#MyMiniMinubeTrip: la mia vacanza grazie a Minube

A volte la ruota gira e la fortuna arriva. Vi parlo di quando è venuta a trovarmi grazie a Minube.

Ci sono un sacco di concorsi in giro per il web e, tra tutti, io provo a partecipare a quelli di viaggio. Non mi interessa vincere una collana, un diamante o una borsa firmata, mi interessa vedere qualcosa di nuovo in un posto nuovo. Oppure vedere qualcosa di nuovo in posto vecchio, perché alla fine, si sa, è il modo in cui noi vediamo il mondo che lo rende quello che è nella nostra testa.

Ci ho provato un paio di volte, a vincere un concorso, ma puntualmente, il giorno dell’annuncio del vincitore il mio nome non compariva. Non per questo però ho smesso di tentare. Ci provo sempre, incrociando le dita, ma anche con il cuore in pace “Se vinco bene, altrimenti fa nulla, non crolla il mondo”. Dicono che la fortuna giri, prima o poi.

Probabilmente, ho imparato così bene a “mettermi il cuore in pace” che, puntualmente, quando partecipo ad un concorso che dura più di un giorno (tutti), mi dimentico di averlo fatto. Il che non mi stupisce, visto che mi scordo un sacco di cose, più o meno importanti. Quindi, quando nella mia casella di posta elettronica ho trovato una mail con oggetto “Complimenti hai vinto il Ticino Contest Minube!” stavo per farla volare nel cestino. Ricevo spam (sì, spam sul serio) di quel tipo ogni giorno e ogni volta fa capolino l’insana paura del “Se la apro il computer mi va in palla per un virus”. Però, per fortuna, dopo due secondi di riflessione mi sono ricordata di aver partecipato al concorso “Condividi i tuoi posti preferiti d’Europa”, caricando qualche foto su Minube Italia, appunto.

Minube Italia

Ai due secondi di riflessione sono seguiti i venti minuti di incredulità. Ma chi, io? Beh, se la mail è arrivata a me evidentemente sì. Ma sul serio o è un presa in giro? Che poi, visto il periodo in cui viviamo, non sarebbe nemmeno troppo strano. Rispondo alla mail con un paio di domande, forse più di un paio, e Luigi Paparesta, di Minube, mi risponde pazientemente, fornendomi tutte le informazioni che sto cercando. Appena lo dico a qualcuno, la domanda che mi viene posta è “Ma sei sicura non sia una truffa?”. Sì, ne sono sicura. Crederete io sia una paranoica circondata da paranoici, ma sapete, quando capita una cosa come questa, non sai mai se crederci oppure no, insomma, alla fine, perché dovrebbe capitare proprio a te? Eppure a volte capita.

La foto che ha fatto girare la fortuna è una di quelle che ho scattato all’interno della Libreria Acqua Alta a Venezia. Il premio: un soggiorno in Svizzera di due notti in un hotel splendido che non vedo l’ora di raggiungere, ad Ascona, sul Lago Maggiore. Parto tra una settimana e sarà la mia #Summer4Blogger di quest’anno. Tre giorni e due notti in un luogo che non ho mai visitato e che, forse, non avrei mai scoperto se non fosse capitata quest’occasione.

Wall of books.

Conosco Minube da un po’ e ho seguito con curiosità e meraviglia il #minubetrip in Giordania, una terra che spero di vedere presto dal vivo: il Mar Morto, Petra, i profumi e i colori che nel frattempo ho scoperto attraverso l’hashtag #shareyourjordan e i post dei blogger che vi hanno partecipato.

Intanto manca poco alla partenza del mio mini minube trip in Ticino, come ho ribattezzato questa breve vacanza, e non posso far altro che ringraziare di cuore Minube Italia e la giuria composta da Federica Piersimoni, Gigi Soldano e Tommaso Nervegna per aver pescato proprio me in mezzo a tante persone.

You May Also Like

14 Comments

  1. 1
  2. 3
  3. 5
  4. 7
  5. 9
  6. 11
  7. 13

    Dai ma che bello!!! Complimenti!!!!
    Anche io faccio un sacco di contest per i viaggi… ma 0! Non vinco mai nulla… nemmeno se si tratta di altro vinco!! MAI!!
    Comunque la tua foto è proprio bella!!!

    • 14

      Neanche io ho mai vinto nulla prima di questo, era tutta una serie di “Ritenta, sarai più fortunato!”. Non disperare e continua a provarci, che non si sa mai! 😀

      Grazie mille 😀 <3

Rispondi