Camden Town: tra cibo e shopping in una Londra alternativa

Camden Town: alla scoperta di una Londra alternativa tra il cibo e lo shopping del Camden Town Market. Le informazioni utili e una tappa in più per chi ama la birra.

Divisore tag

Camden Town è una delle aree più vivaci di Londra. Si trova a nord del Tamigi ed è uno dei cuori artistici e alternativi della capitale inglese, fatto di mercati, musica dal vivo, attività indipendenti e negozi particolarissimi che si affacciano su Camden High Street.

Vi racconto la sua storia e vi porto a scoprire il Camden Market, ma anche un birrificio da inserire nell’itinerario se durante la vostra visita avete voglia di una pinta made in London.


 Leggi anche: Curiosità su Camden Town: 8 cose che forse non sapevate


Camden Town

La storia di Camden Town

Posizionata nel cuore del London Borough of Camden, questa zona prende il nome da primo conte di Camden, Charles Pratt, residente a Camden Place, a sud di Londra, che aveva qui alcuni dei suoi possedimenti.

Anche se lui fu il primo a favorire lo sviluppo dell’intera area alla fine del Settecento, bisogna aspettare gli anni ’20 del secolo successivo, dopo l’apertura del Regent’s Canal, per assistere a un vero e proprio boom economico.

Camden Town

Dalla metà dell’Ottocento fino alla metà del Novecento, l’area continuò a svilupparsi quasi senza sosta per poi spegnersi lentamente dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando il commercio via fiume si ridusse notevolmente e iniziarono a evolversi altre aree della città.

Camden Town

Dagli anni Settanta, quando nell’area iniziò un importante progetto di riqualificazione, Camden Town ha ripreso vita, ma con un’atmosfera completamente diversa: più colorata, alternativa, fatta di locali con musica dal vivo e artisti di ogni tipo che hanno abitato tra le sue vie o vi si sono esibiti, come Amy Winehouse, alla quale è stata dedicata anche una statua, o i Pink Floyd.

Oggi ospita anche il Camden Market, uno dei mercati più famosi di Londra e la principale attrazione della zona. Vi porto a scoprirlo.

Camden Town

Il Camden Market

Il Camden Market è il cuore di Camden Town e il motivo principale per il quale in molti raggiungono quest’area di Londra.

Anche se ufficialmente il mercato è un tutt’uno, in realtà è composto da tre aree principali ognuna con una propria personalità: la Market Hall, il Camden Lock e lo Stables Market.

Camden Town

Market Hall

La Market Hall è un’area al coperto che ospita principalmente artigianato, souvenir e bigiotteria realizzata da piccoli artigiani.

È divisa su due piani all’interno di un edificio ristrutturato agli inizi degli anni Novanta e tra tutte le aree del Camden Market è forse quella meno particolare e “autentica”, ma merita comunque una visita, soprattutto se cercate gioiellini unici nel loro genere o decorazioni stravaganti per la vostra casa.

Camden Town

Camden Lock

Quella di Camden Lock è un’area che prende il nome dalla chiusa sul Regent’s Canal, che dalla fine degli anni ’60 viene utilizzata di rado e quasi esclusivamente per scopi turistici e non più commerciali.

Dopo qualche anno di abbandono e un enorme progetto di demolizione schivato per un pelo, l’intera zona fu finalmente trasformata in uno spazio ricco di negozi, locali, aree per l’intrattenimento, concerti e un ampio cortile all’aperto dedicato al cibo.

Camden Town

Proprio nel cortile, affacciato sul vero e proprio Camden Lock, oggi si possono trovare tantissimi piccoli locali e stand dedicati al cibo proveniente da tutto il mondo: nachos, panini, cucina thailandese e giapponese, hot dog… E la lista potrebbe continuare.

Gli spazi per sedersi o dove appoggiare i piatti acquistati sono pochi e, soprattutto nel weekend, non è facile trovarli, ma è anche questo lo spirito di Camden Town.

Camden Lock

Stables Market

Lo Stables Market fa ufficialmente parte di Camden Lock e, anche se è dedicato principalmente allo shopping, all’artigianato e all’usato, comprende non solo piccoli e grandi negozi, ma anche locali con tavoli al coperto per chi ha voglia di sedersi a mangiare qualcosa. Anche qui, come al molo, c’è l’imbarazzo della scelta, da un cappuccino ai piatti vegani, passando per la pizza.

Camden Town

È ospitato interamente all’interno delle vecchie stalle di Camden Town, che un tempo accoglievano oltre 400 cavalli impiegati in tutta Londra per il trasporto di merci, persone o per il traino delle barche lungo il canale o dei nuovissimi tram che attraversavano la città a inizio Novecento.

The Tunnel Market

L’area, attiva dal 1854 e svuotata nel 1967, oggi ospita negozi di tutti i tipi: dall’alternativo e particolarissimo CyberDog, che vende abbigliamento e oggetti “futuristici” ed è diviso su tre piani, fino ai minuscoli spazi espositivi nel livello interrato dedicati agli artigiani, ai negozi indipendenti e agli antiquari.

Uno degli artigiani allo Stables Market

Il Camden Town Market: orari e info

Il mercato di Camden Town è aperto tutti i giorni (compresi gran parte dei festivi, escluso Natale) dalle 10.00, gli orari di chiusura, invece, variano da attività ad attività.

Le aree delle quali vi ho parlato sono quelle più interessanti, ma esistono anche l’Inverness Street Market, dove si possono trovare abbigliamento e souvenir, il Buck Street Market, specializzato in vestiti, e il Camden Canal Market (venerdì, sabato e domenica), che ospita bancarelle di artigiani e negozianti indipendenti.

Camden Town

Camden Town Brewery: una tappa in più se amate la birra

Il Camden Town Brewery è uno dei birrifici più famosi di Camden ed è specializzato in lager, le birre a bassa fermentazione, ma produce anche pale ale e stout. Si trova a qualche minuto a piedi dal Camden Market, ma è una tappa interessante se amate la birra.

Camden Town Brewery

Nacque nel 2010 da un’idea dell’australiano Jasper Cuppaidge, nipote di Laurie McLaughlin, imprenditore che in Australia possedeva oltre 60 pub e un birrificio tutto suo.

L’idea iniziò a piantare le radici dopo che a metà anni ’90, durante un suo viaggio nel Regno Unito, Jasper, allora ventenne, perse il suo aereo per ritornare in Australia e iniziò a frequentare alcuni pub londinesi in attesa del volo successivo, assaggiando birre di diverso tipo e collezionando bicchieri e boccali.

Camden Town Brewery

Il Camden Town Brewery oggi è proprietà di una multinazionale, la Anheuser-Busch InBev, e vanta due sedi: la prima e più piccola a Camden, che è quella che ho visitato io e che è principalmente un bar, e una più grande nella zona di Enfield (a circa 60 chilometri), con il vero e proprio birrificio.

Interno della birreria

Se durante il vostro viaggio a Camden Town visitate il bar, sappiate che potete sedervi a uno dei tavoli e assaggiare in tutta tranquillità le loro birre in pinte o mezze pinte oppure scegliere la formula degustazione, che vi permetterà di assaggiare i cinque prodotti di punta del birrificio (in bicchieri da 1/4 di pinta) per meno di 10£.

Il bar è aperto dal sabato al giovedì dalle 12.00 alle 22.00, il venerdì fino alle 23.00. Si trova al 55-59 di Wilkin Street Mews.

Camden Town Brewery

Come raggiungere Camden Town

Per arrivare a Camden Town ci sono varie opzioni a seconda dell’area che volete raggiungere o della zona dalla quale arrivate.

Se vi spostate in metropolitana, la fermata più comoda è probabilmente Camden Town, sulla linea nera Northern, che si trova a meno di cinque minuti a piedi dal Camden Market. Non distante, però, c’è anche la fermata Camden Road dei treni overground (a circa 7 minuti a piedi).

Se visitate solo il birrificio, potete valutare anche la fermata Chalk Farm della metropolitana (linea nera Northern) o quella ferroviaria di Kentish Town (servita da Thameslink).

Per chi si muove in autobus sono comode anche le linee 31, 168, 393, N5, N28 o N31 (fermata Roundhouse) o 27 o 27N, che fermano a Chalk Farm Morrisons, entrambe a due passi dal mercato. In alternativa ci sono anche i bus 24, 27, 29, 88, 134, N5, N20, N27, N29, N253 o N279 che fermano a Camden Town Station o il 214 che ferma a Kentish Town Road.

Come vedete le opzioni sono tantissime, quindi per comodità vi consiglio di scaricare l’app Citymapper per scoprire l’opzione che fa per voi e muovervi a Londra durante il vostro viaggio.


 Leggi anche: Come muoversi a Londra: dalla metropolitana al taxi in città


Camden Town

Dove dormire a Londra


Dove dormire a Londra

Durante il mio secondo viaggio a Londra ho prenotato una camera in un appartamento attraverso Airbnb*.  La casa è a due minuti a piedi da un grande supermercato e dalla stazione ferroviaria di Abbey Wood, che presto sarà servita anche dalla Elizabeth Line (che la collegherà anche a Heatrow) e si trova a circa 25 minuti di treno da London Bridge.

Mi sono trovata molto bene, l’appartamento è molto pulito, ci sono il Wi-Fi e tutte le comodità e Jon e Giulia, i proprietari, sono molto disponibili e accoglienti. Bagno e cucina sono in comune con altri ospiti (ci sono in tutto due camere) e con i proprietari, che però si sono rivelati molto discreti lasciando a noi la priorità nell’utilizzo. Inoltre Giulia è italiana, quindi un host perfetto se avete difficoltà con l’inglese. 


 Leggi anche: Airbnb: come funziona e qualche consiglio per usarlo al meglio


Avete mai visitato Camden Town? Se avete domande, dubbi o suggerimenti su altre cose da vedere, lasciate un commento 🙂

Divisore tag
Informazioni

Le fotografie inserite all’interno del post sono state scattate con un iPhone 6s* e una Canon 1100D*, per vedere le altre sfogliate il mio album su Flickr.


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Potrebbero interessarti:

4 Comments

  1. 1
  2. 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *