Maggio: quattro

Inizia un nuovo mese. È arrivato maggio e c’è un piccolo compleanno da festeggiare. Pensieri su un mese che è appena finito e su quello che è appena iniziato.

È già maggio. Poco prima di mettermi a scrivere, pensavo a un titolo da dare a questo mese. Non appena mi sono seduta alla scrivania mi sono resa conto che per me maggio vuol dire una cosa sola. Il blog compie gli anni.

Il 13 maggio spegnerà quattro candeline e io non me ne rendo conto. Ricordo il primo post, l’idea nata in due secondi e realizzata senza rendermene conto. Dall’anno scorso sono cambiate molte cose. È cresciuto più del previsto, mi ha fatto conoscere persone splendide e mi ha insegnato tanto. Mi ha fatto aprire gli occhi su parecchie cose, alcune belle e altre meno. È cresciuto lui e sono cresciuta io. Siamo cambiati entrambi.

Maggio 2017

Questo bisogno di cambiare non si è però esaurito. Ve l’ho detto, sono una persona in continuo movimento: fuori non sempre, dentro costantemente.

Come scrivevo nella newsletter di ieri, aprile mi ha dato la carica che i mesi precedenti mi hanno tolto. Mi ha fatto ritrovare l’entusiasmo che mancava da un po’ e la voglia di cambiare sul serio alcune cose. Come sempre, il blog è il primo a risentirne ed è per questo che sto pensando di non scrivere più questi articoli di inizio mese.

Mi va di chiacchierare con voi del più e del meno, delle cose che sono successe e di quelle che succederanno, ma voglio farlo in un solo posto e in un solo momento: nella newsletter. La trovo più intima, una chiacchierata tra amici. Ultimamente mi capitava di scrivere più o meno le stesse cose, prima lì e poi qui. Non mi va di farlo ancora.

All’inizio pensavo di portare a termine quest’anno, di smettere di pubblicare questi post con dicembre, ma non voglio obbligarmi a scrivere qualcosa che non mi va più di scrivere. Così colgo al volo questo compleanno per chiudere un cerchio e aprirne uno nuovo dal prossimo mese. Voi che ne pensate?

A parte questo, aprile mi ha portato in due luoghi nuovi e splendidi. Prima il Giappone, del quale vi ho parlato e vi parlerò ancora tanto in futuro. Poi in Istria, per scoprire il camping Mon Perin e tutto ciò che lo circonda. Vi ho raccontato questa esperienza un po’ su Facebook e su Instagram, ma domani condividerò con voi un post più completo.

Un post condiviso da Martinaway (@martinasgorlon) in data:

E maggio? Maggio seguirà le orme di aprile e mi porterà alla scoperta di altri luoghi che non ho mai visto. Tra poco più di una settimana, il 9 maggio, partirò per la Cantabria insieme all’Ente del Turismo Spagnolo. Ci sono in programma tante esperienze bellissime lungo il Camino Lebaniego e il Camino del Norte e farò del mio meglio per raccontarvele come si deve. Promesso.

Ci sono altri progetti in vista, ma non voglio parlarne finché non saranno concreti.

Insomma, questa primavera è una vera centrifuga, ma, forse per la prima volta, nonostante le mille cose da fare riesco a godermi il viaggio. Auguro lo stesso anche a voi.

Buon maggio!

Firma 2017 martina

Come è stato il vostro aprile? Avete qualcosa in programma per maggio? Fatemelo sapere nei commenti 🙂

Iscriviti alla newsletter per ottenere anticipazioni, sconti e consigli❤

Potrebbero interessarti

10 Comments

  1. 1

    Mi fa davvero piacere vedere che stai finalmente raccogliendo i primi frutti di questo bellissimo progetto che porti avanti da 4 anni.. quindi, tanti auguri Marti!
    Per quanto riguarda la domanda, secondo me dovresti smettere di pubblicare i post mensili: non perchè non sia interessanti, ma di solito quando ci si pongono certe domande si conosce già la risposta, hai già preso la tua decisione però immagino che hai la sensazione di lasciare una cosa a metà e questo non ti piace. Take it easy 😉

    • 2

      Ciao Francesca, è sempre bello trovare un tuo commento ❤
      Grazie di cuore! Sì, in effetti sia la domanda che la risposta erano nell’aria già da un po’, ma volevo comunque sapere cosa ne pensavate voi. Come scrivi anche tu, mi dà fastidio lasciare qualcosa a metà, però un blog deve essere anche spontaneo, no? Se no che si scrive a fare?
      Grazie 🙂 ❤

  2. 3
  3. 5

    Io gli auguri non te li faccio prima eh, aspetto il 13 😉
    Ritengo che fare le cose controvoglia sia controproducente, quindi se scrivere gli articoli di inizio mese ha perso il senso iniziale, fai bene a smettere.
    Il mio maggio sarà a casa, tranne che un paio di giorni a Roma per una convention… non credo che avrò possibilità di muovermi fino ad agosto purtroppo. Te piuttosto goditi la bellissima Spagna 😉

    • 6

      Ciao Celeste 🙂
      Sì, le cose sono un po’ cambiate e quindi preferisco spostarli e condividere queste riflessioni nella newsletter. Grazie della comprensione! ❤
      A volte stare a casa ti permette di scoprire un pochino meglio la zona dove abiti, io l’ho sperimentato i mesi scorsi e non è stato affatto male 😉
      A presto e grazie 🙂

  4. 7

    Anche io sono u po’ come te, Marti: sempre con mille idee in testa, sempre con tanta voglia di cambiamento. Ormai mi vado bene così! Hai fatto due viaggi stupendi ad aprile e anche la Cantabria mi ispira un mucchio! Adesso sono curiosa di sapere qualcosa sugli altri progetti e tu verrai a dirmelo in privati (mi hanno dedicato i gelati Bulla mica per caso) 😀
    In bocca al lupo per questo maggio e tanti auguri al mio blog preferito!!

    • 8

      Ciao cara bulla ❤
      Anche io mi vado bene così, anche se questo, a volte, occupa un sacco di tempo! Mi ritrovo a fare le stesse cose mille volte, ma in altrettanti modi diversi. Mi annoio facilmente 😉
      Grazie di cuore ❤

  5. 9

Rispondi