Ajaccio: due passi per le vie della Cittadella Genovese

Ajaccio e una passeggiata alla scoperta della cittadella genovese, l’area più antica della città. Un angolo di Liguria in Corsica tra piazze, chiese e Museo Bonaparte.

Divisore tag

La cittadella genovese di Ajaccio è ciò che rimane della dominazione ligure nel capoluogo còrso. In realtà non fu la prima – in precedenza la zona è stata dimora di greci, romani, Vandali, Longobardi e pisani -, ma fu quella con la maggior importanza storica.


 Leggi anche: Viaggio in Corsica: cinque giorni per scoprire l’isola


 

 

Un post condiviso da Martinaway ✈ (@martinasgorlon) in data:

I genovesi, nel 1492, diedero vita alla cittadella fortificata e vi fecero trasferire un centinaio di famiglie, quasi tutte provenienti dalla Lunigiana, una terra divisa tra Liguria e Toscana. Tra queste c’era anche quella dei Buonaparte (poi Bonaparte), arrivata nel 1510.

Ajaccio

La cittadella genovese, ricca di riferimenti italiani, è quindi una delle zone più antiche della città e il punto di partenza ideale per scoprire l’intera Ajaccio. Ecco i luoghi più importanti da non perdere.


 Leggi anche: Corsica: cosa vedere tra spiagge e città on the road


Ajaccio

Place Foch

Place Foch è una delle piazze principali e il suo lato destro (guardando il mare) è il confine tra la cittadella genovese di Ajaccio e la parte più moderna della città.

 

Un post condiviso da Martinaway ✈ (@martinasgorlon) in data:

Il suo simbolo è la bella fontana con i leoni, Fontaine des quatre lions, vera protagonista anche nei giorni di mercato, quando la piazza si riempie di vita e di bancarelle.

Ajaccio

La Cittadella

La cittadella vera e propria è una zona militare protetta e oggi non è visitabile all’interno. Ci si deve limitare ad una passeggiata lungo il fossato e poi verso il lungomare Saint-François.

Ajaccio

La prima pietra del castello venne posata dai genovesi nel 1492 e diede poi vita al primo nucleo cittadino moderno, che si espanse verso l’entroterra diventando una delle località principali dell’isola.


 Leggi anche: 6 spiagge da vedere (e vivere) in Corsica del Sud


Ajaccio

Chiesa di Sant’Erasmo

La Chiesa di Sant’Erasmo è dedicata al patrono dei marinai e ogni anno, il 2 giugno, da qui parte una processione che porta la statua del Santo fino al mare. L’edificio è semplicissimo, incastrato in una via laterale, e all’interno conserva alcuni modelli di navi.


 Leggi anche: Il sito archeologico di Filitosa, antica capitale della Corsica


Ajaccio

Cattedrale di Santa Maria Assunta

La Cattedrale di Ajaccio è piuttosto semplice e può rischiare di passare inosservata se paragonata ad altre chiese europee più vistose. La sua struttura è quella tipica della Controriforma (fu costruita nel Cinquecento) e gli unici elementi di interesse sono la sua cupola e il quadro La Vergine del Sacro Cuore dipinto da Delacroix.


 Leggi anche: Bastia, cosa vedere tra storia e street art


Dal punto di vista storico invece è molto importante, perché qui, nel 1771, è stato battezzato Napoleone Bonaparte.

Cattedrale di Ajaccio

Chiesa di San Giovanni Battista

La Chiesa di San Giovanni Battista è stata costruita nel 1580 e questo la rende l’edificio religioso più antico di Ajaccio. All’interno c’è un’antica reliquia in legno, U Christu moru, che risale al Medioevo.


 Leggi anche: Sartène: tra storia, profumi e sapori in Corsica


Cittadella Genovese

Maison Bonaparte

La casa museo della famiglia Bonaparte è uno dei luoghi più importanti dell’antica cittadella genovese di Ajaccio. L’edificio di quattro piani si trova in Rue Bonaparte (un tempo Rue Malerba) ed è il più grande della via. Proprio qui, nel 1769, nacque Napoleone.


 Leggi anche: Tre siti archeologici per scoprire la storia della Corsica


Maison Bonaparte

Al suo interno ospita mobili e oggetti d’epoca appartenuti al generale e ai suoi parenti. Busti, dipinti, arredi e carta da parati originali. Ci sono poi alcune repliche, come quella della corona di Napoleone e della sua maschera funeraria.

Maison Bonaparte

Informazioni per visitare Maison Bonaparte

La casa museo è aperta dal martedì alla domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 13.15 alle 16.30 dal 1 ottobre al 31 marzo (il resto dell’anno è aperta fino alle 18.00). L’ingresso è su Rue Saint-Charles.

Il biglietto costa 7€ a tariffa intera e 5€ a tariffa ridotta. Gratuito per i cittadini EU minori di 26 anni, insegnanti, portatori di handicap e accompagnatori. Entrata libera per tutti la prima domenica del mese.

Maison Bonaparte

Mi piace sempre scoprire le città nelle città. Regalano punti di vista differenti, permettono di conoscere più a fondo un periodo storico particolare, spesso fondamentale. Basti pensare alla Little Italy di Manhattan o alla sua Chinatown.


 Leggi anche: Bonifacio: itinerario a piedi per scoprire la città


La cittadella genovese di Ajaccio è l’inizio di tutto e non si può dire di aver visto il capoluogo se prima non si percorrono le sue viuzze.

Cittadella Genovese

Dove dormire in Corsica


Dove dormire in CorsicaDurante la mia settimana in Corsica ho soggiornato in due strutture diverse.

La prima è il Residence Luna*, a Lecci, un complesso con mini appartamenti non distante da Porto Vecchio, un’ottima soluzione per chi in viaggio vuole essere totalmente indipendente.

Il secondo è il B&B U Castellu*, a Propriano. È una struttura carinissima, con ottime colazioni e si trova su una delle colline non distanti dal mare, una posizione che regala una vista splendida.

Se però cercate una soluzione ad Ajaccio, vi consiglio di dare un’occhiata su Booking*.


Siete mai stati ad Ajaccio? Conoscete altre città nelle città? Fatemelo sapere nei commenti 🙂

Divisore tag
Informazioni

Purtroppo, durante il mio viaggio ad Ajaccio, le chiese erano tutte chiuse. Spero voi possiate avere più fortuna.

L’intero percorso è lungo circa 700 metri interamente percorribili a piedi e, contando una visita completa al museo, non vi occuperà più di mezza giornata.

Le immagini sono state scattate con un iPhone 6s* e una Canon 1100D*. Per vedere le altre potete sfogliare il mio album su Flickr.


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Condividi questo viaggio

Corsica

Potrebbero interessarti:

2 Comments

  1. 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *