App per modificare foto: le migliori da tenere nel telefono

Le app per modificare le foto mentre siete in viaggio (ma non solo). Cosa uso e cosa consiglio per migliorare le vostre fotografie.

Divisore tag

Le fotografie mi hanno sempre affascinata e negli anni sono diventate parte integrante dei miei viaggi, soprattutto ora che, con i cellulari, basta davvero un secondo per scattarne una.


 Leggi anche: Fotografia e viaggi: la mia attrezzatura dalla reflex allo smartphone


app utili per viaggiatori

Ho ricevuto la mia prima vera macchina fotografica alle elementari. Ricordo che era blu, un blu strano che non saprei definire, ma non ricordo la marca. Era una di quelle con il rullino, cosa che mi spaventava non poco: non solo dovevo stare attenta quando scattavo, ma anche quando lo estraevo per portarlo a sviluppare. Cosa che di solito faceva mia madre oppure direttamente mio nonno, che era fotografo.

Poi è arrivata la digitale compatta: prima una per tutti e quattro, poi la mia. Anche questa un regalo. Era rossa, una Nikon piccolina che mi ha accompagnato in quasi tutti i miei viaggi dalle superiori all’inizio dell’università.

 

Una foto pubblicata da Martinaway Travel Blog (@martinasgorlon) in data:

Quando si è rotta ho deciso di fare un ulteriore passo in avanti, così ho raccolto i miei risparmi e mi sono auto regalata una reflex: la Canon che, anche se ormai è stata superata da un milione di modelli, custodisco come un tesoro.

Il problema è che è un tesoro piuttosto pesante e, soprattutto, è un forziere che per mostrare e condividere quello che nasconde ha bisogno di essere collegato al computer. In viaggio il tempo per farlo non c’è mai, anzi, non c’è mai nemmeno il computer, che lascio quasi sempre a casa.

Così, da quando ho aperto il blog uso molto anche il cellulare. La comodità di poter scattare, sistemare le foto quando serve e poi poterle condividere è innegabile.

Vedo un momento e scatto, senza dover pensare troppo alle impostazioni manuali. Spesso però l’immagine non è esattamente come la vorrei: a volte non è centrata, a volte ha colori un po’ diversi da quelli che ho realmente davanti e non mi convincono, oppure è risultata un po’ scura. Insomma, i mille piccoli problemi che chi scatta, non importa con cosa, conosce abbastanza bene.


 Leggi anche: 12 app per Instagram stories: quali usare per fare storie creative


App per modificare le foto

Le migliori app per modificare le foto

Per risolvere questi problemi mi metto nelle mani delle applicazioni di editing fotografico. Mi permettono di ottenere il risultato che voglio (quasi) subito. Appena ho un momento libero, sfoglio le foto, trovo quella che mi convince meno e la sistemo.

Mi piace sperimentare, provare mille soluzioni diverse e, nel tempo, ho collezionato un paio di strumenti che mi hanno convinto più di altri. Ecco quelle che, secondo me, sono le migliori app per modificare le foto.

app per modificare le foto

Snapseed

Snapseed è stata una piccola rivoluzione. Si tratta di un Photoshop compatto all’interno del cellulare perché permette di modificare la foto in maniera più professionale. Togliere le persone che passano, i cavi elettrici che tagliano a metà il cielo, illuminare un unico puntino nella foto o aumentarne la saturazione.

Anche se Photoshop ha una versione mobile, io mi trovo meglio con Snapseed. È il mio punto di riferimento quando si parla di app per modificare le foto su cellulare.

Applicazione perfetta per: piccoli e grandi ritocchi, dalle luci alla rimozione di oggetti indesiderati nella fotografia.

Snapseed

Lightroom

Lightroom è un’idea di casa Adobe, la stessa che ha creato Photoshop. Io lo uso soprattutto per lavorare sulle luci o sui colori e, a volte, per la fotocamera, che permette di regolare molti valori (come l’ISO) prima dello scatto, cosa che la funzione standard del telefono non può fare.

Applicazione perfetta per: lavorare sulle luci e sui colori.

app per modificare le foto - Lightroom

VSCO

VSCO mi permette di fare tutto quello che faccio con Instagram (e qualcosa in più) e di salvare la foto sul cellulare immediatamente. In un primo momento può sembrare più complessa, ma per esperienza posso dirvi che non è così.

Dopo aver scoperto Snapseed, io la uso quasi esclusivamente per modificare il piano della foto quando per errore ho scattato tenendo l’orizzonte o le linee verticali inclinati in maniera scorretta. Questa sua funzione, secondo me, è meglio di quella fornita da Snapseed, perché taglia la foto. L’altra app, invece, cerca di riempire il vuoto che si crea aggiungendo aree di colore simile. Un dettaglio che a me non piace per niente.

Applicazione perfetta per: raddrizzare le fotografie.

VSCO

Priime

Priime è perfetta per i filtri. Ce ne sono tantissimi, sono gratuiti e sono selezionati e creati da fotografi internazionali. Inoltre, gli stessi artisti, all’interno dell’app, spiegano l’uso più adatto per quell’effetto e mostrano alcuni esempi.

Una volta caricata la foto, l’applicazione vi mostrerà i filtri suggeriti sulla base dei colori predominanti, ma voi potete usare i vostri preferiti o quelli che secondo voi esaltano la fotografia.

Che io sappia è disponibile solo per iOS.

Applicazione perfetta per: i filtri e creare una gallery Instagram omogenea.

Priime

Quali sono le app per modificare le foto che usate di più? Lasciate un commento 🙂

Divisore tag
Informazioni

La prima foto è stata tratta da Pixabay. Le altre sono state realizzate con Canva. Le altre foto sono state scattate con un iPhone 6s* e una Canon 1100D*.


*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie ❤

Condividi questo viaggio

Digital

Potrebbero interessarti:

16 Comments

  1. 1
    • 2

      Io all’inizio ho storto un po’ il naso, poi dopo averlo provato l’ho trovato simile all’ultima versione di Instagram. Poi ovviamente ognuno deve trovare la app più adatta a sé 🙂 Fare l’editing delle foto non deve essere una tortura 😉

  2. 3
    • 4

      Ciao Alessandra 🙂
      Mi fa molto piacere sapere che ti è stato utile in qualche modo, mi fa piacere condividere questi frammenti di dietro le quinte 🙂
      Io sono una persona curiosa, quindi quando mi capita sott’occhio un’app che potrebbe interessarmi, vado subito a vedere cos’è. Per questo ne ho provate tante 😛
      Un bacione, a presto 🙂

  3. 5

    Da quando mi han parlati di vsco e snapseed la mia vita fotografica è cambiata! Ahahaha, no dai sul serio, sono comodissime in viaggio, quando si ha davvero pochissimo tempo per aggiustare le foto!
    Oltretutto Snapseed ha pure il correttore imperfezioni. Ecco già solo per questo la amo.

  4. 7
    • 8

      Grazie a te, sono contenta che questa idea del backstage sia piaciuta 🙂
      Per me è importante condividere, sia per quanto riguarda i viaggi che per quanto riguarda il dietro le quinte. Se posso aiutare qualcuno, lo faccio volentieri, non vedo perché mantenere segreti piccoli “trucchi” 🙂
      Buona giornata anche a te 🙂

  5. 9

    Io ho ricevuto la prima macchinetta a rullino alla comunione! E prima ne usavo una stranissima di mia mamma, sembrava una cosa da alieni! Ora uso il cellulare, di solito con VSCO ma ora vado a provare prime che non conoscevo!! Per la laurea ho finalmente chiesto una macchina fotografica seria, ma non so se prendere una tipo reflex o una più compatta che sarebbe più comoda e al giorno d’oggi sono super! Cosa mi consigli?
    snoopandsparkle.blogspot.it

    • 10

      Le vecchie macchine fotografiche sono affascinanti, alcune più strane di altre 😀
      Priime non è famosissima, ma a me piace, è molto creativa. In caso fammi sapere se ti piace 🙂
      Per quanto riguarda la macchina, a me piace molto giocare con le impostazioni manuali e con gli obiettivi, quindi personalmente ti consiglierei la Reflex, anche se c’è la scomodità del peso, un fattore non indifferente quando si viaggia. Se invece punti al risultato finale e non ti interessa “il lato tecnico” allora opta per una buona compatta, alla fine ce ne sono di eccezionali, come dici tu. Meno cose a cui pensare e sta comodamente in borsa 🙂 Almeno questo è il mio parere non professionale 🙂

  6. 11

    Adoro le tue foto e questo post è davvero prezioso, quindi grazie! Io uso solo Instagram, Vsco non sapevo cosa fosse – l’ho visto comparire come hashtag – e le altre due non le avevo mai sentite. Vado subito a vedere Snapseed e Priime!

    Riguardo i filtrini non posso aiutarti, il mio telefono non si avvicina neanche per sbaglio ad un Iphone XD

    • 12

      Grazie grazie grazie 🙂 ❤
      Snapseed è utilissimo, una bacchetta magica all’interno del telefono 🙂
      VSCO ha una vasta community, anche io l’ho scoperto attraverso l’hashtag 🙂

  7. 13
  8. 15

    Ohhh ma quanto mi piace il backstage??? 😀
    Non conoscevo Priime, invece VSCO e Snapseed le avevo solo sentite nominare, ma non le ho ancora mai usate. Di solito non modifico mai le foto, ma alcune sono talmente brutte e scure (e soprattutto STORTE!!), che queste app potrebbero tornarmi utili! Come al solito, sei uno scrigno di informazioni preziose 😀

    • 16

      Ti pensavo mentre lo scrivevo, so che ti piacciono i dietro le quinte 😉
      Priime l’ho scoperto per caso, ma mi è piaciuto subito: semplice e creativo 🙂
      Felice che il post ti sia piaciuto, un bacione 🙂 ❤

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *