà di muovervi con estrema comodità da una parte all’altra della città tra le sue 173 stazioni.


 Leggi anche: 10 curiosità su Berlino che forse non sapevate


Quest’ultima, anche se non vi mostrerà la capitale lungo il tragitto, riuscirà comunque a regalarvi delle belle sorprese. Ogni stazione, infatti, ha una sua personalità che emerge attraverso murales, mosaici di piastrelle e immagini storiche della città o della stessa metropolitana.

Fermata della metropolitana di Klosterstrasse

I costi di autobus, tram e metropolitana

Berlino è divisa in tre aree: la zona A, che comprende il centro storico, la zona B, al di fuori delle linee S-Bahn, e la zona C, che comprende anche l’aeroporto di Schönefeld e la città di Potsdam. Al momento dell’acquisto dei biglietti dovete tenere a mente questa suddivisone, perché per l’ultima è previsto un prezzo maggiorato: 3,40€ a tariffa intera, 2,50€ tariffa ridotta dai 6 ai 14 anni.

Per le aree A e B, invece, sarà sufficiente un biglietto standard (valido solo un’ora) oppure potete scegliere fra un carnet da 4 corse, un ticket giornaliero, settimanale o di gruppo:

  • tratta singola: 2,80€ (1,70€ per bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni);
  • tratta breve (massimo tre fermate): 1,70€ (1,30€ ridotto);
  • biglietto giornaliero: 7,00€ (4,70€ ridotto);
  • biglietto settimanale: 30,00€;
  • carnet 4 corse: 9,00€;
  • biglietto di gruppo (massimo 5 persone): 19,90€.

Cliccando qui potete scaricare una mappa in PDF con le linee e le aree dei mezzi di Berlino.

Fermata della metropolitana di Klosterstrasse

Come raggiungere il centro di Berlino dagli aeroporti

Berlino ha due aeroporti principali: quello meridionale di Schönefeld (SXF), nel comune omonimo, e quello settentrionale di Tegel (TXL).

Oberbaumbrücke

Dall’aeroporto di Schönefeld

L’aeroporto di Schönefeld probabilmente è quello nel quale atterrerete se volate con le principali compagnie low cost, Ryanair in primis. È il più distante dal centro città, ma è ben collegato sia attraverso il treno (linee R) che attraverso la S-Bahn (linee S).

Poiché l’aeroporto si trova nell’area C della città, un viaggio di sola andata fino al centro di Berlino, che sia in treno, metropolitana o autobus, costa 3,40€ (2,50€ per i bambini dai 6 ai 14 anni).

In treno: dall’aeroporto di Schönefeld partono ogni 30 minuti i treni Airport Express delle linee regionali RE7 e RB14. Tra le fermate principali ci sono Ostbahnhof (raggiungibile in circa 30 minuti), Alexanderplatz, Friedrichstrasse e Hauptbahnhof (dove arriverete in circa 45 minuti). Starà a voi decidere qual è più comoda per raggiungere il vostro alloggio in città, ma in ogni caso sono tutte ben servite dalla metropolitana.

In metropolitana: una seconda opzione, quella che ho scelto in occasione del mio viaggio (sia all’andata che al ritorno), è prendere i mezzi S9 o S45 della S-Bahn. Nel mio caso era più comoda soprattutto per gli orari, ma può rivelarsi utile perché collega più stazioni rispetto ai treni Airport Express. I tempi di percorrenza sono più o meno gli stessi e i mezzi partono ogni dieci minuti.

In autobus: da Schönefeld non partono autobus diretti in centro, ma le linee 171, N7 o X7 vi porteranno fino alla stazione della metropolitana U7 Rudow (U-Bahn) attraverso la quale potete poi raggiungere il cuore di Berlino. Potrebbe rivelarsi una buona soluzione se soggiornate nei quartieri più meridionali.

In taxi: se da una parte il taxi è la scelta più costosa, dall’altra potrebbe essere la più comoda. Ovviamente dipende dal numero di viaggiatori, di bagagli e dal luogo che dovete raggiungere. Sappiate, però, che una corsa fino in centro parte solitamente da un minimo di 40€.

Semaforo di Berlino

Dall’aeroporto Tegel

L’aeroporto Tegel è il principale di Berlino e quello più vicino al centro. A differenza di Schönefeld, però, concentrandosi sui mezzi pubblici, è collegato in maniera diretta alla città solo attraverso l’autobus.

L’aeroporto si trova all’interno dell’area B della città, quindi sarà sufficiente un biglietto standard.

In autobus: l’aeroporto Berlin Tegel è ben servito dagli autobus cittadini delle linee 109, 128, X9 e TXL, che raggiungono, tra le tante, le stazioni di Zoologischer Garten, Hauptbahnhof e Alexanderplatz (quest’ultima in una quarantina di minuti).

In metropolitana: come dicevo, dall’aeroporto Tegel non passano le linee della metropolitana, ma attraverso gli autobus delle linee X9 e 109 si possono raggiungere in una decina di minuti le fermate di Jakob-Kaiser-Platz (linea U7) e Kurt-Schumacher-Platz (linea U6), comodissime per poi spostarsi in altre aree della città.

In taxi: per il taxi valgono le stesse riflessioni fatte per il primo aeroporto, ma in questo caso la corsa per raggiungere il centro parte solitamente da un minimo di 20€.

Hauptbahnhof

Informazioni utili: i controllori

A differenza di quanto accade in Italia, a Berlino i controllori agiscono in borghese. Salgono sul mezzo come normali passeggeri, aspettano che le porte si chiudano definitivamente (in modo che nessuno possa scendere al volo) e poi mostrano il proprio tesserino con modi estremamente autoritari.

Ovviamente ricordatevi di timbrare il biglietto e, se come me avete una Berlin Welcome Card, non dimenticate di mostrare il ticket e la mini guida che vi vengono dati al momento dell’acquisto o del ritiro.

Un treno della U-Bahn

Informazioni utili: la Berlin Welcome Card

Durante il mio viaggio nella capitale tedesca ho utilizzato la Berlin Welcome Card, un biglietto che permette di utilizzare gratuitamente i mezzi e di avere a disposizione oltre 200 offerte scontate relative a musei (come il Berlin Story Bunker), negozi, attrazioni (come la Torre della Televisione), luoghi simbolo (il Duomo, per esempio) e tour.


 Leggi anche: L’Isola dei Musei: cuore della Berlino culturale


Il costo varia a seconda dei giorni di validità e delle aree coperte (AB o ABC), ma parte da un minimo di 19,90€. Vi consiglio di dare un’occhiata al sito e di valutare l’acquisto, potrebbe essere un’ottima soluzione per risparmiare un po’ durante il vostro viaggio a Berlino.

Berlin Welcome Card

Informazioni utili: un’applicazione per muoversi a Berlino

In un altro post vi ho parlato delle applicazioni che uso sempre mentre sono in viaggio e tra queste c’era Moovit, che, una volta impostato punto di partenza e di arrivo, vi suggerisce quali mezzi di trasporto prendere.

Anche nel caso di Berlino si è rivelata utilissima e non posso che consigliarvela nuovamente. Mi ha persino inviato una notifica per dirmi che, a causa della chiusura di alcune strade in occasione delle partite dei mondiali di calcio, alcune linee di autobus avrebbero subito delle variazioni di percorso. Sempre sul pezzo.


 Leggi anche: Le applicazioni utili in viaggio: prima e dopo la partenza


Avete mai visitato la città? Avete qualche domanda su come muoversi a Berlino? Lasciate un commento 🙂

Divisore tag

Informazioni

Ringrazio l’ente del turismo di Berlino per avermi gentilmente offerto la Berlin Welcome Card.

Le immagini sono state scattate con un iPhone 6s* e una Canon 1100D*, per vedere le altre sfogliate il mio album su Flickr.

Dove dormire a Berlino

Durante il mio viaggio a Berlino ho soggiornato all’hotel Ivbergs Premium am Kurfürstendamm*, a due passi da Nollendorfplatz, dove fermano ben tre linee della metropolitana. La camera era spaziosa e pulita, la connessione Wi-Fi veloce e la posizione eccellente, perché la fermata metro è una delle principali, ben collegata con il resto della città. Lo consiglio.


*All’interno di questo post sono stati inseriti dei link di affiliazione a Booking e Amazon. Se decidete di effettuare una prenotazione o di acquistare uno o più oggetti, utilizzando direttamente questi link contribuirete senza costi aggiuntivi a supportare questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤


Ti piacciono i miei contenuti? Puoi trovare nuovi post, codici sconto e anteprime tutti in una sola mail! Iscriviti ❤

Cliccando su "Iscriviti" accetti automaticamente alla raccolta dei dati da te forniti. Questi dati verranno utilizzati nel più completo rispetto della privacy. Qui maggiori informazioni

Potrebbero interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *