Cosa vedere nei dintorni di Valle, in Istria croata

Un viaggio per esplorare i dintorni di Valle. Luoghi pieni di natura e storia che permettono di scoprire più a fondo l’Istria croata.

Dopo aver esplorato a piedi il piccolo paese medievale, sono andata alla scoperta dei dintorni di Valle. Molti di questi luoghi sono spesso oscurati da Pola e Rovigno, le città principali dell’Istria croata, ma se state esplorando questa zona, vi consiglio di non perderli.

Baia di Palud

Chiesa di Santa Fosca

La Chiesa di Santa Fosca (Sv. Foška) mi ha incuriosita per la sua struttura esterna, che sembra incompiuta. È stata costruita in mezzo alla natura, non lontano da Peroj, e non è stato semplicissimo trovarla, anche perché non c’erano molte indicazioni (alla fine del post trovi una mappa che spero possa esserti utile).

Chiesa di Santa Fosca

La piccola Basilica, che risale alla fine dell’Undicesimo secolo, è in realtà famosa per i suoi affreschi benedettini. Un vero peccato trovarla chiusa, perché sono il più importante esempio di pittura murale romanica di tutta la Croazia. Solo una volta tornata a casa ho scoperto che è possibile visitarla recandosi prima all’Ufficio parrocchiale di Dignano.

Chiesa di Santa Fosca

Le “casite”

Le casite (kažuna) sono edifici tipici dell’Istria realizzati in muratura a secco. In passato erano usate come rifugio da allevatori e agricoltori, ma oggi sono inutilizzate. Se si percorrono le strade più interne nella zona di Dignano, non è difficile scorgerle in mezzo al verde.

Parco delle Casite

Sono piuttosto piccole, composte da un’unica stanza circolare, e la maggior parte comparve tra il Diciottesimo e il Diciannovesimo secolo. A Dignano esiste oggi un museo a cielo aperto interamente dedicato a loro: il Parco delle Casite.

Parco delle Casite

Baia di Palud

La Baia di Palud è un parco ornitologico all’interno del quale vivono oltre 200 specie di uccelli. Si tratta di un’oasi naturalistica dove l’intervento dell’uomo è minimo: un sentiero di ghiaia, delle casette in legno per osservare gli animali senza disturbarli, qualche cartello informativo.

Baia di Palud

Il canale che la collega all’Adriatico, però, venne realizzato dai soldati della vicina base militare Austro-Ungarica nel 1906. L’unione dell’acqua salata del mare con quella dolce dei torrenti e della vicina sorgente serviva a ridurre la riproduzione delle zanzare e il diffondersi della malaria.

Baia di Palud

Il periodo migliore per visitare questa zona è durante la migrazione degli uccelli, in primavera e in autunno, durante il resto dell’anno ci vuole un po’ più di pazienza, ma si possono comunque scorgere molti volatili. Un ottimo luogo per gli amanti del birdwatching.

Per raggiungere la palude bisogna lasciare l’auto in un parcheggio non custodito e poi proseguire a piedi per circa dieci minuti.

Baia di Palud

Forte Forno 

Forte Forno (Tvrđava Forno) è una fortezza costruita dalla marina militare austro-ungarica nel 1904. Si trova a Barbariga e venne realizzata interamente in cemento.

Tvrđava Forno

La struttura oggi è in parte distrutta, ma alcune aree sono visitabili. All’interno non c’è più nulla, se non molto fieno, perché dopo la Seconda Guerra Mondiale è stato usato dall’Esercito Popolare Jugoslavo come luogo dove conservare il foraggio per il bestiame.

Tvrđava Forno

Il forte offre anche una vista splendida su tutto il litorale. Durante le giornate più limpide, dal punto più alto, raggiungibile grazie alle scale interne, è possibile vedere l’arcipelago delle isole Brioni a occhio nudo.

Tvrđava Forno

Canale di Leme

Rispetto alle altre questa tappa è un po’ più lontana, tanto che ho deciso di visitarla sulla strada del ritorno in Italia. Il Canale di Leme, lungo più di 11 chilometri, è una valle carsica sommersa dall’acqua: quello che si può definire un vallone.

Canal di Leme

A causa della depressione del terreno, il mare ha invaso il letto del fiume Pazincica e ricoperto una parte della Valle di Lim. Il risultato non è solo un panorama bellissimo, ma anche una grande varietà di flora e fauna che convivono nell’acqua salmastra.

Canal di Leme

Dall’alto è un vero e proprio spettacolo e non è difficile trovare piazzole di sosta o torrette sulle quali poter salire per ammirare il Canale. Sulla riva invece vengono organizzate tante attività, prime fra tutte le gite in barca.

Canal di Leme

Siete mai stati in questa zona dell’Istria? Cos’altro consigliereste di vedere o quali tra questi luoghi nei dintorni di Valle vi incuriosisce di più? 🙂

Info viaggi

MAPPA E INFO

Durante il mio viaggio in Istria ho soggiornato a Valle, ospite del Camping Mon Perin.

Per vedere le altre foto scattate in Istria croata e nei dintorni di Valle, sfogliate il mio album su Flickr.

Iscriviti alla newsletter per ottenere anticipazioni, sconti e consigli❤

Potrebbero interessarti

Rispondi